Denunciati due turisti francesi per aver imbrattato il Colosseo

Denunciati due turisti francesi per aver imbrattato il Colosseo

Denunciati due turisti francesi per aver imbrattato il Colosseo – Imbrattavano il Colosseo incidendo i loro nomi. Carabinieri denunciano due turisti francesi.

 

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Celio, ieri pomeriggio, hanno denunciato una coppia di turisti francesi di 25 anni, sorpresi ad incidere il loro nome su un pilastro del Colosseo. Erano circa le 15 quando, mischiati tra la folla, i due giovani turisti, affascinati dalla maestosa opera, hanno pensato di lasciare un loro ricordo sul monumento simbolo della “Città Eterna”. Ma, grazie al piano di controllo del territorio “Natale Sicuro” disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, i Carabinieri hanno notato la coppia che,  servendosi di una penna a scatto utilizzata come punteruolo, stavano incidendo i loro nomi, per una scritta lunga circa 10 centimetri, su un pilastro dell’anfiteatro romano. La coppia è stata fermata e denunciata a piede libero per deturpamento e imbrattamento su cose di interesse storico ed artistico e rischia anche di risarcire il danno causato.

 

 

Roma – Controlli dei carabinieri alla movida romana. Quindici persone arrestate e 13 denunciate.

 

 

Continuano i controlli alla movida capitolina da parte dei Carabinieri di Roma. Durante lo scorso week-end, 15 sono state le persone arrestate e 13 quelle denunciate, per reati che vanno dallo spaccio di sostanze stupefacenti, ai borseggi, taccheggi e vendita di merce contraffatta. I Carabinieri che sono stati maggiormente impegnati nei servizi di controlli alla “movida” sono quelli delle Compagnie Roma Eur, Roma Parioli, Roma Centro e Roma Trastevere, coordinate dal Comando Gruppo di Roma. I quartieri messi a setaccio sono Centro Storico Magliana, San Lorenzo, Torrino, Parioli, Pigneto, Trastevere, San Paolo, oltre che alle fermate metropolitane.  In particolare, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro, hanno arrestato 3 nomadi che poco prima, alla fermata metro “Barberini” avevano borseggiato una studentessa perugina rubandole il telefono cellulare e 150 euro in contanti; un cittadino marocchino di 22 anni, è stato arrestato per taccheggio, dopo aver rubato alcuni prodotti alimentari da un noto supermercato del Centro; due bengalesi sono stati denunciati a piede libero per vendita di merce contraffatta e  quattro venditori di “smile” gommosi, sanzionati per esercizio abusivo  del commercio ambulante. I Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere, hanno arrestato 3 romeni, due uomini di 23 e 26 anni ed una donna di 20 anni, che ieri sera, hanno rubato dei capi di abbigliamento da un grande magazzino a Viale Trastevere, dopo aver rimosso, con un a pinza, le placche antitaccheggio. La Compagnia Carabinieri Roma Eur, ha sequestrato oltre 800 grammi di hashish e decine di dosi di marijuana e cocaina nei quartiere Magliana e Torrino. Gli arrestati sono una coppia di italiani a cui i miltiari hanno sequestrato la sostanza stupefacente e circa 2mila e 400 euro in contanti, presunto provento dell’attività di spaccio. Altri due stranieri di 26 e 19 anni, sono stati arrestati alla fermata metropolitana “Termini” poiché responsabili di aver rubato il portafogli ad un turista. Inoltre, sempre gli stessi Carabinieri, hanno denunciato quattro giovani cittadini dell’est per furto di merce da alcuni esercizi commerciali del quartiere San Paolo. Non sono mancate le denunce a piede libero per per guida in stato di ebbrezza e per guida senza patente.

 

 

Via Tuscolana – Tenta la truffa in banca. Una 41enne di origine napoletana arrestata dai carabinieri

 

 

Roma – I Carabinieri della Compagnia di Roma Casilina hanno arrestato una 41enne di origine napoletana che munita di documenti d’identità falsi, è entrata in un istituto di credito di via Tuscolana tentando di aprire un conto corrente sotto false generalità. L’operatore di sportello, insospettito dalla documentazione che gli era stata fornita dalla donna,  fingendo di dover prendere alcuni moduli, si è allontanato dalla sua postazione e, senza farsi notare, ha chiamato il 112. I Carabinieri, immediatamente intervenuti, hanno fermato la donna e da successivi accertamenti hanno scoperto che i suoi documenti di identità erano falsi. La 41enne, arrestata, è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo, e dovrà rispondere di sostituzione di persona, falsa attestazione a pubblico ufficiale, possesso di documenti falsi e tentata truffa.

 

 

 

Non si fermano all’alt dei carabinieri. Inseguiti e bloccati vengono trovati in possesso di cocaina ed uno “sfollagente”. In manette due studenti campani.

 

 

Roma – I Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante hanno arrestato due studenti, rispettivamente di 21 e 23 anni, di origine campana, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio e porto abusivo di armi. I militari dell’Arma impegnati in un posto di controllo in via Rovigno d’Istria, hanno intimato l’alt all’auto con a bordo i due giovani che invece di fermarsi hanno proseguito la corsa nel tentativo di sottrarsi al controllo dei Carabinieri. A nulla è valsa la fuga poiché, dopo un breve inseguimento, sono stati bloccati dai militari. A seguito della perquisizione i Carabinieri hanno trovato a bordo dell’auto alcune dosi di cocaina ed uno sfollagente. I due, arrestati, saranno processati con il rito direttissimo.

 

 

Roma – Otto nomadi arrestati dai carabinieri per riciclaggio. Viaggiavano a bordo di veicoli rubati, o di dubbia provenienza, sui quali avevano applicato targhe straniere.

 

 

Nomadi scatenati nella notte. I Carabinieri, in due episodi distinti, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto 8 nomadi, quattro donne di origini slave di età compresa tra i 15 ed i 24 anni e quattro cittadini romeni tra i 18 ed i 37 anni, con l’accusa di riciclaggio in concorso. Nel primo caso, i Carabinieri della Stazione Roma Monte Mario hanno intercettato le 4 donne in piazza Sante de Sanctis, a bordo di una Golf con targa straniera. Durante il controllo, le donne hanno assunto un atteggiamento poco collaborativo, motivo che ha spinto i militari ad approfondire le verifiche: in breve tempo, i Carabinieri hanno scoperto che l’auto era stata rubata il 21 settembre scorso nel quartiere di Prima Porta e che le nomadi avevano applicato la targa straniera nel tentativo di eludere i controlli da parte delle forze dell’ordine. Le maggiorenni sono state associate alla sezione femminile del carcere di Rebibbia mentre la minore è stata affidata ai genitori. In via Idrovore della Magliana, invece, i Carabinieri della Stazione Roma Torrino Nord hanno arrestato quattro cittadini romeni, tre uomini di 21, 35 e 37 anni ed una ragazza di 18 anni, che stavano viaggiando a bordo di un furgone con targhe in plastica riportanti una sigla alfanumerica straniera. Anche in questo caso, i Carabinieri hanno deciso di andare più a fondo nelle verifiche ed hanno scoperto che il numero di telaio del veicolo era stato abraso. Anche i documenti di circolazione erano stati grossolanamente contraffatti. Il furgone è stato sequestrato e i tre uomini sono stati associati al carcere di Regina Coeli. La 18enne, invece, è stata trasferita al carcere di Rebibbia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi