Esce Chapitre I, esordio discografico del quartetto italo-francese Les contes d’Alfonsina

LES CONTES D’ALFONSINA
CHAPITRE I
DODICILUNE / IRD

Prodotto da Dodicilune, distribuito in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store on line da Believe Digitalvenerdì 17 luglio esce Chapitre I, esordio discografico del quartetto italo-francese Les contes d’Alfonsina. Il progetto di ispirazione manouche, raccoglie le eredità musicali dei quattro musicisti – la cantante Sofia Romano, il clarinettista Hugo Proy, il violinista Frédéric Gairard e il chitarrista Marco Papadia – alla ricerca di un’identità ibrida tra gipsy jazz e canzone francese, esotismi mediterranei e modernità. Il percorso di vera e propria riappropriazione del repertorio si concretizza in uno stile personale, in atmosfere emotivamente tese e in scelte armoniche e ritmiche a volte insolite rispetto alla pura tradizione manouche.

Il risultato è un estetismo raffinato in cui lo sforzo compositivo e narrativo diventano punto d’approdo naturale del lavoro di arrangiamento. I tre strumenti, tipici del gipsy jazz, da un lato garantiscono all’album una natura sonora acustica coerente alla tradizione manouche; dall’altro si interrogano reciprocamente in maniera inedita, esplorando rapporti orchestrali con la voce.  La voce della cantante salentina raccoglie, infatti, la sfida del racconto, propria della canzone francese, senza sacrificare la ricchezza melodica tipica del linguaggio gipsy jazz. Le parole corron o su melodie ricche tessendo un fil rouge intorno al tema dell’isolamento e del ricordo, declinato in ciascuno dei sette brani presenti.

La tracklist si apre con Indifférence, un esercizio di stile dei più complessi, passaggio quasi obbligatorio e battesimo di fuoco del quartetto, con musica di Joseph Colombo e Tony Murena – mascheramento del celebre “Montagne Saint Geneviève” di Django Rheinardt, atto di nascita del valse swing – e testo del cantante aquitano André Minvielle. In scaletta La Foule – canzone francese portata al successo da Édith Piaf – che nell’arrangiamento del quartetto strizza l’occhio a sonorità tzigane; La Bicyclette, brano scritto da Francis Lai e Pierre Barouh e reso celebre dal cantante Yves Montand; After You’ve Gone, unico vero e proprio standard presente nell’album, tributo del quartetto al bagaglio Gipsy jazz-Swing. La cantante Sofia Romano firma i testi dei brani Le Géant, musica di Marco PapadiaLa Via – Bistro Fada di Stephane Wrembel e Zarafah di Joshua Redman.

Chapitre I sarà presentato al Valdarno Jazz Festival (Gropina, frazione di Loro Ciuffenna, Arezzo – 17 luglio) e al SEI Festival (Castello Volante di Corigliano d’Otranto – 19 luglio).

L’etichetta Dodicilune, fondata da Gabriele Rampino e Maurizio Bizzochetti è attiva dal 1996 e dispone di un catalogo di oltre 250 produzioni di artisti italiani e stranieri. Distribuiti nei negozi in Italia e all’estero da IRD, i dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online, ascoltati e scaricati sulle maggiori piattaforme del mondo grazie a Believe Digital.