Irlanda in festa 2018. Gli appuntamenti dal 15 al 18 marzo al Parco Nord di Bologna

Irlanda in festa 2018. Gli appuntamenti dal 15 al 18 marzo al Parco Nord di Bologna –  Dal 15 al 18 marzo torna a Bologna Irlanda in Festa, la manifestazione che, con i suoi numeri da capogiro – più di 15 città italiane coinvolte in 12 anni, oltre 50 mila visitatori, quasi 100 artisti portati sul palco – si è guadagnata sul campo il titolo di rassegna più importante in Europa fra quelle dedicate all’Isola del trifoglio e al suo patrono St. Patrick.

Anche quest’anno, dunque, per 4 giorni il Parco Nord si tingerà di verde: da una parte l’Estragon Club, che come sempre ospiterà i live show più importanti e garantisce l’organizzazione della rassegna, dall’altra il grande Palairlanda, che con i suoi 5000 mq riscaldati assicurerà l’accoglienza per i migliaia di appassionati della Verde Terra che accorreranno a Bologna. Esibizioni dal vivo, gastronomia, birre, danze, cultura, folklore, attività sportive: anche in questa 12^ edizione saranno tantissime le iniziative che accompagneranno il pubblico attraverso i suoni, i sapori e i colori d’Irlanda.

Si parte giovedì 15 marzo alle ore 19 con l’apertura del Palairlanda, con birrerie ristorante, mercatino e l’irish shop. Alle 19.45 saliranno sul palco gli irlandesi Drunken Lullabíes, tipico gruppo “da pub” cresciuto a pane, folk e Guinness, mentre alle 21.30 spazio a The Cardinal Sins, coinvolgente gruppo folk rock irlandese. Chiuderà la serata alle ore 23.00 Cisco, una delle voci più autorevoli del folk-rock nostrano, con un mix energico di nuove canzoni tratte dall’ultimo album e i suoi vecchi cavalli di battaglia. Sul palco con lui la “Favolosa Orchestra Jurassica”: Simone Copellini alla tromba, Patrick Wright al violino, Max Frignani alle chitarre, Kaba Cavazzuti alla batteria e Bruno Bonarrigo al basso. L’ingresso è gratuito.

 LA MUSICA A IRLANDA IN FESTA

Nei quattro giorni di Irlanda in Festa a Bologna si alterneranno sul palco del PalaIrlanda i migliori gruppi di musica folk irlandesi, ma anche francesi, romeni e italiani.

Naturalmente sono attesi i Modena City Ramblers, amici storici di Irlanda in Festa, che non hanno mai mancato un’edizione della rassegna e si esibiranno sul palco dell’Estragon sabato 17 marzo. Attesissimi anche gli americani Calexico, all’Estragon venerdì 16 per presentare la loro ultima fatica “The Thread That Keeps Us”.

GASTRONOMIA e BIRRE

Direttamente da Cork gli chef Damien O’Shea e Patrick Browne prepareranno per il pubblico bolognese i piatti tradizionali con un tocco di creatività. Al ristorante Connemara con i suoi 600 posti a sedere, allestito nel PalaIrlanda, si potranno gustare i classicissimi Fish&Chips, il salmone affumicato, stinco al forno cotto in Kilkenny ma anche pollo arrosto con funghi a la creme, golosissimi Baileys CheesCake, Bread & Butter Pudding with softly Whipped e tanto altro. Per l’occasione sarà anche possibile acquistare da asporto il pane irlandese prodotto appositamente per la manifestazione, per portarsi a casa un gustosissimo ricordo.

Naturalmente Irlanda in Festa graviterà soprattutto attorno alle birre made in Ireland: Harp, Kilkenny e su tutte sua maestà la Guinness, che per Irlanda in Festa da anni ha scelto di inviare direttamente dalla Brewery di Dublino la sua preziosa fornitura doc. Confermata inoltre l’area esterna di street food dove assaporare piatti da diverse nazioni.

E non è tutto: sotto il tendone del PalaIrlanda, oltre alla musica e al cibo, troveranno posto ilmercatino artigianale e l’irish shop, le lezioni gratuite di danze celtiche il sabato e la domenica pomeriggio, i laboratori per bambini e alcune attività sportive fra le più amate dalle genti di Irlanda, come le freccette, aperte a tutti, e – gradito ritorno – il pugilato (domenica 18).

L’ingresso al PalaIrlanda è gratuito ogni giorno. Sono a pagamento solo i concerti che si terranno sul palco dell’Estragon.

Quest’anno Irlanda in Festa si terrà contemporaneamente anche a Brescia (14/18 e 21/25 marzo), Firenze  (16, 17 e 24 marzo), Nonantola in provincia di Modena (16/17 marzo), Padova  (14/18 marzo), Parma (15/18 marzo), Polcenigo in provincia di Pordenone (15/18 marzo), Pesaro  (16/17 marzo) e Trezzo d’Adda, alle porte di Milano, (16/17 marzo).

Per informazioni sull’intera rassegna e i programmi di tutte le città coinvolte: www.irlanda-in-festa.it ; pagina FB “Irlanda in Festa”

PROGRAMMA BOLOGNA:

Giovedì 15 marzo – aperto dalle 19.00 alle 01.00

STAGE PALAIRLANDA

h.19.45 Drunken Lullabíes (Irlanda) – sono una band di 4 elementi proveniente da Omagh, nella Contea di Tyrone, Northern Ireland. Il nome della band rievoca inevitabilmente uno dei migliori album dei nostri tempi, dei mitici Flogging Molly. Sono cresciuti a pane, folk e Guinness, facendo centinaia di concerti nei pub della loro contea. Dal vivo dimostrano la loro incredibile versatilità e abilità come polistrumentisti: suonano 9 strumenti e portano ovunque una ventata travolgente di nuove canzoni… e alcune vecchie conoscenze.

h.21.30 The Cardinal Sins (Irlanda) – Sono una folk rock band irlandese proveniente dalle Contee di Laois e Offaly formatasi nel 2013. I sei ragazzi suonano sia brani moderni che della tradizione irlandese, attingendo soprattutto da gruppi come The Pogues, Flogging Molly e The Saw Doctors. Oltre ad aver suonato come ospiti in numerose serate, i Cardinal Sins sono appena tornati da un tour in Germania e nel 2018 raggiungeranno Irlanda, Italia, Germania e Danimarca. Ovviamente è sul palco che il gruppo dà il meglio di sè, travolgendo il pubblico con il suo entusiasmo e la sua euforia! Assicuratevi di avere il vostro whiskey in mano, di aver riempito la vostra pinta e di avere la gola pronta per cantare tutta la notte! ..in fondo chi ha bisogno del paradiso quando si possono avere i “Peccati Capitali”?

h.23.00 Cisco (Italia) – Torna a Irlanda in Festa una delle voci più autorevoli del folk-rock del nostro paese con un mix energico di nuove canzoni tratte dall’ultimo album e vecchi cavalli di battaglia. Dopo aver scritto pagine indelebili della scena musicale italiana a partire dagli anni ’90 come co-fondatore e cantante dei Modena City Ramblers, intraprende una illuminata carriera solista con l’esordio “La lunga notte” (2006), a cui fanno seguito “Il mulo” (2008), “Dal vivo – Volume 1″ (2010), “Fuori i secondi” (2012), “Matrimoni e funerali” (2015) e l’ultima fatica “I dinosauri” (2016) scritto insieme agli anici Giovanni Rubbiani e Alberto Cottica. A Irlanda in Festa arriverà con la formazione completa insieme alla “Favolosa Orchestra Jurassica” in compagnia di Simone Copellini alla tromba, Patrick Wright al violino, Max Frignani alle chitarre, Kaba Cavazzuti alla batteria e Bruno Bonarrigo al basso.http://www.ciscovox.it/

Venerdì 16 marzo – aperto dalle 19.00 alle 03.00
STAGE PALAIRLANDA
h.20.00 Tribanda (Italia)
concerto a ballo a cura di Polisportiva Masi
h.22.45 The Banjacks (Irlanda)
h.24.00 Lennon Kelly (Italia)
h.01.30 Selfish Murphy (Romania)
STAGE ESTRAGON – Ingresso 20 euro
h.22.00 Calexico (USA)

Sabato 17 marzo – aperto dalle 15.00 alle 03.00
STAGE PALAIRLANDA
h.16.00 stage di balli celtici a cura di Polisportiva Masi
h.20.00 concerto a ballo con Alzamantes (Italia)
h.22.45 Nuju (Italia)
h.24.15 Folkabbestia (Italia)
STAGE ESTRAGON – Ingresso 12 euro
h.22.00 Modena City Ramblers (Italia)

Domenica 18 marzo – aperto dalle 15.00 alle 24.00
STAGE PALAIRLANDA
h.16.00 stage di danza ceili e live Sbanda Ballet (Italia)
h.18.30 match internazionale di boxe
REGIS BOXE BOLOGNA (Italia) vs CRUMLIN BOXE (Irlanda)
h.20.30 Say No More (Irlanda)
h.21.45 The Old Moderns (Irlanda)
h.23.15 The Black Clover (Francia)