Diego Nota live al Contestaccio con ‘Esercizi per scomparire’

Diego Nota live al Contestaccio con ‘Esercizi per scomparire’ – Venerdì 25 maggio, Diego Nota presenta Esercizi per scomparire, il suo ultimo lavoro discografico, sul palco del Contestaccio.

L’ex Ultimavera ritorna sulla scena della musica italiana indipendente a 5 anni dal suo precedente album da solista, “Anarchia cordis”, con un lavoro dai toni low-fi con stile cantautorato e new wave elettronico.

Ogni traccia equivale ad un esercizio per scomparire – racconta Diego. La totale estraneità esistenziale, la vita vissuta per inerzia, la vaga prospettiva di un’insperata rivincita, la canzone d’amore sopraffatta da quella dell’odio, del tedio e del cinismo, sono i pezzi che compongono l’allenamento quotidiano per scomparire. Il disco è una metafora di una palestra in cui invece di fare squat, alzate laterali, addominali obliqui, bicipiti e tricipiti, i protagonisti si allenano per perdere: perdono la forma, l’espressione, la pazienza, le amicizie, il lavoro, la speranza. Conservano ad ogni modo una grande dote insita in ogni cuore umano: la dolcezza.

Sul palco con Diego, Maurizio Minnucci alla chitarra, Marco Vallecoccia al basso e Gianluigi Nocella alla batteria.

BIOGRAFIA

Diego Nota è un cantautore che artisticamente nasce nei primi anni del 2000, con gli Ultimavera, band laziale con cui pubblica tre dischi (Ultimo numero primo, nel 2005 – Dimore nel 2007 – Ai caduti in bicicletta nel 2010).

Dal 2013 intraprende la sua carriera da solista incidendo il suo primo album “Anarchia cordis”. Nel 2018 esce il suo secondo lavoro, “Esercizi per scomparire”.

Entrambi i dischi sono interamente autoprodotti.

Tra le due pubblicazione musicali, nel 2014, apre una parentesi teatrale portando in giro per un breve periodo il monologo tragicomico “Le ultime lettere degli antropomorfi”, mentre nel 2009 scrive una raccolta di racconti intitolata “L’espansionismo dei pidocchi”.

Dal secondo disco Diego Nota collabora nei live con Gianluigi Nocella, Maurizio Minnucci e Marco Vallecoccia.

Articolo precedenteTerra Santa. In libreria la nuova edizione della Guida della Custodia di Terra Santa per pellegrini e viaggiatori
Articolo successivoZERO è il nuovo album dei The Road Connection