Felix Rovitto: volevo portare un po’ di divertimento

Peaches” è il nuovo singolo firmato dal cantautore emiliano Felix Rovitto: una canzone d’estate fuori stagione, con molta passione e divertimento.

Ciao Felix, ci racconti come nasce il tuo progetto da solista?

Il mio progetto nasce dalla fine di un altro progetto: sono sempre stato chitarrista per varie band, e l’ultima band avuta, i SUNCLOUD (rock psichedelico) purtroppo nel 2017 subisce uno stop, dal momento che il bassista e mio carissimo amico si trova a doversi recare a Lisbona per 4 anni per un progetto universitario. Indeciso tra il continuare con un altro bassista, o “congelare” momentaneamente il progetto, mi trovai a scrivere testi di canzoni. Iniziai a cantarle, e da lì un percorso che mi porta ad oggi. Come si svilupperà mi è molto difficile dirlo ora: la certezza è che continuerò a lavorare a nuovi brani, poi quel che sarà sarà!

“Peaches” è un singolo piuttosto sereno e in controtendenza con la stagione. Qual è la sua genesi?

Sì è vero, è in contrasto rispetto al periodo (siamo ancora in inverno) ma ho voluto comunque rilasciarla lo stesso, soprattutto direi dato il periodo; volevo portare un po’ di divertimento e di cose frivole, nonostante tutto.

“Peaches” l’ho scritta la scorsa estate: estate è voglia di divertimento innanzitutto, bene, avevo voglia di divertirmi e far divertire. Stavo scrivendo il testo sotto una base di accordi reggae, e tirai fuori il titolo da un messaggio ricevuto da una mia amica, che per sbaglio mi mandò l’emoji della pesca. Da lì ho avuto diciamo l’assist per sviluppare la canzone, e trovarne un senso “metaforico” con le ragazze, le donne.

So che è in arrivo un video. Come sarà?

Sarà molto fantasioso e divertente, non mi va di dire altro (ormai manco poco), ma ci saranno un sacco di pesche.

Hai in previsione un album? Ci anticipi qualcosa?

Attualmente no, l’idea dell’album mi balenava per la testa l’anno scorso pre-lockdown, poi la pandemia ha scombussolato tutti i miei piani, come i progetti di tutti noi. Ora come ora l’idea è nuovi singoli con cadenza più o meno quadrimestrale, magari passando anche attraverso cose ancora diverse rispetto alle precedenti. Il resto si vedrà.

Lasciaci una playlist da ascoltare accanto alla tua “Peaches”

Ecco qua, l’ho creata a fine estate scorsa/settembre: si chiama “Some Evenings”, e contempla canzoni molto famose, spaziando dagli ’80 e ’90 sino ai giorni nostri, tra cui la mia “Peaches”.