IL SESSANTOTTO, Giornata di Studio alla Galleria Nazionale

IL SESSANTOTTO, Giornata di Studio alla Galleria Nazionale

IL SESSANTOTTO, Giornata di Studio alla Galleria Nazionale – Nell’ambito dell’iniziativa IL SESSANTOTTO, seconda puntata de Il PROGETTO E LE FORME DI UN CINEMA POLITICO, in programma a Roma fino al 13 novembre p.v., è prevista domani, lunedì 5 novembre, presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea una corposa e rilevante giornata di studio che vedrà intervenire alcuni dei più significativi studiosi del grande movimento rivoluzionario nei suoi rapporti con le arti visive, con speciali approfondimenti sulle opere cinematografiche e documentaristiche concepite e realizzate, a livello nazionale e internazionale, proprio in quell’anno.
Questo il programma:

Ore 9,30
Presentazione: Cristiana Collu, Pietro Montani, Ermanno Taviani, Vincenzo Vita

Ore 10,00:
Presiede e coordina: Vincenzo Vita
Giovanni SpagnolettiIl cinema italiano del ’68 tra tradizione e innovazione
Pietro MontaniDisinitermediation. Come la macchina da presa entrò a far parte dello spazio politico – e di quello privato
Ermanno TavianiIl ’68 della “sinistra cinematografica”: pionieri, spiazzati ed entusiasti
Peppino Ortoleva, Onda anomala: la politica e il resto
Dario CecchiFare breccia nell’immaginario
Maresa D’ArcangeloL’età dell’oro
Domenico MonettiIl ‘68 che non c’era

Ore 14,30:
Presiede e coordina: Dario Cecchi
Marco Maria GazzanoGli anni Sessanta la de-strutturazione delle arti
Antonio MediciEsperienze internazionali del documentario militant
Stefania ParigiPasolini e la contestazione
Christian UvaIl ‘68 dei cinegiornali: da Zavattini al Movimento Studentesco
Antonio CapocasaleLa mediazione incerta. Zavattini e l’underground italiano
Damiano Garofalo e Pietro MasciulloC’era una volta il ’68; la ricezione italiana di “C’era una volta il west” e “Giù la testa” di Sergio Leone
Federico LancialongaGli inediti del Maggio francese

La manifestazione continuerà fino all’11 novembre con la doppia rassegna cinematrografica alla Casa del Cinema (già iniziata il 3 ed in programma fino al 7 novembre) e al Cinema Trevi – Cineteca Nazionale (8-11), per concludersi con due giornate, curate dal Prof. Marco Maria Gazzano e in programma all’Università Roma Tre il 12 e 13 novembre, sul tema “Gli anni Sessanta e la de-strutturazione delle arti”.

IL SESSANTOTTO è un’iniziativa realizzata in collaborazione con: Casa del Cinema, Centro Sperimentale di Cinematografia, Cineteca Nazionale, La Galleria nazionale d’Arte Moderna, e Contemporanea, Sapienza Università di Roma, Università di Roma Tor Vergata e Università Roma Tre.

Il gruppo di lavoro dell’iniziativa è formato da: Dario Cecchi, Marco Maria Gazzano, Antonio Medici, Domenico Monetti, Pietro Montani, Claudio Olivieri, Paola Scarnati, Giovanni Spagnoletti ed Ermanno Taviani
Obiettivo è quello di avviare un’indagine di ampio respiro, attraverso una rinnovata visione dei documenti e una discussione scientifica appropriata. Si tratta, da una parte, di riproporre l’ampio materiale audiovisivo sui e dei movimenti che si produsse negli anni attorno al ‘68; dall’altra, di ripensare la portata del ‘68 nel rinnovare gli stili e i linguaggi del cinema, sia di fiction sia documentario, sostenendo lo slancio creativo e il rinnovato bisogno di sperimentare formati d’immagine e formule narrative del tutto inedite.

Lunedì 5 novembre 2018

GIORNATA DI STUDIO

ROMA
Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
Viale delle Belle Arti, 131, 00197 – Roma 

Sito ufficiale: https://www.aamod.it/

Infoline: 06/57289551 – 06/5742872 – 06/5730544

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi