A Bid for Build, asta di beneficenza di opere d’arte a favore della ricostruzione dell’Emilia Romagna

A Bid for Build, asta di beneficenza di opere d’arte a favore della ricostruzione dell’Emilia Romagna

A Bid for Build, il prossimo 6 ottobre oltre ai disegni e alle opere su carta andranno all’asta 12 lotti con opere di protagonisti del panorama contemporaneo internazionale messe a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena-Fondazione Fotografia dopo l’appuntamento del 27 giugno scorso.

 

All’evento benefico in favore della ricostruzione in Emilia-Romagna, promosso da Galleria civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena-Fondazione Fotografia in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni storici artistici ed etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia e Sotheby’s consentirà una nuova presentazione dei lavori di Andrea Abati, Andrea Botto, Daniele De Lonti, Mounir Fatmi, Guido Guidi, Iosif Kiraly, Carmelo Nicosia, Annu Palakunnathu Matthew, Francesco Radino, Marina Ballo Charmet, Nobuyoshi Araki, Daido Moriyama.
 

Attivi da anni in contesti culturali prestigiosi, tutti gli autori coinvolti hanno esposto in personali e collettive presso istituzioni, gallerie e musei di grande respiro internazionale.
Fra i temim centrali presentati, quello del paesaggio nelle diverse declinazioni del dibattito culturale, l’osservazione del quotidiano, la riflessione del rapporto fra l’arte e la fotografia, le connessioni fra passato e presente, l’eros.

L’asta si terrà in occasione dell’ottava edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, sabato 6 ottobre alle 18.30 nella sala grande di Palazzo Santa Margherita a Modena. L’evento segue quello che si è tenuto all’ex Ospedale Sant’Agostino il 27 giugno scorso in occasione del quale sono stati raccolti 115 mila euro.
 

Il catalogo dell’asta è pubblicato sui siti web della Galleria civica di Modena (www.galleriacivicadimodena.it) e di Fondazione Fotografia (www.fondazionefotografia.it).
Sarà possibile fare un’offerta anticipata compilando i moduli disponibili on line.
 

Il 4, 5 e 6 ottobre nella sala grande di Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103 a Modena, si potranno visionare le opere.
 

Giovedì 4 ottobre dalle 15.00 alle 19.00, venerdì 5 ottobre dalle 10,30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 e sabato 6 ottobre dalle 16.00 alle 18.00.

AL CANTIERE DI PALAZZO DUCALE IL RICAVATO DI BID FOR BUILD

L’ASTA BENEFICA DI OPERE D’ARTE A FAVORE DELLA RICOSTRUZIONE IN EMILIA-ROMAGNA

 

Il ricavato delle due tornate d’asta organizzate da Galleria civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena-Fondazione Fotografia in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni storici artistici ed etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia e Sotheby’s andrà a sostenere l’attività del cantiere di intervento e restauro delle opere danneggiate dal terremoto che ha sede nel Palazzo Ducale di Sassuolo, dove sono state finora raccolte oltre 1000 opere provenienti dall’area terremotata.

 

 

Nel cantiere, attivo dal 5 settembre scorso, hanno finora operato, invia sperimentale, l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro e l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, sia con loro allievi che con restauratori interni. In futuro l’attività del cantiere vedrà certamente proseguire la collaborazione dei due Istituti centrali per il restauro e di altri restauratori del Ministero, mentre sono allo studio le modalità per il coinvolgimento anche di professionisti esterni.

 

 

Il ricavato complessivo di BID FOR BUILD, i 115 mila euro raccolti in occasione dell’asta del 27 giugno scorso all’ex Ospedale Sant’Agostino e quanto sarà possibile raccogliere in occasione di quella programmata a Palazzo Santa Margherita il prossimo 6 ottobre, sarà destinato a sostegno di questa complessa attività, che richiede di poter disporre di materiali e attrezzature, di effettuare le documentazioni necessarie e le indagini diagnostiche, oltre che di poter affrontare varie spese relative al personale che sarà impegnato nel delicato lavoro di restauro e conservazione dei beni danneggiati dalle scosse di terremoto del 20 e 29 maggio scorsi.

 

“Il mondo dell’arte continua a dare concreta testimonianza di attiva partecipazione all’impegno che da tante parti sostiene le popolazioni colpite dal terremoto – ha dichiarato il sindaco di Modena Giorgio Pighi – e i progetti di ricostruzione e recupero, anche quello prezioso delle opere d’arte danneggiate dal sisma. Per questo “l’arte si mobilita per l’arte”, e le istituzioni culturali modenesi che già nel giugno scorso hanno promosso una riuscita iniziativa di raccolta fondi finalizzata, si “rimettono in gioco” con una seconda edizione di “Bid for Build”, l’asta che consentirà di concorrere alle impegnative e costose operazioni di restauro. Esprimo il più vivo apprezzamento per questa nuova iniziativa, ringraziando tutti coloro che l’hanno progettata e realizzata”.

 

 

Il nuovo appuntamento con l’asta benefica a favore della ricostruzione in Emilia-Romagna si terrà in occasione dell’ottava edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, sabato 6 ottobre alle 18.30 nella sala grande di Palazzo Santa Margherita. In questa occasione saranno messe all’asta opere donate da artisti e collezionisti, per la maggior parte opere su carta di maestri italiani del ventesimo secolo: paesaggi, nature morte, autoritratti, bozzetti di scena, e studi architettonici.

Fra i tanti, solo per citarne alcuni, andranno all’incanto lavori di Afro, Arcangelo, Roberto Barni, Lucio Del Pezzo, Fortunato Depero, Piero Dorazio, Marcello Jori, Giacomo Manzù, Gianmarco Montesano, Ennio Morlotti, Gastone Novelli, Enrico Prampolini, Gino Severini, Luigi Veronesi.

 

Galleria Civica di Modena, c.so Canalgrande 103, Modena

tel. +39 059 2032911/2032940 – fax +39 059 2032932

www.galleriacivicadimodena.it  Museo Associato Amaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi