La musica latina alla centrale Montemartini

La musica latina alla centrale Montemartini

La musica latina alla centrale Montemartini – Nell’ambito della manifestazione  “primavera latinoamericana” promossa da Roma Capitale e l’IILA – Istituto Italo – Latino Americano, in collaborazione con le Ambasciate dei Paesi membri e l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, otto concerti alla Centrale Montemartini

 

“La música latina” – Un viaggio attraverso la ricchezza dei ritmi e delle sonorità latinoamericane, in collaborazione con le Ambasciate di Brasile, Cuba, Honduras, Uruguay.

 

Venerdì 13 e sabato 14 aprile (Brasile): Levy Jardim,  accompagnato da Carolina Santa Brígida Sena, e Lica Cecato proporranno un concerto di musica vocale e strumentale (chitarra e pianoforte).

 

 

Oltre a composizioni proprie, Levy Jardim (chitarra e voce) presenta un mosaico di pezzi celebri della canzone popolare brasiliana, composti, tra gli altri, da Tom Jobim, Chico Buarque, Vinícius e Toquinho, Gilberto Gil. Il primo CD dell’artista, “Azul”, fu premiato come miglior opera indipendente del Festival Concorrência Cultural della Fiat Minas. Ha suonato con nomi celebri della Musica Popolare Brasiliana come Beto Guedes, Flávio Venturini, Toninho Horta e Leny Andrade. Lica Cecato (chitarra e voce) è nata a San Paolo, figlia e nipote di musicisti italiani emigrati, ha fatto presto intense esperienze come solista e in duetto, accompagnata da grandi strumentisti, in Italia e in Germania. In Brasile, dal 2000 sperimenta nuovi linguaggi realizzando i suoi primi spettacoli multimediali. Ha all’attivo 16 Cd, tra dischi solisti e collaborazioni. Carolina Santa Brígida Sena (piano) è una giovane musicista e compositrice molto nota nel suo Paese e affermata a livello internazionale. Di formazione classica, si specializza nella musica popolare brasiliana, che ripropone in maniera originale durante i suoi concerti.

 

Venerdì 20 e sabato 21 aprile (Uruguay): la cantante Ana Karina Rossi, accompagnata da Nicola Ippolito (pianoforte) e Antonio Ippolito (bandoneón), interpreta i brani più intensi del tango tra i quali “La Cumparsita “ e “Balada para un loco”. Nata a Montevideo, è protagonista di un’intensa e brillante attività concertistica in Europa e America Latina, lavorando insieme a grandi personalità del Tango tra cui il poeta Horacio Ferrer, paroliere delle più famose composizioni del grande Astor Piazzolla. Realizza dal 2008 progetti culturali legati al Tango e le musiche di tradizione popolare latinoamericana, diffondendo questa ricca cultura in tutta Italia ed Europa.

 

Venerdì 27 e sabato 28 aprile (Cuba): Mónica Marziota (voce) y su grupo (Marcos Madrigal, pianoforte; Ronald Morán, basso; Agustín Ramírez, percussioni). Giovane italo-cubana con formazione classica e jazzistica, è nipote del cantante e compositore di musica popolare cubana Julio Valdés “Cobarde”, che ha fatto parte di quella generazione d’oro della musica cubana che anni fa fondò la famosa band “Buena Vista Social Club”. Mónica Marziota raccoglie l’eredità del nonno e, grazie alla sua versatilità vocale, presenta al pubblico italiano un repertorio di musica cubana popolare. Oltre che in campo musicale, Mónica lavora anche in teatro (opera lirica e musical) e alla radio.

 

Venerdì 4 e sabato 5 maggio (Honduras): Guillermo Anderson y Ceibana (Javier Ávila, percussioni garífuna; Max Urso Durón, chitarra; Paolo Ciarlo, basso). È difficile parlare di musica honduregna e centroamericana senza fare il nome di Guillermo Anderson. I concerti vengono arricchiti dalla combinazione tra i ritmi tradizionali dell’etnia garífuna dell’Honduras e i ritmi più conosciuti dei Caraibi, oltre che a sonorità contemporanee. I concerti di questo cantautore, tanto da solista quanto con i suoi talentuosi musicisti, celebrano l’amore, la natura e la vita in questa regione del mondo. La sua traiettoria e il suo ruolo nel panorama culturale dell’Honduras gli sono valsi il titolo di Ambasciatore Culturale del suo Paese nel mondo. La sua produzione è la dimostrazione di ricchezza di talento e versatilità, capace di mescolare tutte le sue influenze senza seguire un modello di stile precostituito.

 

Centrale Montemartini

Via Ostiense 106 Roma

 

13 e 14 aprile –  20 e 21 aprile – 27 e 28 aprile – 4 e 5 maggio ore 21.00

 

Biglietto: 7 euro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi