Ferretti con i suoi “Appunti di vita” spazia tra rap, cantautorato e rock

Il nuovo singolo dell’artista marchigiano sugli stores digitali e in radio dal 22 giugno

Non è altro che voglia di ridere
La tua acida risposta alle cose”

Disponibile in radio e sugli stores digitali dal 22 giugno Appunti di vita, nuovo singolo dell’artista marchigiano Ferretti prodotto da Andrea Mei (Gang, Nomadi). Un brano rap che si contraddistingue per la scrittura cantautorale e per essere interamente suonato con influenze rock. Il testo è una confessione viscerale in cui Ferretti spazza via la sua vecchia corazza aprendo ad un nuova coscienza, che per quanto imperfetta, ha ancora qualcosa da dire.

Appunti di vita è una dichiarazione d’amor proprio, una richiesta d’aiuto non solo nostra; perché quando pensi di aver finalmente trovato una svolta determinante e determinata, finisci per ricadere nelle tue debolezze. Così realizzi come stanno veramente le cose: il vociare indistinto delle persone che non vorresti avere attorno ti circonda, fino ad ossessionarti ed annebbiarti la mente. Di fronte a questo, conoscersi e scoprire di essere finzione può essere scioccante: lo sterile tentativo di camuffarti si specchia con la tua coscienza, e adesso le tue certezze ti sembrano insignificanti. Questo brano nasce letteralmente da degli appunti, delle note nel telefono che non erano l’idea per un nuovo testo, ma solo nuovi spunti da percorrere relativi a quel preciso momento, che evolvono man mano in una direzione più precisa. È un grido d’aiuto universale che tutti possono chiedere o riconoscere in qualcun altro” – Ferretti.

CREDITS
Testo: Mattia Ferretti
Musica: prodotto, registrato, mixato e masterizzato da Andrea Mei presso il Potemkin Studio di Macerata

FERRETTI
Io sono Ferretti, che poi sarebbe il mio cognome, ho quasi 25 anni e vengo dalle campagne marchigiane, più precisamente da Mogliano, Macerata. Quando tutti cercavano un nome d’arte, io cercavo un buon motivo per non averne uno: perché quello che scrivo e che canto è esattamente ciò che rappresenta la persona che sono.Qui dalle mie parti no, non c’è città, che possa un po’ svagarmi dallo stare al bar, che possa trasformare tutta questa noia, in slancio vitale o sensibilità. La provincia è come una pentola di fango che ti inghiotte, ma se impari a nuotarci dentro, è possibile anche ‘cucinarci’ qualche cosa di buono”.

Ferretti, all’anagrafe Mattia Ferretti, ha quasi 25 anni e vive a Mogliano, in provincia di Macerata, nelle Marche. Dopo il liceo ha iniziato a studiare recitazione, rimbalzando tra Ancona e Roma; quindi la sua è una formazione attoriale, almeno in principio. Nel 2019 si è finalmente avvicinato alla musica, dopo aver rimandato per anni una passione figlia dei compulsivi ascolti adolescenziali, iniziando a comporre brani inediti e cercando di portare all’interno del linguaggio rap e cantautorale l’esperienza teatrale. Un percorso fatto di incontri con molti musicisti lo hanno portato, nell’aprile del 2021, a collaborare con il produttore Andrea Mei, (ex Gang & Nomadi, che attualmente produce e segue dal vivo l’ex cantante dei Nomadi Danilo Sacco) che una volta ascoltato il suo materiale ha deciso di produrlo. Nasce così “Ferretti”: un primo progetto di inediti che vede come centrali la scrittura e la matrice recitativa e si prefigge di mescolare canto, rap e rock, il tutto accompagnato da una band molto essenziale.