Bloccati tre ladri mentre tentano un furto in uno studio legale

Bloccati tre ladri mentre tentano un furto in uno studio legale

Bloccati tre ladri mentre tentano un furto in uno studio legale – Carabinieri bloccano tre esperti ladri mentre tentano un furto presso uno studio legale. Sequestrata attrezzatura per clonare le chiavi.

 

Roma – Tre esperti ladri di appartamenti sono stati arrestati a Roma dai Carabinieri. La scorsa sera, i tre stavano mettendo a segno un colpo presso uno studio legale in via Lucrino quando sono stati notati da alcuni Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Subiaco che si trovavano a Roma per un’attività di indagine. I tre ladri sono stati visti uscire dal condominio con gli “attrezzi del mestiere” e a quel punto i Carabinieri non hanno potuto evitare di fermarli. Tutti e tre romani con precedenti, tra i 42 e 51 anni, dovranno rispondere di tentato furto in concorso. Gli esperti ladri erano infatti già riusciti a clonare la chiave della serratura della porta d’ingresso. In loro possesso e presso le loro abitazioni i militari hanno sequestrato una consistente varietà di attrezzatura per compiere furti in appartamento: 42 chiavi di vario genere; 2 tubi in ferro ad uso estrattore e scasso; 1 chiave a brucola modificata; 20 cilindri doppi per serrature completi di chiavi; 5 spessimetri; 5 lime a triangolo; 1 agenda con all’interno i report di vari sopralluoghi e manoscritti riguardanti i codici delle serrature; 3 porzioni di plastilina utilizzate per il calco delle chiavi; penicillina in polvere utilizzata per non lasciare tracce di plastilina durante il calco delle chiavi. Gli arrestati sono stati associati presso Casa Circondariale di Roma Regina Coeli.

 

Moglie, ex marito e attuale compagno della donna vengono alle mani. Arrestati dai carabinieri per rissa.

 

Roma – Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Roma Porta Cavalleggeri, con la collaborazione del personale della Gendarmeria Vaticana, hanno arrestato due uomini e una donna, tutti di origini pugliesi di età compresa tra i 32 e i 47 anni, già conosciuti alle forze dell’ordine, per aver dato vita ad una rissa nei pressi dell’Ospedale “Bambino Gesù”. I tre, rispettivamente moglie, ex marito e attuale compagno della donna, hanno acceso un’animata discussione per dissidi di carattere familiare nei pressi dell’ingresso del padiglione del pronto soccorso dell’Ospedale Pediatrico di piazza di S.Onofrio. Dopo alcuni istanti, i contendenti sono passati dalle parole ai fatti, iniziando a colpirsi vicendevolmente con schiaffi, calci e pugni. Dalle tasche di uno dei tre è spuntato anche un taglierino. L’intervento dei Carabinieri della Stazione Porta Cavalleggeri e del personale della Gendarmeria Vaticana, in servizio all’interno del polo ospedaliero, ha evitato che la rissa potesse degenerare in qualcosa di ben più grave. Il taglierino è stato sequestrato e i tre pugliesi, dopo essere stati visitati e dimessi dal pronto soccorso dell’ospedale “Santo Spirito”, dove gli sono state medicate le lievissime lesioni riportate nella zuffa, sono stati trattenuti in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Velletri – Rubano energia elettrica, arrestati dai carabinieri.

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Velletri nella tarda serata di ieri hanno arrestato un cittadino romeno di 40 anni, in Italia senza fissa dimora, ed una donna italiana originaria di Roma di 46, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine con l’accusa di furto di energia elettrica. I due sono stati sorpresi all’interno di una baracca abbandonata nella periferia di Velletri, dove, si erano allacciati abusivamente alla rete elettrica con una deriva artigianale e stavano sottraendo l’energia elettrica per far funzionare le loro apparecchiature elettriche. Il personale tecnico intervenuto su richiesta dei militari ha quindi potuto mettere in sicurezza gli impianti manomessi dai due e ristabilire il corretto funzionamento della centralina elettrica. La coppia è stata quindi arrestata con l’accusa di furto aggravato in concorso e trattenuta in caserma in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Velletri.

 

Movida – Romano 33enne sorpreso in discoteca con dosi di droga. Un addetto alla sicurezza lo nota e lo fa arrestare dai carabinieri. Sequestrate dosi di cocaina, ecstasy e mda.

 

Roma – La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un romano di 33 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. E’ stato un addetto alla sicurezza del locale, all’Eur, a chiamare i Carabinieri, verso le 2 di notte, segnalando la presenza dell’uomo visto avvicinarsi ad alcuni clienti con in mano delle pasticche. I militari intervenuti hanno individuato e bloccato l’uomo. che a seguito della perquisizione personale è stato trovato in possesso di circa 6 g. di cocaina suddivisa in dosi, 8 g. circa di “MDA” e 20 pasticche di ecstasy, nonché 500 euro in contanti ritenuto provento della pregressa attività illecita. I militari dopo l’arresto hanno effettuato la perquisizione presso l’abitazione del romano dove sono stati rinvenuti 2 bilancini di precisione, tutto il materiale occorrente al confezionamento dello stupefacente ed ulteriori 600 euro in contanti di piccolo taglio verosimilmente provento dell’attività di spaccio. Portato in caserma il 33enne è stato trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo, mentre la droga, il denaro e il materiale rinvenuto sono stati sequestrati.

 

Carabinieri bloccano tre esperti ladri mentre tentano un furto presso uno studio legale. Sequestrata attrezzatura per clonare le chiavi.

 

Roma – Tre esperti ladri di appartamenti sono stati arrestati a Roma dai Carabinieri. La scorsa sera, i tre stavano mettendo a segno un colpo presso uno studio legale in via Lucrino quando sono stati notati da alcuni Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Subiaco che si trovavano a Roma per un’attività di indagine. I tre ladri sono stati visti uscire dal condominio con gli “attrezzi del mestiere” e a quel punto i Carabinieri non hanno potuto evitare di fermarli. Tutti e tre romani con precedenti, tra i 42 e 51 anni, dovranno rispondere di tentato furto in concorso. Gli esperti ladri erano infatti già riusciti a clonare la chiave della serratura della porta d’ingresso. In loro possesso e presso le loro abitazioni i militari hanno sequestrato una consistente varietà di attrezzatura per compiere furti in appartamento: 42 chiavi di vario genere; 2 tubi in ferro ad uso estrattore e scasso; 1 chiave a brucola modificata; 20 cilindri doppi per serrature completi di chiavi; 5 spessimetri; 5 lime a triangolo; 1 agenda con all’interno i report di vari sopralluoghi e manoscritti riguardanti i codici delle serrature; 3 porzioni di plastilina utilizzate per il calco delle chiavi; penicillina in polvere utilizzata per non lasciare tracce di plastilina durante il calco delle chiavi. Gli arrestati sono stati associati presso Casa Circondariale di Roma Regina Coeli.

 

Roma – Latitante romeno arrestato dai carabinieri mentre festeggiava la pasqua con gli amici.

 

Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Frascati hanno arrestato un 40 enne cittadino romeno, irreperibile dal febbraio scorso, che dovrà scontare 4 mesi di reclusione per “furto aggravato”. I militari si sono messi sulle tracce del romeno ricercato dopo aver ricevuto alcune segnalazioni di avvistamento all’interno di bar notturni. Ieri sera i carabinieri hanno fatto scattare il blitz all’interno di un bar in zona casilina, bloccando il latitante proprio mentre beveva con alcuni connazionali. L’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Roma Rebibbia dove dovrà scontare la pena.

 

Grottaferrata – Arrestato dai carabinieri truffatore faceva acquisti nei negozi da Tor Bella Monaca ai Castelli Romani pagando con assegni a vuoto.

 

I Carabinieri della Stazione di Grottaferrata hanno arrestato per “truffa” un 36enne di Tor Bella Monaca dedito all’acquisto di merci con assegni a vuoto. I militari durante servizi di osservazione e pedinamento, hanno documentato i movimenti dell’uomo che da diversi giorni aveva preso contatto con un commerciante della zona per l’acquisto di una “stufa a pellet” del valore di 500,00 euro. L’uomo al termine della contrattazione ha consegnato al commerciante un assegno già denunciato smarrito da un istituto di credito romano e così i militari sono intervenuti. Nel corso della perquisizione il truffatore veniva trovato in possesso di altri nr.499 assegni in bianco denunciati smarriti da vari istituti di credito romani. Per l’uomo si sono così spalancate le porte delle celle della caserma in attesa di comparire davanti al magistrato.

 

Operazione ”Pasqua Sicura” dei carabinieri. Bilancio ultime 48 ore: arrestate 40 persone, 23 quelle denunce, ritirate 13 patenti.

 

Roma – Sono 40 le persone arrestate, 23 quelle denunciate, 13 patenti ritirate, nelle ultime 48 ore nell’ambito dell’operazione “Pasqua Sicura” avviata, da una settimana, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma. Il piano straordinario attuato, in occasione delle festività pasquali, si è articolato in servizi straordinari di controllo del territorio a Roma e Provincia. Il centro storico della Capitale, le stazioni nevralgiche della metropolitana, i mezzi pubblici, il litorale romano, le località collinari  e montane, i luoghi maggiormente frequentati dai turisti, sono le zone sorvegliate speciali dai militari. In tutta la Provincia sono stati attuati dai Carabinieri posti di controllo alla circolazione stradale per evitare che giorni di festa possano trasformarsi in tragedia con l’ausilio di drug test e alcol test. Sorvegliati speciali anche gli stabili e le abitazioni incustodite per garantire una Pasqua serena a chi è partito e a chi è rimasto in famiglia per festeggiare. Ai 40 arresti effettuati in queste ultime 48 ore sono stati contestati i reati di furto aggravato, detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, rapina, ricettazione e detenzione ingiustificata di armi improprie. Gli arresti i più significativi riguardano 9 pusher, tra italiani e stranieri, sorpresi a cedere dosi di cocaina, hashish e marijuana, che è stata sequestrata, 3 manolesta sorpresi con le mani nel sacco a bordo dei mezzi pubblici, 2 ladri d’appartamento. Nel corso dei controlli alla circolazione stradale i Carabinieri hanno ritirato 13 patenti, 9 carte di circolazione, ed elevato un centinaio di contravvenzioni al Codice della Strada.

 

Proseguono i servizi antiborseggio dei carabinieri per la “Pasqua Sicura”. In poche ore altri 3 ladri arrestati

 

Roma – Mezzi pubblici sorvegliati speciali nella Capitale soprattutto in occasione della Pasqua, festività che migliaia di turisti e pellegrini di tutto il mondo hanno deciso di trascorrere nella Città Eterna. I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nell’ambito dell’operazione “Pasqua Sicura” hanno intensificato la presenza delle pattuglie in abiti civili e in divisa lungo le strade e a bordo di autobus, tram e metro per scoraggiare e reprimere il fenomeno dei borseggi. Il dispositivo sta dando i suoi frutti. Dopo i sette arresti dei giorni scorsi, altri 3 borseggiatori sono stati arrestati dai Carabinieri. In piazza Venezia, ad intervenire sono stati i Carabinieri del Comando di Piazza Venezia che hanno arrestato un cittadino del Bangladesh, di 35 anni, già noto alle forze dell’ordine. Il ladro a bordo del bus n. 40 ha alleggerito un turista canadese del portafogli e della fotocamera. I militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma San Pietro, poco dopo, hanno arrestato un 65enne romeno, nella Capitale senza fissa dimora, che in borgo Santo Spirito ha sfilato il portafogli ad un turista indiano. Infine i Carabinieri della Stazione di Vittorio Veneto hanno arrestato una 40enne, cittadina bosniaca, già nota alle forze dell’ordine, che a bordo di un vagone della linea “A” della metropolitana all’altezza della fermata “Colosseo” ha sfilato il portafogli ad un turista brasiliano. In tutti i casi la refurtiva è stata interamente recuperata dai Carabinieri e restituita ai legittimi proprietari. Mentre i borseggiatori sono in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

 

Fiumicino: Ubriaco molesta i clienti di un pub poi aggredisce i carabinieri. Arrestato

 

I carabinieri del Nucleo Radiomobile con i colleghi della Stazione di Ponte Galeria, hanno arrestato un cittadino romeno, senza fissa dimora, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e ubriachezza. Era l’una circa di ieri, quando BMG, 32enne romeno, completamente in preda all’alcool, ha cominciato ad infastidire alcuni clienti in pub di via Bonaria a Fiumicino. Qualcuno ha chiamato il 112 ed ha avvertito i carabinieri di quanto stava accadendo. Dopo pochi minuti, sul posto sono intervenute le gazzelle dell’Arma ma, appena gli sono stati richiesti i documenti l’uomo, essendone sprovvisto, pur di sottrarsi al controllo ha tentato la fuga ma è stato prontamente bloccato e condotto in caserma. Poco dopo, durante il tragitto, il romeno ha dato in escandescenza  danneggiando gli interni di una delle auto di servizio mentre, poco dopo, negli uffici, pur di sottrarsi alle operazioni di foto segnalamento ha nuovamente inveito contro i militari. L’uomo è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza che si terrà domani nelle aule del Tribunale di Roma.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi