Il batterista Paul Wertico di scena in Sila alla XX edizione del Peperoncino Jazz Festival

NEI PROSSIMI GIORNI DI SCENA ABSOLUTE THREE E SEBASTIANO RAGUSA

 Proseguono in grande stile e in completa sicurezza (nel pieno rispetto della normativa anti Covid19) le tappe del Peperoncino Jazz Festival, rassegna itinerante nelle più belle località della Calabria, che dopo l’inaugurazione della scorsa settimana in quel di Corigliano Rossano affidata al super trio Patitucci/Potter/Blade, da alcuni giorni a questa parte sta letteralmente inondando di musica e bellezza il territorio del Parco Nazionale della Sila. 

Quest’anno l’ormai tradizionale sessione silana del festival musicale più piccante d’Italia (sono ben 12 anni che le piccanti note del PJF risuonano nelle più suggestive location dell’area protetta calabrese) si è caratterizzata, nelle prime tre giornate, per la joint venture con il Buona Vita! Festival (evento a cura dell’associazione GAIA) e ha visto tre musicisti di incredibile talento (Sasà Calabrese, Salvatore Cauteruccio e Sebastiano Ragusa) esibirsi in solo in alcune splendide location del territorio (rispettivamente: il giardino dell’Hotel Park 108 a Lorica, la Riserva Naturale dei Giganti di Fallistro e la Tenuta Torre di Garga a San Giovanni in Fiore) dialogando musicalmente con la sola natura incontaminata dei luoghi. 

Anche nei prossimi giorni, fino a domenica 1° agosto, i tanti turisti che in questo periodo hanno scelto il territorio silano per le loro vacanze e i tanti appassionati di jazz calabresi potranno assistere ad altri tre concerti di grande valore artistico e a ingresso libero in quanto fortemente voluti dal Presidente dell’Ente Parco, Francesco Curcio e dal Direttore Domenico Cerminara, riuniti nel segno dell’evento “Jazz in Sila”, nonché, volendo, potranno partecipare ad una serie di interessanti attività correlate organizzate ad hoc da Destinazione Sila. 

Domani, venerdì 30 luglio, alle ore 16 a Lorica presso la sede dell’Ente Parco Nazionale della Sila si terrà l’incontro dal tema “Benessere e Turismo Sostenibile” (dettagli evento al link https://rb.gy/swnmf2), mentre a seguire, alle ore 17, nella stessa location, con vista panoramica sul Lago Arvo, ad entusiasmare e coinvolgere il pubblico sarà il grandissimo Paul Wertico, batterista americano che per quasi un ventennio è stato una colonna portante dello storico Pat Metheny Group (con il quale vanta la vittoria di ben 7 Grammy Awards) e che negli ultimi anni ha collezionato, tra le altre, collaborazioni di assoluto rilievo con musicisti del calibro di Larry Coryell, Kurt Elling e Jeff Berlin. 

In occasione della tappa calabrese del suo tour europeo (il concerto vanta il patrocinio del Consolato Generale degli USA), Wertico presenterà al pubblico del PJF brani tratti da “Dynamics in Meditation”, lavoro discografico uscito nel 2020 per la Challenge Records e frutto della fortunata collaborazione (ormai decennale!) con il talentuoso contrabbassista toscano Gianmarco Scaglia, che ne ha firmato le composizioni originali.

Nel proporre i brani dell’album – che si attesta come un vero e proprio omaggio all’interplay e, per certi versi, potrebbe essere descritto come una sorta di autoritratto a metà tra ragione e istinto, tra rigore e libertà emozionale – i due musicisti saranno accompagnati dall’eclettico chitarrista umbro Simone Gubbiotti (frequentatore abituale della scena jazzistica americana e collaboratore di artisti quali Peter Erskine, Joe LaBarbera, Joe Bagg, Joe Diorio, Adam Nussbaum e Jay Andersone) e dal notevole vibrafonista trentino Mirko Pedrotti (che ha collaborato con i più importanti Teatri e Fondazioni orchestrali d’Italia, nonché con l’European Youth Wind Orchestra, World Youth Orchestra, suonando sotto la guida di direttori di fama internazionale, tra i quali: Riccardo Chailly, Antonio Pappano, Gianandrea Noseda, Ingo Metzmacher, Sir Neville Marriner ecc.).

Sabato 31 luglio, invece, a Camigliatello Silano alle ore 16 si inizierà con una visita esperienziale dell’azienda agricola Scrivano Terre d’Altopiano (i cui dettagli sono reperibili al link https://rb.gy/vxoi5z), che sarà seguita, alle ore 18, dal concerto di Absolute Three, esplosiva formazione composta dal pianista Salvatore Sangiovanni (vero virtuoso dello strumento, che insieme all’americana Susan DiBona ha composto oltre 40 colonne sonore originali per cinema e televisione, nonché musica per spot pubblicitari, opera, pop, cabaret, teatro musicale e balletto), dal bassista Frank Marino (Alan Sorrenti, Eric Daniel, Robetinho De Paula, Tullio De Piscopo, Jo Amoruso) e dal batterista Fabrizio Le Fauci (Paolo Fresu, Alex Britti, Jenny B, Gegè Telesforo, Franco Califano, Claudio Baglioni, Rossana Casale, Dario Deidda).

La “sei giorni” silana del PJF 2021 si concluderà, poi, domenica 1° agosto con un altro doppio appuntamento: alle ore 15:30 si potrà effettuare un tour del Lago Cecita in e-bike (per info si visiti il link https://rb.gy/zwa0ej), mentre alle ore 18 il portentoso sassofonista siciliano Sebastiano Ragusa, uno degli indiscussi talenti emergenti del jazz italiano, ammalierà il pubblico con le sue note  sul Lago Cecita nei pressi della chiesetta di San Lorenzo. 

Nel corso della sua appassionata e appassionante  esibizione in solo, il tenorista e clarinettista siciliano guiderà il pubblico in un caleidoscopico viaggio in quelli che sono i grandi classici della storia del jazz, offrendo il suo sincero e personalissimo omaggio ai vari generi della musica afroamericana (andando dallo swing fino all’hardbop) e proponendo in repertorio una splendida selezione degli standard che sono alla base dei grandi songbook del Novecento (passando in rassegna i successi dei più grandi compositori della storia, da Cole Porter a Duke Ellington, da George Gershwin a Irving Berlin). 

Non mancherà, sul finale, un emozionante tuffo nella pura improvvisazione, in cui il talentuoso musicista si farà guidare dalla magia del luogo e dalle emozioni del momento per tirar fuori dal suo strumento e dal suo cuore la sua musica più bella. 

Tutti i concerti silani, come detto, saranno ad ingresso libero (fino ad esaurimento dei posti disponibili) e si svolgeranno in assoluta sicurezza, con garanzia di distanziamento, uso obbligatorio dei dispositivi di protezione personale e nel rispetto di tutte le norme di contenimento del Covid 19, motivo per cui è altamente consigliabile la prenotazione telefonica chiamando al numero 345/9514139. 

Dopo questa full immersion nella natura incontaminata della Sila, realizzata grazie al contributo dell’Ente Parco e resa possibile anche grazie al fondamentale sostegno del FAI (Fondo Ambiente Italiano), dell’Hotel Tasso, della Pro Loco di Camigliatello Silano e di Destinazione Sila, nonché grazie al supporto logistico del Ristorante Il Brillo Parlante e alla fattiva collaborazione di William Lo Celso, Daniele Donnici e Simona Lo Bianco, il PJF, che quest’anno è entrato a far parte del progetto sperimentale “Jazz takes the Green” (una rete nazionale di eventi culturali sostenibili e a basso impatto ambientale che gode della pluriennale esperienza e del tutoraggio della Fondazione EcoSistemi, del prestigioso patrocinio del Ministero della Cultura e del supporto di I-Jazz), prima di vivere una intensissima settimana di concerti sullo Ionio cosentino (dove sono attesi artisti del calibro di Nordgarden, Davide Shorty, Jesse Davis, Gianluca Guidi, Helen Tesfazghi, Eric Daniel & In Milonga e i The Hoppers) , riprenderà il suo itinerario turistico e culturale con un altro evento attesissimo dal pubblico: il tributo all’indimenticabile Jaco Pastorius a firma dei figli, Julius e Felix, e del sassofonista Jose Luis Santacruz, in programma martedì 3 agosto alle ore 20 presso il nuovo centro polifunzionale del Parco Nazionale del Pollino “La Catasta” in località Campotenese (nei pressi dell’uscita dell’A2). 

Il XX PJF, realizzato con il contributo del Ministero della Cultura, del Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di una ventina di amministrazioni comunali (presentato a valere sull’avviso pubblico relativo ai Grandi Eventi Internazionali della Regione Calabria), con i prestigiosi patrocini istituzionali di UNESCOConsolato Generale degli Stati Uniti d’America e Reale Ambasciata di Norvegia (oltre a quello di associazioni quali FAIConfindustria Cosenza, Agis e Anec CalabriaPuglia SoundsTouring Club ItalianoF.I.S. Calabria Slow Food Riviera dei Cedri) e con il sostegno di importanti Sponsor privati (tra cui Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Nuovo Imaie, Gelateria Capani e Ottica Di Lernia) e di prestigiosi Media Partner (su tutti, Il Quotidiano del Sud e Viaggiart), andrà avanti fino al 5 settembre prossimo, coinvolgendo nel suo itinerario ben 20 località calabresi e senza dubbio anche quest’anno, tappa dopo tappa, si confermerà come uno dei più importanti eventi culturali e turistici dell’estate calabrese, nonché come uno dei festival jazz più caratteristici d’Italia. 

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO:

Associazione Culturale Picanto

Mobile: 345/9514139

E-mail: peperoncinojazzfest@gmail.com

Web: www.peperoncinojazzfestival.com

Facebook/Instagram/Twitter: Peperoncino Jazz Festival