Il Club di Palazzo Santa Chiara, taglio del nastro per il primo circolo italiano ispirato al The Arts Club londinese

Il Club di Palazzo Santa Chiara, taglio del nastro per il primo circolo italiano ispirato al The Arts Club londinese

Il Club di Palazzo Santa Chiara, taglio del nastro per il primo circolo italiano ispirato al The Arts Club londinese – Venerdì 5 ottobre alle 20.30 aperitivo-concerto di presentazione de Il Club di Palazzo Santa Chiara, primo circolo in Italia ispirato allo storico “THE ARTS CLUB” londinese.

 

Tra il Pantheon e Largo di Torre Argentina, una struttura dedicata al cinema, al teatro, alla musica, alla letteratura, alle arti visive, e a tutto quanto sia cultura.

 

Tra i soci:
Urbano Barberini,  Antonio Calenda,  Marina Confalone,  Umberto Croppi, Gustavo Cuccurullo,  Antonio di Pofi, Sabrina Knaflitz,  Tommaso Le Pera, Vito Matassino, Carla Mazzoni,  Elio Pandolfi, Giuseppe Rippa, Giuditta Saltarini, Pino Strabioli.

 

Uno sforzo di privati che offrono alla cultura professionalità e risorse, in un momento così critico (per la cultura, in particolare), creando una “Factory”, un luogo che, grazie alla presenza di un bistrot aperto tutto il giorno, permetta di incontrarsi per lavoro o per diletto, in un ambito di persone con matrici ed interessi culturali comuni, anche al fine di costruire nuovi progetti.

 

La data non è casuale: il 5 ottobre del 1962 veniva pubblicato “Love me do”, primo singolo dei Beatles. Non era solo un disco, ma l’inizio di un evento che avrebbe cambiato per sempre il rapporto fra musica e società, influenzando musica, costume e comunicazione per i successivi decenni. A 50 anni esatti da quella data si renderà omaggio al gruppo di Liverpool con una scelta di brani eseguiti dal Quartetto d’archi Pessoa e da Antonio Di Pofi.

 

Piazza di Santa Chiara 14, Roma

info@palazzosantachiara.it

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi