La Costitente delle idee – Cose di futuro

La Costitente delle idee – Cose di futuro

La Costitente delle idee – Cose di futuro – Si è conclusa la ‘Costituente delle idee’, una tre giorni di politica che si è tenuta nell’ultimo fine settimana a Roma da Possibile, nelle sale di Roma Eventi a quattro passi da Piazza di Spagna.

Nelle quattro sale, in contemporanea, si sono avvicendati circa duecento personaggi del mondo della cultura, della società civile, ecologisti, professori e politici che hanno cercato di illustrare un modo nuovo di fare politica per rimettere in moto il Paese.

Venerdì pomeriggio ha aperto i lavori Marco Rondina, lo studente del Politecnico di Torino che aveva aperto l’Anno Accademico con un intervento ironico, diventato poi virale, si è proseguito parlando di migranti ed accoglienza (Nessun Paese è un’isola); energia e ambiente (Prima del diluvio) e di Costituzione, elezioni e partecipazione (Strumenti della Democrazia).

Sabato è stata la giornata di giustizia e libertà (Diritti e dov’eri); economia, lavoro ed impresa (Una questione planetaria); collaborazione e risorse per guardare al futuro (La scuola della Repubblica); la natura e la convivenza (Il benessere animale); della laicità come valore centrale della democrazia (Il rispetto laico); di matrimoni egualitari, nuove famiglie e non solo (Diritt*).

Domenica mattina si è parlato di sanità e welfare in una società che cambia (La cura); di cultura, ricerca ed educazione (Cultura è società); di strategie abitative ed urbanistiche (Tutti a casa).

Tra le persone che si sono avvicendate sui vari palchi si ricordano Vincenzo Visco, Roberto Zaccaria, Maurizio Viroli, Ferdinando Imposimato, Gianfranco Pasquino, Anna Falcone e Tomaso Montanari, questi ultimi già collaboratori di Possibile in diverse occassioni.

A conclusione dei lavori Il segretario di Possibile, Pippo Civati, visibilmente soddisfatto, ha esortato tutti ad esportare questo modo di fare politica facendolo diventare una ‘palestra di politica’. L’intento che si vuole raggiungere è quello di scrivere un programma condiviso e largo da proporre in vista delle elezioni.

Per ulteriori informazioni ci si può collegare al sito www.possibile.com dove già si possono trovare i vari intenti oppure scrivere a comitatosandropertini@gmail.com

Il portavoce del Comitato Sandro Pertini di Viterbo, Giovanna Posati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi