La pizzica di Officina Zoè all’Estragon di Bologna

La pizzica di Officina Zoè all’Estragon di Bologna

La pizzica di Officina Zoè all’Estragon di Bologna – Sabato 21 gennaio torna all’Estragon Club di Bologna la tradizione musicale del Salento. A salire sul palco e scatenare le danze ci saranno infatti gli Officina Zoè, band trascinante dal sound inconfondibile e ambasciatrice della pizzica nel mondo. Il loro elemento di forza è la ricerca costante della trance e della ciclicità insita nel ritmo arcano dei tamburelli e intrisa di minimalismo nella musica e nel canto: ciò ha reso possibile, col tempo, la realizzazione di nuove composizioni musicali che cantano e raccontano il mondo di oggi, ma profondamente ancorate e rispettose della filologia e del linguaggio della tradizione. In questo modo Officina Zoè sono stati capaci di ridare alla musica popolare del Salento, alla Pizzica, il suo ruolo nel panorama internazionale della World Music.
Officina Zoè nasce nei primi anni Novanta da una feconda idea di Lamberto Probo (voce, tammorra, tamburelli e percussioni varie), Donatello Pisanello (organetto diatonico, chitarra e mandola) e Cinzia Marzo (voce, flauti, tamburello castagnette) e diviene subito forza motrice ed autentico fermento del movimento di riscoperta della Pizzica-Pizzica, la più antica e travolgente forma di ritmo e danza popolare del Salento. Oggi ne rappresenta uno dei volti più noti, anche a seguito del successo e dei riconoscimenti ottenuti dai film del regista salentino Edoardo Winspeare, “Sangue Vivo” e “Il Miracolo”, a cui il gruppo ha prestato alcuni suoi componenti in veste sia di attori (lo stesso Probo) che di autori delle colonne sonore originali (Pisanello e Marzo), ricevendo, per quella di “Sangue Vivo”, il prestigioso premio della Grolla d´Oro al Festival di Saint Vincent nonché la nomination al Nastro d´Argento.
L´Officina Zoè vanta oggi la partecipazione ai più importanti appuntamenti nazionali ed internazionali di musica, quali il Womex a Berlino, il Festival di Villa Ada a Roma, il Premio Tenco a Sanremo, il Womad di Peter Gabriel a Palermo, il Festival “I suoni delle Dolomiti” in Trentino, la rassegna “Voix de femmes” a Bruxelles, per citarne solo alcuni. Grazie all´Officina Zoè, la Pizzica è approdata, fin da tempi non sospetti (vale a dire ben prima dell’esplosione della “taranta- mania”), in tutte le capitali europee e anche oltre le frontiere dell’Unione, sbarcando negli Stati Uniti e perfino in Corea e in Giappone. L’Officina Zoè, inoltre, ha collezionato numerose collaborazioni artistiche in campo teatrale (con Pamela Villoresi, Teatro Argot, Domenico Carli), cinematografico (con Edoardo Winspeare, Pippo Mezzapesa) e musicale; straordinarie le esperienze con Ominostanco (manipolatore di suoni), Don Moye (celebre esponente dell´afrojazz e virtuoso batterista degli Art Ensemble of Chicago) e Baba Sissoko (polistrumentista di fama internazionale, oltre che rappresentante di punta della musica del Mali), e ancora con il DJ turco Mercan Dede, ed il gruppo Transmongolia.

 

Questa la formazione attuale:

CINZIA MARZO: voce, flauti, tamburello

DONATELLO PISANELLO: organetto diatonico, chitarra, mandola, armonica a bocca.

LAMBERTO PROBO: tamburello, tamborra, percussioni salentine varie.

SILVIA GALLONE: tamburello, voce

GIORGIO DOVERI: violino, mandola.

LUIGI PANICO: chitarra, mandola, armonica a bocca.

 

Il concerto della Officina Zoè all’Estragon avrà inizio alle ore 22.

Ingresso 7 euro + d.p. in prevendita, 10 euro la sera del concerto.

Aftershow: Dj Skanking.

Per informazioni: 051 323490, www.estragon.it , www.facebook.com/EstragonClub

ESTRAGON – Via Stalingrado 83 (Parco Nord) – Bologna

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi