Il rumore dei baci a vuoto, il libro di Luciano Ligabue

Il rumore dei baci a vuoto, il libro di Luciano Ligabue

Il rumore dei baci a vuoto, il libro di Luciano Ligabue – Un libro vivissimo e forte, in cui Luciano Ligabue torna alla sua prima passione

 

Ci sono molti tipi di amore, in queste storie. Nessuno facile. Verso i figli, i genitori, gli amici, dentro le più diverse coppie e famiglie.

 

C’è soprattutto tenerezza, anche quando colpiscono dritte allo stomaco: la tenerezza con cui l’autore guarda alle persone. Ci sono dei personaggi indimenticabili.

 

E c’è speranza e futuro, perché i finali sono aperti ed esistono tante soluzioni possibili. Sempre.

 

Un cane regalato che rischia di incrinare un matrimonio. La vacanza su una chiatta nell’estate più strana fin qui. La scoperta che il passato riesce sempre a ferire, ma forse non mortalmente. Un comico all’apice del successo che compie una scelta per molti difficile da capire, o semplicemente da accettare. Una moglie che sembra essersi portata dentro per tutta la vita un incredibile segreto. E il matto Bedini? Esisterà davvero o saranno le solite chiacchiere di paese? Di sicuro esistono i due ragazzini che decidono di scoprire la verità, una volta per tutte. E poi, sarà davvero morto quel gatto quella sera lungo la strada buia? Luciano Ligabue ha scritto un libro di racconti intensi, quotidiani ma inaspettati, spesso folgoranti. Un perfetto diorama di uomini e donne colti nell’attimo in cui cambia il vento, e la vita comincia a girare. Tredici storie minute e profonde come possono esserlo le emozioni o le ferite, che si leggono d’un fiato ma lasciano una scia lunga nei pensieri del lettore.

 

 

Luciano Ligabue (Correggio, 1960), canta dal 1987 le canzoni che compone, con diciotto album all’attivo, fra inediti, live, colonne sonore e raccolte. Il 2011 lo ha visto protagonista del concerto-evento Campovolo 2.0, davanti a 120mila spettatori, e vincitore del Premio Tenco alla carriera. Ha diretto due film, Radiofreccia nel 1998, presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia e premiato con tre David di Donatello, due Nastri d’argento e tre Ciack d’oro, e Da zero a dieci, nel 2002, fuori concorso a Cannes. Ha pubblicato la raccolta di racconti Fuori e dentro il borgo (Dalai 1997), per la quale ha ricevuto diversi riconoscimenti fra cui il Premio Elsa Morante, il romanzo La neve se ne frega (Feltrinelli 2004) e la raccolta di poesie Lettere d’amore nel frigo (Einaudi 2006).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi