Involontario Tango, il nuovo singolo di Francesco Luz

Da venerdì 28 maggio sarà disponibile in radio e sulle principali piattaforme digitali “INVOLONTARIO TANGO”, il nuovo singolo di Francesco Luz.

Involontario tango: la canzone immortala quel momento in cui si percepisce con certezza che una relazione è destinata a finire e sebbene le colpe siano proprie, sembra che non ci sia più margine per correre ai ripari.

È il tremendo momento del bilancio, una tortura autoimposta con la rievocazione di tutti i pregi del partner perduto, ma nella piena consapevolezza di averli dati per scontati. La fine di una relazione è una delle condizioni più difficili da superare, soprattutto se ci si accorge di essere stati la causa della rottura, e che porta inevitabilmente verso uno stato depressivo dal quale è difficile tirarsi fuori.

Il brano infatti si colloca all’interno del macro argomento, quello della depressione, che accomuna questo ai tre precedenti singoli, che fanno parte dell’album in uscita a metà giugno.

Il ritmo allegro del brano si contrappone al testo cupo e malinconico. Ciò genera un mix di emozioni che, secondo le intenzioni degli autori Francesco Luz e Luigi Abramo, rendono più facile la fruizione di un tema ostico e per nulla scontato.

Il video ufficiale del brano è stato diretto da Claudio Desideri con l’aiuto di Mariano Caterinozzi ed ideato da Erika Moriconi e dallo stesso Claudio Desideri che dichiara: “Nelle dualità su cui basiamo la nostra realtà quotidiana (giusto e sbagliato, materialismo e spiritualismo) per “Involontario Tango”, ho voluto rappresentare l’artista come un bambino/albero catapultato in uno scenario desolato. Il bambino, che dona conoscenza ai due contendenti e l’albero, che con la sua sinergia tra radici nella terra e rami nella luce, sa portare il seme della pace e dare frutto alla loro unità.

Biografia

Francesco Luz, musicista romano classe 1982, dopo 15 anni di concerti in Italia e nel mondo con diverse band, pubblica il suo primo album, “Extraordinary Men” nel 2019. Dall’album, cantato in inglese, vengono estratti 3 singoli accompagnati da 3 Video clip diretti da Ari Takahashi che ricevono vari riconoscimenti in diversi film festival in tutto il mondo (“Outstanding Achievement Award” al Berlin Flash Film Festival, “Best Music Video, Honorable Mention” al Los Angeles Independent Shorts Awards, miglior video musicale al New York Film Awards e al London Independent Film Awards).

Artista indipendente al 100% canta, scrive, suona, arrangia e produce le sue canzoni con l’aiuto ai testi di Luigi Abramo, giornalista e scrittore. Anche questo singolo viene proposto in lingua italiana e testimoniare il cambio di direzione artistica e linguistica rispetto al primo album di sonorità più rock ed interamente in inglese.