La Fondazione Carla Fendi incontra la Scienza a Spoleto 61 Festival dei 2 Mondi - Oltre le colonne

La Fondazione Carla Fendi incontra la Scienza a Spoleto 61 Festival dei 2 Mondi

La Fondazione Carla Fendi incontra la Scienza a Spoleto 61 Festival dei 2 Mondi

La Fondazione Carla Fendi incontra la Scienza a Spoleto 61 Festival dei 2 Mondi – La Fondazione Carla Fendi, nata per dare contributo e sostegno alla cultura oggi, dopo la scomparsa della fondatrice e per sua volontà, sotto la guida di Maria Teresa Venturini Fendi, ha iniziato un nuovo percorso focalizzandosi sulla scienza e sulla filantropia. «Nella società attuale, con una forza centrifuga che riduce in pochi istanti ogni stabilità, l’obiettivo è quello di lavorare sul lungo periodo, sostenendo progetti e collaborazioni internazionali che verranno selezionati con l’avallo di esperti dei due campi» dichiara la Presidente.

Main sponsor del Festival, la Fondazione Carla Fendi a Spoleto organizza e promuove una serie di eventi che testimoniano il nuovo interesse per la scienza.

Domenica 1 luglio si inaugura la mostra IL MISTERO DELL’ORIGINE. MITI, TRASFIGURAZIONI E SCIENZA, due installazioni che intendono esplorare l’anelito dell’uomo tra razionalità e spiritualità.

Nella chiesa della Manna d’Oro verrà presentato un progetto inedito, ideato su basi rigorosamente scientifiche, che esalta la spettacolarità dell’origine del cosmo: LA SCIENZA, installazione virtuale e immersiva, prodotta dalla Fondazione Carla Fendi in stretta collaborazione con INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e CERN (Centro Europeo di Ricerca Nucleare), a cura di Lucas-Federica Grigoletto e con l’introduzione di Fernando Ferroni, presidente Infn.

Parallelamente nell’Armeria Lucrezia Borgia il percorso espositivo MITI, TRASFIGURAZIONI con marmi occidentali classici di epoca greco-romana e antichi scisti orientali (II-IV sec. d.C), affronta invece il bisogno di ricerca interiore dell’uomo. Curato da Quirino Conti.

Le installazioni sono aperte gratuitamente al pubblico dal 1 al 15 luglio.

Come prologo all’inaugurazione, nel Teatro Caio Melisso, oggi anche Spazio Carla Fendi, sempre domenica 1 luglio verrà dibattuto il dualismo tra spiritualità e scienza con un tributo a Stephen Hawking, la proiezione del video inedito A SENSE OF WONDER (regia di Gabriele Gianni) alla presenza di un’ospite d’eccezione: la figlia dell’astrofisico Lucy Hawking, scrittrice di divulgazione scientifica per ragazzi, che parlerà in esclusiva del suo rapporto con il padre e presenterà in anteprima il libro L’ultimo viaggio nell’Universo. E ancora le letture da Vita di Galileo di Bertolt Brecht con gli attori Massimo Popolizio e Alberto Onofriettie un incontro con l’antichista Silvia Ronchey.

Domenica 15 luglio, in chiusura del Festival, al Teatro Caio Melisso sarà conferito il Premio Carla Fendi, giunto alla sua ottava edizione. Per incoraggiare e sostenere sempre più la divulgazione del pensiero scientifico, quest’anno saranno premiati tre illustri fisici: Peter Higgs e François Englert, Premi Nobel per la Fisica 2013 per la teorizzazione del bosone di Higgs e Fabiola Gianotti, fisico delle particelle, direttore del CERN. Il premio consiste in un contributo complessivo di 90.000 euro da devolvere a scopi didattici.

Foto di Maria Laura Antonelli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi