Il pianista

Il pianista

Il pianista

 

Lascia che le note volino via col vento

per raggiungere dimensioni

da altri mai conosciute e

che le mani accarezzino

i tasti bianchi della vita,

per stimolare poi,

quella che è la virtù.

Lascia entrare l’armonia

nel corpo,

per poi confonderla,

con quella della natura e

che siano le stelle,

il sole e la luna a giudicare,

perche sei poesia,

non realtà.

Lascia che entri l’amore,

affinche tu possa colmare il vuoto.

Lasciami accarezzare l’anima,

perche saprei comprendere

senza pretesa alcuna.

 

 

Il pianista, 1979

Poesia di Federico Salvi tratta da Oltre il tempo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi