I Suoni delle Dolomiti, duplice appuntamento mercoledì 18 luglio - Oltre le colonne

I Suoni delle Dolomiti, duplice appuntamento mercoledì 18 luglio

I Suoni delle Dolomiti, duplice appuntamento mercoledì 18 luglio

I Suoni delle Dolomiti, duplice appuntamento mercoledì 18 luglio – Gidon Kremer e Avi Avital, due star tra le vette – A Madonna di Campiglio nella prestigiosa location del Salone Hofer, il grande Gidon Kremer porta in scena “Preludes to a lost Time” mentre nelle Dolomiti del Trentino orientale al rifugio Contrin – in Val di Fassa – si esibisce il mandolinista Avi Avital.

È un’accoppiata all’insegna del talento e dei musicisti fuori dal comune quella proposta da I Suoni delle Dolomiti per mercoledì 18 luglio che vede appunto esibirsi il più grande violinista in attività, e colui che ha portato il mandolino a una notorietà pensabile solo per una pop star.

Gidon Kremer, all’apice una straordinaria carriera – basti ricordare che ha vinto i concorsi Čajkovskij di Mosca e Paganini di Genova – ha fondato e impresso uno spirito unico alla Kremerata Baltica che riunisce i grandi talenti musicali del Baltico. Con loro è presente nella incredibile rassegna della Campiglio Special Week (dal 16 al 22 luglio) che non solo si confronta con grandi brani classici, ma si avventura nelle rotte della sperimentazione più libera e creativa e nel dialogo tra linguaggi. E proprio quest’ultimo aspetto è al centro di un evento imperdibile come quello del 18 luglio (ore 21) al Salone Hofer di Madonna di Campiglio. Kremer infatti porta al festival Preludes to a lost Time, un progetto straordinario ideato assieme a un altrettanto straordinario artista, il fotografo lituano Antanas Sutkus che ha raggiunto fama mondiale con opere in grado di raccontare il proprio Paese e la sua gente durante il periodo sovietico. Immagini indimenticabili in cui il bianco e nero ritrae una quotidianità in grado di vincere il tempo e la memoria, di imprimersi con gli occhi e i volti dei soggetti ritratti per sempre nel ricordo dell’osservatore mentre sullo sfondo e nel fondo di quegli sguardi si riconosce il destino di un’intera nazione e il senso di aspirazione, sconfitta e coraggio di intere generazioni.
Insieme hanno creato un evento basato sul dialogo tra musica – quella scritta dal polacco Mieczysław Weinberg – e immagini e che si trasforma in opera multiforme capace di descrivere e far riflettere sull’utopia sovietica. Imperdibile.
L’ingresso al concerto – che è un’iniziativa dell’APT Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Trentino Marketing, Comuni di Pinzolo e di Tre Ville oltre a Vigili del Fuoco volontari di Madonna di Campiglio – è a pagamento (€ 10) fino ad esaurimento posti. Il biglietto è acquistabile presso gli uffici dell’Apt e, se ancora disponibili, direttamente al Salone Hofer a partire dalle ore 19.
Informazioni: 0465 447501, www.campigliodolomiti.it

Spostandosi con un salto di alcune decine di chilometri in linea d’aria e arrivati sulle Dolomiti della Val di Fassa, troviamo alle ore 12 al rifugio Contrin, un altro appuntamento imperdibile. Questa volta il protagonista è un giovane musicista capace però di portare il proprio strumento a una notorietà tale che solo una pop star solitamente riesce a fare. Si tratta dell’israeliano Avi Avital che per la sua straordinaria abilità con il mandolino si è guadagnato una nomination Grammy Awards. Uno strumento quasi sconosciuto che ha riportato alla ribalta anche grazie a grandi incisioni, a decine di composizioni, a interpretazioni al fianco delle più importanti orchestre internazionali.
Avital è nato a Be’er Sheva, nel sud di Israele, e ha studiato il mandolino sin dall’età di otto anni; ben presto si è unito all’orchestra giovanile di mandolini fondata e diretta dal suo brillante insegnante, il violinista di origini russe Simcha Nathanson, per poi diplomarsi alla Jerusalem Music Academy e al conservatorio Cesare Pollini di Padova. Qui ha approfondito lo studio del repertorio originale per mandolino sotto la guida di Ugo Orlandi. Vincitore dell’edizione 2007 della prestigiosa Aviv Competition, Avital è il primo mandolinista a essere premiato nella storia del concorso. Suona un mandolino costruito dal liutaio israeliano Arik Kerman e negli anni ha collezionato numerose collaborazioni con artisti e orchestre importanti e partecipazioni ai più prestigiosi festival come Aspen, Salisburgo, Tanglewood, Spoleto, Ravenna, Cheltenham e Verbier. Nel 2017 è stato addirittura nominato “Portrait Artist” al Schleswig-Holstein Music Festival con oltre 20 esibizioni di 10 programmi diversi.

Come raggiungere il luogo del concerto
Il luogo del concerto è raggiungibile dal piazzale della Funivia Ciampac ad Alba di Canazei (parcheggio) a piedi lungo il sentiero numero 602 (ore 2.30 di cammino, dislivello 550 metri, difficoltà E).

L’escursione
Per l’occasione è possibile partecipare a una escursione con le Guide alpine del Trentino fino al luogo del concerto partendo dal parcheggio della Funivia Ciampac e seguendo il segnavia 602 (ore 2.30 di cammino, dislivello in salita 600 metri, difficoltà E). Partecipazione a pagamento previa prenotazione presso le Guide Alpine Alta Fassa Guides al numero 370 1347721 e gratuita fino ad esaurimento posti, previa prenotazione per i possessori di: Val di Fassa Card (recandosi presso gli uffici Apt) e Trentino Guest Card (sul sito visittrentino.info/card o al numero0462 609550).
Per gli amanti delle due ruote invece è prevista un’escursione in E-Mountainbike con gli accompagnatori di MTB fino al luogo del concerto. Il percorso, si snoda lungo la strada che porta al rifugio Contrin, ottimo punto panoramico, ai piedi del versante sud della Marmolada (10,9 km di lunghezza, dislivello in salita 483, difficoltà media).
Partecipazione a pagamento previa prenotazione entro le ore 12 del giorno precedente presso lo Sport Check Point al numero 0462 870997 e gratuita fino ad esaurimento posti, previa prenotazione per i possessori di: Val di Fassa Card (recandosi presso gli uffici Apt o al numero 0462 609550). L’escursione avrà luogo con un numero minimo di 5 partecipanti

In caso di maltempo il concerto viene recuperato alle ore 17.30 al Teatro Navalge di Moena. Biglietti per l’ingresso in distribuzione fino esaurimento posti dalle ore 15.30.

Un’iniziativa di APT Val di Fassa e Trentino Marketing

Informazioni: 0462 609550 – www.fassa.com

www.isuonidelledolomiti.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi