CPM Open Week, iniziano gli eventi speciali con i protagonisti della musica

CPM Open Week, iniziano gli eventi speciali con i protagonisti della musica. L’Open Week è un momento speciale e unico. Il CPM Music Institute apre, infatti, le sue porte a tutti i milanesi e agli appassionati della Musica. La scuola stessa si ferma per dare spazio a grandi concerti, seminari, incontri e masterclass, con i protagonisti della Popular Music in ogni suo genere e declinazione. Dodici eventi che abbracciano non solo i suoi generi più conosciuti come rock, pop, jazz, funk, ma anche ciò che rappresenta in toto la sua identità.

Lunedì 20 Novembre 2017
presso Auditorio CPM

Lunedì 20 Novembre

11:00_12:30      FRANCO MUSSIDA

Popular Music: ruolo presente e prospettive future”.

12:30_13:00      FRANCESCO TRICARICO

Meccanismi per costruire canzoni utili”.

14:00_16:00      GIOVANNI BOSCARIOL

“Immagini e climi sonori di forme e linguaggi Pop Rock: le Tastiere”.

(accesso pubblico esterno a pagamento*)

16:30­­_18:30      MARIO LAVEZZI

“La SIAE di domani”

11:00_12:30

FRANCO MUSSIDA_Popular Music: ruolo presente e prospettive future”.

Un incontro incentrato sull’inquadramento dell’espressione Popular Music e sull’esplorazione delle sue radici storiche anche attraverso contributi audio e video. In particolare si farà riferimento a 5 principali periodi:    – Contributo etnico

– Pre II Guerra Mondiale

– Rivoluzione della Popular Music e del Rock

– Attualità

Franco Mussida – Fondatore e da sempre Presidente del CPM, è stato anche uno dei fondatori e anima della PFM. Compositore e uno dei più importanti chitarristi italiani, considera la Musica una delle forme più alte di comunicazione. Il suo contributo è stato determinante per creare una struttura complessa, a più livelli nei campi della didattica, dell’editoria musicale, nelle ricerche sulla musica come supporto al disagio affettivo. Protagonista nel campo delle arti, autore di saggi e pubblicazioni, porta la sua personale visione della Musica (con la M maiuscola) all’interno della didattica, per formare musicisti sempre più consapevoli.

 12:30_13:00

FRANCESCO TRICARICO_Meccanismi per costruire canzoni utili”.

La vita è una suggestione collettiva. Se sei bravo una canzone può fissarne un attimo che tutti possono condividere. Ma da dove arrivano le parole? Come sceglierle? Come si accostano ad una Musica? Cosa e come comunicarle? Sono domande che fanno parte di un libero processo creativo, da scoprire anche attraverso l’esperienza e il confronto. E per questo motivo nasce il master Meccanismi per costruire canzoni utili, che vede come docente Francesco Tricarico. Vieni a scoprire il corso che farà in modo che ” […] Una canzone che possa diventare ‘un pezzo’ della tua vita e di quella altrui. […]”

Francesco Tricarico –  Tricarico, classe 1971 è un cantautore italiano. Inizia a suonare da giovanissimo e si diploma in flauto traverso al Conservatorio di Milano. Nel settembre del 2000 esce il primo singolo Io sono Francesco che riscuote immediato successo e viene premiato col Disco di Platino. Nel 2002 arriva il primo disco intitolato Tricarico; nel 2004 il secondo, Fescobaldo nel recinto. Nel 2008 partecipa al Festival di Sanremo vincendo il Premio della Critica Mia Martini con il brano Vita tranquilla e pubblica Giglio, il suo terzo album. Ha all’attivo 7 album, un libro dal titolo Semplicemente ho dimenticato un elefante nel taschino (2009, Ed. Bompiani). Ha collaborato con artisti quali Adriano Celentano, Zucchero ed è stato autore per Gianni Morandi e Malika Ayane.

Cantautore difficile da connotare all’interno di un genere musicale ben preciso, la musica di Tricarico è caratterizzata da una forte impronta autobiografica che la rende molto sensibile ed originale: per comprendere appieno la sua musica bisogna conoscere la sua personalità artistica fuori dagli schemi in grado di toccare con rara sensibilità le più profonde corde dell’anima con parole, espressioni talvolta infantili, riuscendo ad esprimere con molta delicatezza i sentimenti.

14:00_16:00

GIOVANNI BOSCARIOL_“Immagini e climi sonori di forme e linguaggi Pop Rock: le Tastiere”

RISERVATO AGLI ALLIEVI CPM (accesso esterni a pagamento*)

Un viaggio attraverso le sonorità e i climi armonici creati dal mondo delle tastiere analogiche (Moog, Hammond) e dalla rivoluzione del MIDI.

Giovanni Boscariol  – Tastierista, compositore, arrangiatore, produttore e insegnante. Musicista di formazione classica (Organo e Composizione al Conservatorio B. Marcello di Venezia) e scientifica (Sound Engineering e Music Production alla scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo), dedica il suo tempo allo studio delle tastiere (Pianoforte, organo Hammond, sintetizzatori, Rhodes, Wurlitzer) e alla tecnologia applicata alla musica. Ha suonato nei tour e nelle realizzazioni discografiche di artisti quali Fiorella Mannoia, Ron, Paola Turci, Miguel Bosè, Nek, Loredana Bertè, Enrico Ruggeri, Pitura Freska, Claudio Baglioni, Renato Zero, Gianluca Grignani, Elisa, Cesare Cremonini, Fabio Concato, Patty Pravo, Eros Ramazzotti e molti altri. Ha partecipato, come componente dell’orchestra, a diverse trasmissioni televisive, tra le quali dodici edizioni del Festival di Sanremo. Collabora con RTI, Rai e Disney Channel alla composizione e alla realizzazione di sigle, sottofondi e musiche per varie pubblicità e trasmissioni televisive. È il tastierista della The Luca Colombo Band, assieme a Paolo Costa e Lele Melotti. È docente del corso di laurea in Tastiere a indirizzo Pop Music presso il Conservatorio di Pescara e di Sintesi e storia degli strumenti musicali elettronici presso la scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo (CN). In CPM insegna Midi Programming.

16:30­­_18:30

MARIO LAVEZZI _“La SIAE di domani”

 Mario Lavezzi –  Compositore, cantautore e produttore discografico, ha approcciato la musica studiando presso la Scuola Civica di Milano, mentre nel 1963 crea un gruppo musicale chiamato I Trappers che lascia nel 1966 per entrar a far parte de I Camaleonti, con i quali registra l’album omonimo. Nel 1968 esce dal gruppo per adempiere al servizio militare e, dall’incontro con Mogol nello stesso anno, inizia la sua attività di compositore, scrivendo la musica della canzone Il primo giorno di primavera, il cui testo è stato scritto dallo stesso Mogol, in collaborazione con Cristiano Minnellono. La canzone viene portata al successo da I Dik Dik. Nasce l’etichetta discografica Numero Uno fondata da Mogol e Battisti, della quale Lavezzi entra a far parte come autore, produttore e interprete. Dopo cinque anni, in occasione della cessione dell’etichetta alla RCA, firma un contratto con Sugar Music per le edizioni e come compositore artista e produttore con l’etichetta CDG/CBS, intraprendendo un’intensa attività di cantautore e produttore. Nel 1975 conosce Loredana Berté, con la quale intreccia un lungo sodalizio lavorativo come produttore e autore di molti suoi album, componendo le canzoni E la luna bussò e In alto mare. A questa seguono altre produzioni per Fiorella Mannoia, Loretta Goggi e Anna Oxa. Lavezzi dirige poi la produzione artistica per Ornella Vanoni, per la quale scrive non pochi successi e la cui collaborazione si protrae per cinque album, tra i quali Una bellissima ragazza, giudicato dalla critica il più bell’album del 2007. Con Eros Ramazzotti compone Stella gemella e nel 2001 scrive quattro canzoni per un album di Gianni Morandi. In occasione del Festival di Sanremo 2009 Mario Lavezzi sale sul palcoscenico dell’Ariston per presentare la canzone Biancaneve, cantata in coppia con Alexia. Al momento produce la cantante Deborah Iurato.

Quest’anno, in occasione del riconoscimento ministeriale che autorizza il CPM Music Institute a rilasciare il titolo di Diploma Accademico di Primo Livello per i corsi più avanzati di Strumento e Canto, la consueta Open Week, che, dal 2006, due volte l’anno segna un importante momento di incontro e confronto tra la scuola e il mondo artistico musicale con tutte le sue professioni, sarà interamente dedicata alla Popular Music.

Ci saranno quindi approfondimenti assegnati a personaggi e importanti professionisti, momenti di riflessione e formazione pensati non solo per gli allievi del CPM, ma per tutti coloro che nutrono una reale passione nei confronti della Popular Music e che vogliono scoprirne anche gli aspetti meno conosciuti, grazie al racconto di chi vive ogni giorno di Musica, in un clima di intenso scambio di idee.Momenti, dicevamo, pensati per gli allievi del CPM Music Institute, ma aperti a tutti coloro che sono interessati ad approfondire la loro conoscenza della Musica, della sua produzione oltre alla sua semplice fruizione: a parte eccezioni, si tratta di eventi gratuiti e aperti al pubblico, che dovrà solo registrarsi sul sito del CPM Music Institute.

Questo novembre da lunedì 20 a giovedì 23 sul palcoscenico del CPM Music Institute si alterneranno Franco Mussida, Francesco Tricarico, Giovanni Boscariol, Mario Lavezzi, Luca Colombo, Dargen D’Amico e Isabella Turso, Carlo G. Gabardini, Mell Moricone & Cinaski, Fabio Ingrosso.

Evento speciale per la MILANO MUSIC WEEK 2017, “Mango: un geniale artista della voce”, con Franco Mussida e Laura Valente (più sotto, la presentazione). 

 CPM OPEN WEEK

“Popular Music: ruolo presente e prospettive future”

Gli incontri, aperti al pubblico, e a ingresso gratuito, salvo dove indicato diversamente (25 euro per il pubblico esterno, 15 euro per i diplomati al CPM, ingresso libero per gli studenti CPM).

Lunedì 20 Novembre

11:00_12:30      FRANCO MUSSIDA

Popular Music: ruolo presente e prospettive future”.

12:30_13:00      FRANCESCO TRICARICO

Meccanismi per costruire canzoni utili”.

14:00_16:00      GIOVANNI BOSCARIOL

“Immagini e climi sonori di forme e linguaggi Pop Rock: le Tastiere”.

(accesso pubblico esterno a pagamento*)

16:30­­_18:30      MARIO LAVEZZI

“La SIAE di domani”

Martedì 21 Novembre

11:00_13:00      GABRIELE COMEGLIO

“Forme, sistemi e linguaggi Jazz” – parte 1

(accesso pubblico esterno a pagamento*)

14:00_16:00      GABRIELE COMEGLIO

“Forme, sistemi e linguaggi Jazz” – parte 2

(accesso pubblico esterno a pagamento*)

18:30_20:30      FRANCO MUSSIDA E LAURA VALENTE

Mango: un geniale artista della voce”

Con la partecipazione di ENRICO RUGGERI, MARIO LUZZATTO FEGIZ, MARA MAIONCHI, ALBERTO SALERNO, PAOLA GALLO e molti altri.

EVENTO SPECIALE MILANO MUSIC WEEK 2017

Mercoledì 22 Novembre

11:00_13:00      LUCA COLOMBO

“Immagini e climi sonori di forme e linguaggi Pop Rock: la Chitarra”

(accesso pubblico esterno a pagamento*)

14:00_16:00      DARGEN D’AMICO e ISABELLA TURSO

“Il cantautorap”

17:00_17:30      CONSEGNA BORSE DI STUDIO Q8

18:00_19:30      CONSEGNA DIPLOMI A.A. 2016/2017

Con CARLO G. GABARDINI.

Giovedì 23 Novembre

11:00_13:00      MELL MORCONE & CINASKI

”Appunti di viaggio: laboratorio di scrittura poetica e lettura dal vivo”

14:00_16:00      FABIO INGROSSO

“Teoria e tecnica dell’interpretazione scenica” – parte 1

(accesso pubblico esterno a pagamento*)

16:30_18:30      FABIO INGROSSO

“Teoria e tecnica dell’interpretazione scenica” – parte 2

(accesso pubblico esterno a pagamento*)

Mango: un geniale artista della voce

UN ESEMPIO DI TECNICA E PROFESSIONALITÀ PER I GIOVANI CANTANTI

CHE SI RICONOSCONO NELLA POPULAR MUSIC

Con Franco Mussida e Laura Valente,

e con la partecipazione di Enrico RuggeriMario Luzzatto Fegiz,Mara MaionchiAlberto SalernoPaola Gallo e molti altri.

Martedì 21 Novembre 2017

ore 18:00  presso Teatro CPM

Ingresso libero fino a esaurimento posti. È consigliata la prenotazione.

EVENTO SPECIALE IN COLLABORAZIONE

CON MILANO MUSIC WEEK 2017

Un evento che si svilupperà nell’arco di una conversazione tra Franco Mussida, presidente del CPM Music Institute, e Laura Valente, artista e compagna di vita dell’artista scomparso. Tra letture, ascolti, esibizioni, filmati e testimonianze, si analizzeranno i tanti aspetti tecnici ed espressivi del canto di Pino Mango nell’arco della sua carriera. Un’opportunità unica per mettere a fuoco il suo straordinario strumento vocale nelle sue potenzialità espresse pubblicamente, e in alcune private ancora sconosciute al grande pubblico.

A evidenziare le tappe di una carriera unica, ci saranno anche importanti ospiti ed amici. L’evento sarà un’occasione per fare una vera e propria sintassi del canto di Mango come artista della voce nella Popular Music, per dare ai giovani cantanti il modo di apprezzarne non solo la tecnica, ma  anche la sua intensa profondità espressiva. Una via personale e consapevole per raggiungere con il suo suono il mondo emotivo dell’ascoltatore.

L’evento si svolge in collaborazione con Milano Music Week 2017.