Francesco Zampini sul palco del Firenze Jazz Festival

Francesco Zampini sul palco del Firenze Jazz Festival – “Il suo solismo profondo ed elegante, la sua raffinatezza armonica ed il suo controllo strumentale di altissimo livello sono dimostrazione di grande intelligenza musicale. Ascoltando i suoi precedenti lavori discografici si denota anche il suo talento come compositore. Nel futuro del jazz italiano c’è molta roba buona. Francesco Zampini è certamente una di queste.” (Emanuele Cisi)

Uno nuovo grande talento nel panorama jazz italiano: è il chitarrista e compositore FrancescoZampini, che venerdì 18 settembre sarà in concerto al Firenze Jazz Festival alla guida del trio a suo nome.

Il giovane chitarrista toscano, da anni attivo sulla scena italiana e internazionale, vanta collaborazioni con artisti del calibro di Alex Sipiagin, Ben van Gelder, Darcy James Argue, Fabrizio Bosso, Emanuele Cisi, Nico Gori, Scott Hamilton, Roberto Tarenzi, Stefano “Cocco” Cantini, Walter Paoli, Raffaello Pareti, Jesper Bodilsen, Giovanni Falzone e Umberto Fiorentino. 

Si è esibito in Europa, Stati Uniti e Russia, e ha all’attivo due produzioni discografiche a suo nome: “Early Perspectives” (2019, AlfaMusic) con Raffaello Pareti e Walter Paoli e il nuovo album “Unknown Path” feat. Alex Sipiagin in uscita il 6 ottobre e registrato con un grande Quintet completato da Xavi Torres, Michelangelo Scandroglio e Bernardo Guerra.

Nel dicembre 2019 viene selezionato come unico semifinalista italiano per il prestigioso International Guitar Competition, concorso promosso dall’Herbie Hancock Institute of Jazz. Anche in Italia ha ricevuto ottimi consensi, tra cui il Primo premio al concorso nazionale per chitarristi “Davide Lufrano Chaves”, nel 2018.

Insieme a lui sul palco del Firenze Jazz Festival due musicisti di assoluto valore: Michelangelo Scandroglio, contrabbassista, compositore e band-leader che si è esibito con artisti come Enrico Rava, Logan Richardson, Seamus Blake, Gregory Hutchinson, Flavio Boltro e Marvin Smith, e il batterista Mattia Galeotti che da anni si esibisce in tutta Europa vantando collaborazioni con grandi nomi del jazz internazionale e che, grazie alla sua esperienza, riesce a spaziare la propria attività concertistica su vari generi musicali.

Un repertorio vario ed intrigante e una solida intesa tra Scandroglio e Galeotti che arricchisce e completa gli arrangiamenti e le composizioni del leader Francesco Zampini.

A ingresso gratuito, il concerto si terrà dalle 19.30 alla Limonaia di Villa Strozzi, in via della Pisana 77. 
www.firenzejazzfestival.it

www.francescozampini.com