La Dama Velata

La Dama Velata – Bella, sola ed inconsolabile. La Dama Velata, il fantasma che passeggia nel parco del castello Sforzesco, continua a far parlare di se.

Non si sa chi fosse quando era viva, si sa solo che era molto bella e che probabilmente era molto legata al castello. Forse vi abitava o forse era innamorata di quel posto o …nessuno lo sa. Le uniche cose note sono che si tratta di una bellissima donna vestita elegantemente con un abito nero e che profuma di violetta. Al suo passaggio, soprattutto nelle fredde serate milanesi, riscalda l’ambiente.

La Dama Velata si aggira costantemente tra gli alberi del parco alla ricerca di un uomo che le faccia compagnia. Quando individua il giovanotto, la Dama compare al suo fianco, fa scendere una leggera nebbiolina, lo prende sottobraccio e lo conduce, sorridendo, in una bellissima costruzione addobbata a lutto. Qui, in questa straordinaria casa, la Dama si concede totalmente all’uomo. La sua è una passione travolgente ma, la Dama, non si toglie mai il velo dal volto e non proferisce nessuna parola quindi, nessuno degli uomini che l’ha vista o che è stato circuito può descriverla.

Tutti ricordano solo il suo carisma, il suo magnetismo e la sua passione. Alcuni uomini, che a loro dire hanno avuto un incontro con la bella dama, curiosi di vederle il viso, hanno tentato di toglierle il velo e scoprirle il volto senza quasi mai riuscirci. Quelli che hanno raggiunto il loro scopo hanno avuto la brutta sorpresa di trovarsi davanti anziche un viso di donna un teschio raccapricciante.

Sconvolti dalla scoperta e dal ribrezzo provocato dalla vista del teschio sono fuggiti nei boschi avvolti dalla nebbiolina che aveva accompagnato il loro arrivo. Nessuno si è mai soffermato a cercare di capire quale fosse il dramma della Dama Velata, nessuno è riuscito a capire quanto, il fantasma di questa donna soffra nella sua eterna solitudine alla perenne ricerca di un compagno.