Diana, il nuovo singolo degli Outcasters

“DIANA”, il nuovo singolo (e videoclip) degli OUTCASTERS, tratto dall’EP Folle in silenzio N.1. Disponibile su tutte le piattaforme digital streaming.

Un brano dall’impronta chiaramente pop che viaggia sulla scia dei vari generi emotional trap, post punk, indie e stadium rock, ripercorrendo stili alternativi molto affermati nel resto del mondo, con l’intento di ricreare con la propria musica un fenomeno cross-over qui in Italia. Un progetto con testi in italiano, motivetti trascinanti ed orecchiabili che portano la band nella direzione più popolare possibile, data l’esigenza, non solo di vivere di musica, ma di diffondere ideali e messaggi precisi; affrontando tematiche rilevanti e introspettive che trovano spazio nelle melodie “hookie” e nell’utilizzo del linguaggio rap/hip-hop.

Tanta energia ed originalità immerse in un mood di rivalsa adolescenziale e di forti ideologie sociali che portano il duo a prendere molto seriamente la musica tutta e farne un vero e proprio manifesto contro la mediocrità culturale così tristemente diffusa in quest’epoca.

GUARDA IL VIDEO DI DIANA

https://youtu.be/yaVBT2KcpAY

BIOGRAFIA

Gli Outcasters sono un duo alternative Rock/Pop Italiano nato nel 2017.

La band nasce come progetto pop punk, con sonorità molto semplici e testi in inglese.

Inizialmente gli Outcasters erano composti da 4 membri, la band si riduce entro poco in un power-trio con Alberto Patriarca alla voce e chitarra, Francesco Bertaglia al basso e voce e Matteo Bolle alla batteria che riesce a sostenere lo spirito teen ma senza registrazioni ufficiali, sciogliendosi poco dopo.

Nel 2017 la band torna in attività con il suo primo EP disponibile in tutti gli store digitali dal nome Outcasters Ep e con un nuovo energico batterista, Luca Casoria che andrà a sostituire il precedente diventando poco dopo l’altro membro del gruppo.

Nel 2018 esce l’album live chiamato The Craft (live 2018) che vede seguire l’uscita di 3 singoli nel 2019, l’ultimo di questi primo in Italiano, che segnano la fine del trio. A seguire il duo rimasto si concentra sull’originalità delle sonorità elettronico/acustiche tipiche del pop contemporaneo, mantenendo però l’energia tipica del rock.