Frammenti di un bestiario amoroso attraverso i lavori di Marilaide Ghigliano

Frammenti di un bestiario amoroso attraverso i lavori di Marilaide Ghigliano

Frammenti di un bestiario amoroso attraverso i lavori di Marilaide Ghigliano – Il percorso presenta alcuni lavori di Marilaide Ghigliano, fotoreporter particolarmente attenta ai sentimenti, qui incentrati sull’importanza degli animali nella vita dell’uomo e sul legame affettivo che ne scaturisce, tema particolarmente attuale ma documentato nelle arti figurative sin dai tempi più antichi. L’esposizione presenta quarantasei fotografie scattate dal 1974 al 2010 in diversi paesi dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa, immagini che hanno per protagonisti, assieme alle persone, cani, gatti, asini, oche, colombe, cavalli, mucche. I soggetti, dai quali la fotografa sembra ogni volta sorpresa e conquistata, sono catturati dal teleobbiettivo con discrezione, senza messa in posa. Come scriveva nel 1988 la storica dell’arte Adalgisa Lugli, Ghigliano «è una sorta di miracolata dello strumento che usa, dal quale è sorprendentemente libera, spontanea, slegata. Lavora viaggiando, guardando con una sorta di amore trasversale per le cose così poco classificatorio».

La passione per gli animali affiora costantemente nel percorso della fotografa torinese ed è documentata anche dai calendari con immagini di cani e gatti, tutti rigorosamente senza pedigree. Animali e persone sono immortalate allo stesso modo, con analoga empatia; il bianco e nero comunica in modo diretto, senza distrazioni, ed esplora, attraverso i tagli di forma e di luce, l’anima di persone e animali.

Le immagini entrano in dialogo con due importanti dipinti del Seicento di Carlo Cignani della Galleria Sabauda, Adone e Venere e Cupido, allestiti per l’occasione nello Spazio Scoperte, la cui presenza  risulta particolarmente significativa per la vicinanza delle tematiche sviluppate dal pittore bolognese a quelle presenti nella mostra.

L’esposizione, allestita nello Spazio Scoperte, è compresa nel biglietto d’ingresso dei Musei Reali.

Redattore: RENZO DE SIMONE

Data Fine: 27 maggio 2018

Costo del biglietto: 12,00 €; Riduzioni: 6,00 €

Prenotazione:Facoltativa

Luogo: Torino, Musei reali di Torino – Galleria Sabauda – via XX Settembre, 86

Orario: Dalle 9.00 alle 19.00.La biglietteria chiude alle 18.00Ultimo ingresso alle 18.30

Telefono: +39 0115211106

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi