Biennale di Venezia, il Drago d’Oro a tre giovani veronesi

Sara Maragna, Anna Castellani e Pietro Leardini vincono il premio assegnato dalla Side Academy di Verona agli studenti più meritevoli. La consegna tra gli eventi della Biennale del Cinema 2021, presente il premio Oscar Sarah Arduini. Il prestigioso evento cade in un anno di continua crescita, destinato a culminare con l’apertura del nuovo campus di Peschiera del Garda

Sara Maragna, Anna Castellani e Pietro Leardini sono i 3 veronesi vincitori del Drago d’Oro di Side Academy. Prestigioso premio attribuito dall’accademia veronese del 3D ai suoi migliori studenti. Il premio è iniziativa collegata alla Biennale Cinema “Venezia 2021”. La consegna dei Draghi è avvenuta nello spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo, la sala Tropicana 1 dell’hotel Excelsior, al lido di Venezia. Tra i vincitori spiccano 3 giovanissimi studenti veronesi.
Sara Maragna, 24 anni, veronese, studentessa di Side Academy, è stata l’unica a vincere ben 2 Draghi d’Oro. E’ stata la mattatrice della manifestazione trionfando nelle categorie “Best Animation” e “Best Character” (ex aequo con lei per l’animazione il ravennate Luca Albertini, 21 anni). Sara ha iniziato il suo percorso con il liceo artistico e si è poi avvicinata al mondo del 3D e dell’animazione. E’ nata così una grande passione, che Sara ha capito di poter realizzare in Side Academy dove studia da 2 anni. Motivazioni del Drago d’Oro: nella sezione “Best Character Artist” ha dimostrato grandi capacità artistiche nell’ambito della modellazione organica. E’ stata in grado infatti di “portare alla vita” un’idea creando un personaggio 3D e curandolo nei minimi dettagli. Per quanto riguarda invece la sezione “Best Animation Artist” Sara Maragna si è distinta per le sue doti di animatrice e la capacità di ricreare le corrette movenze di un corpo umano (e non), dettando al contempo il ritmo dell’azione in scena.
Anna Castellani, 24 anni, veronese e studentessa di Side Academy, ha trionfato invece nella sezione “Best Environment” (a pari merito con la bergamasca Ester Novelli, 30 anni). Dopo aver studiato per 3 anni grafica in un centro di formazione professionale a Verona, Anna Castellani si è dedicata per altri 3 anni alla scenografia al liceo artistico, sempre a Verona. Ha poi prestato per un anno il Servizio civile nazionale e da gennaio 2019 lavora ad America Graffiti, a Verona. Ha conosciuto Side Academy alla fiera “Job & Orienta”. Avendo iniziato da zero, in Side Academy ha imparato moltissimo, anche più di quello che si aspettava. Anna vince nella categoria “Best Environment Artist” per le doti eccellenti dimostrate nella creazione della scena e degli elementi d’arredo con cui il personaggio di un film o videogioco potrà interagire, curando alla perfezione ogni particolare dell’ambientazione.
A vincere il Drago d’Oro è stato anche 
Pietro Leardini, 21 anni di Erbé in provincia di Verona, per la categoria “Best Visual Effects Artist” (a pari merito con la ravennate Serena Mazzotti, 21 anni). Pietro ha frequentato l’istituto tecnico per Geometri a Verona. Ha conosciuto Side Academy alla fiera “Job & Orienta”. Ha deciso di iscriversi per imparare a creare videogiochi, la sua vera passione. Dopo la triennale in Side Academy e la conquista di questo premio vorrebbe coltivare contatti con il mondo del 3D e iniziare a lavorarci, soprattutto nel cinema. Ha vinto il premio grazie alla sua grande capacità di osservazione e di riproduzione convincente delle “references” a cui si ispira per la realizzazione dei suoi effetti speciali.
A consegnare i riconoscimenti è stata il premio Oscar Sarah Arduini, romana trentacinquenne supervisor di effetti speciali per “Il libro della giungla”, prodotto nel 2016 dalla Disney, campione di incasso di quella stagione cinematografica. Sarah Arduini è una dei docenti di Side Academy, e condivide questo ruolo con altri grandi artisti dello spettacolo cinematografico della levatura di Kevin Mannens, designer di effetti speciali per kolossal legati ai cicli di Transformer e Capitan America. Alla premiazione degli studenti erano presenti la sindaca di Peschiera del Garda, Orietta Gaiulli, e lo scrittore Stefano Ferrio, vicedirettore di Side Academy, oltre naturalmente al Ceo-Founder dell’accademia, Stefano Siganakis.

Oltre ai 3 giovani veronesi, tra i premiati figurano il padovano di Montegrotto Andrea Calgaro, 22 anni, e la veneziana di Caorle Martina Soppelsa, 21 anni, per la “Best Hard Surface”. Il mantovano Alessandro Bonazzi, 24 anni, e l’aretina Rachele Maglioni per il “Best Project”. Sullo stile dei college americani, è poi toccato ai premi riservati ai “Rookie”, come vengono chiamati gli studenti del primo anno. Tre i Draghi d’Oro assegnati in questa categoria: a Chen Zu, 23 anni, cinese nato a Savona, a Valeria Niculita, 20 anni, moldava residente a Padova, e alla ventunenne milanese Daisy Romero. A consegnare ai vincitori le statuette è stato anche Lorenzo Mancini, “Head of Impact Development” nei quadri di Banca Intesa Sanpaolo, prestigioso partner di Side Academy tramite Per Merito, finanziamento senza garanzie e a tassi agevolati concesso agli studenti che ne hanno diritto. A premiare gli altri studenti sono stati Orietta Gaiulli, sindaco di Peschiera del Garda, e alcuni fra i docenti di Side Academy e i 3D Artist Simone Ceccacci e Francesco Latini. E’ spettato al vicedirettore Stefano Ferrio, scrittore e giornalista, il compito di consegnare il Drago d’Oro alla studentessa risultata migliore nel suo corso di scrittura creativa, la ventenne padovana Lisa Vedovato.

“Qui si ha un contatto diretto non solo con il presente, ma ancora di più con l’immediato futuro… del cinema, sì, ma anche del mondo stesso” dichiara Stefano Siganakis, Ceo-Founder dell’Academy che forma 3D Artist. Così vengono chiamati questi professionisti della computer-grafica, destinati a trovare posto in settori interessati da una continua e spesso travolgente espansione. Cinema di animazione, videogame e grafica tridimensionale. A testimoniare quanto diffusa sia la domanda di queste nuove figure professionali provvedono tanti felici approdi di studenti dell’Academy, diplomatisi a Verona per trovare occupazione immediata dentro studi cinematografici, incubatori di videogame, agenzie di comunicazione, grandi industrie. A parlare a nome di tutti sul palco dell’evento veneziano è stato Riccardo Meneghello, che vanta nel proprio portfolio lavori in film di animazione della Marvel, “major” americana nota a milioni di fans dei superereoi.

La Biennale Cinema 2021 ha segnato il debutto, sfavillante e spettacolare, dei Draghi d’Oro attribuiti dalla Side Academy di Verona ai suoi migliori studenti. E’ stata un’idea baciata da un tale successo che, con l’inizio del nuovo anno accademico, a partire dal prossimo novembre, Side Academy “raddoppia”. Lo fa avviando un campus, all’interno del Golf Club di Peschiera del Garda, anch’esso realizzato per formare e diplomare 3D Artist, come vengono chiamati questi creativi d’eccellenza. Sono tutti giovani destinati a seguire le orme di quanti sono già usciti dall’Academy veronese per trovare posto, in Italia e all’estero, in set cinematografici, aziende produttrici di videogame, studi pubblicitari, aziende di eccellenza globale. Si tratta di processi didattici implementati in modo significativo da progetti che stanno sviluppandosi all’interno della stessa Academy veronese, come il videogame “Juliet Untold”, dedicato in modo inedito al mito scespiriano di Giulietta e Romeo, o il film di animazione “Willy”, ispirato dalla tragica storia di Willy Monteiro, il giovane originario di Capoverde massacrato da un “branco” di bulli alla periferia di Roma.
Il gala dei Draghi d’Oro era inserito nel programma di eventi organizzato in occasione della Biennale Cinema 2021 da Fondazione Ente dello Spettacolo e Rivista del Cinematografo.