Autotrasportatore fa un pit-stop. Ruba 200 litri di carburante

Autotrasportatore fa un pit-stop. Ruba  200 litri di carburante – Sconto fai-da-te sul prezzo della benzina. Autotrasportatore infedele, incaricato di un’azienda per la consegna di carburante all’aeroporto di Ciampino, fa un “pit-stop” in una piazzola per riempire delle taniche. arrestato dai carabinieri. Trovato un barile con 200 litri di carburante già stillati.

 

Roma – Un autotrasportatore romano di 40 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola con l’accusa di furto aggravato. I suoi comportamenti erano da tempo sotto la lente dei militari a causa degli strani tragitti effettuati con l’autocisterna dell’azienda per cui lavorava. Ieri pomeriggio, al termine di un servizio di osservazione e pedinamento, il 40enne è caduto nella rete dell’Arma: incaricato di un trasporto di gasolio all’aeroporto di Ciampino, l’uomo si è fermato in una piazzola ubicata in un’area verde di via Prima XXV della Campagna Romana. Pensando di essere lontano da occhi indiscreti ha iniziato a stillare benzina dalla cisterna, riversandola in alcune taniche. Il “Pit-Stop” è stato interrotto dai Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola che hanno rinvenuto, in un vicino capannone, un barile con 200 litri di benzina già travasati. L’autista infedele è stato accompagnato in stato di arresto nella sua abitazione, dove attenderà di essere sottoposto al rito direttissimo.

 

Trastevere – Ladro di biciclette arrestato dai carabinieri.

 

Roma – Un 27enne romeno, senza fissa dimora, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Trastevere con l’accusa di furto aggravato. Approfittando delle strade deserte a causa della gran calura, il giovane ha pensato bene di rubare una bicicletta parcheggiata proprio di fronte alla caserma dei Carabinieri ubicata in via Emilio Morosini. Il militare di servizio alla caserma si è avvicinato di soppiatto allo straniero, il quale, spalle alla caserma, stava ancora armeggiando sulla bicicletta, che era stata assicurata ad un palo della segnaletica stradale con una grossa catena in metallo. Il Carabiniere lo ha bloccato proprio nel momento in cui il romeno stava salendo in sella dopo aver tagliato il lucchetto con una tronchese. La bici è stata riconsegnata alla legittima proprietaria che ha ringraziato i Carabinieri.

 

Arrestato dai carabinieri il rapinatore “gentiluomo”: dopo i colpi baciava le sue vittime. In un video, dopo la rapina, bacia il farmacista che gli aveva consegnato i soldi.

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone, al termine di una complessa attività d’indagine, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 36enne romano accusato di aver rapinato una farmacia in via Tiburtina il 25 Giugno dello scorso anno. I fatti: l’uomo, già noto alle forze dell’ordine per reati dello stesso genere, armato di un martello, fece irruzione nella farmacia e dopo aver minacciato il responsabile, si fece consegnare l’incasso, circa 1500 euro. Il 36enne però, prima di fuggire con il bottino, si avvicinò alla vittima e gli diede un bacio sulla guancia. I Carabinieri, grazie anche alle testimonianze raccolte sul posto e alle immagini dell’impianto di video sorveglianza presente all’interno dell’attività, sono riusciti ad individuare il rapinatore. L’Autorità Giudiziaria, concordando con i risultati investigativi ottenuti dai militari, ha emesso così il provvedimento restrittivo a carico del 36enne che ha permesso ai Carabinieri di arrestarlo. L’uomo è stato associato al carcere di Regina Coeli.

 

Lotta al traffico  di stupefacenti – Maxi operazione dei carabinieri e della Guardia di Finanza di Viterbo. Eseguite 35 ordinanze di custodia cautelare  e oltre 70 perquisizioni nel Lazio, un Toscana, Umbria, Basilicata e Veneto.

 

Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Viterbo unitamente alla Guardia di Finanza   stanno notificando un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 35 persone, responsabili, a vario titolo, di traffico di sostanze stupefacenti, componenti di un sodalizio criminale operante nella Tuscia, che avevano creato una vasta rete di spaccio con canali di rifornimento della droga da trafficanti operanti nei quartieri capitolini di San Basilio e Torre Angela. 74  le perquisizioni, tuttora in corso tra le province di Roma, Viterbo, Firenze, Matera, Terni e Venezia. L’attività investigativa, iniziata nel giugno 2010 e coordinata dalla Dott.ssa Paola Conti della Procura della Repubblica di Viterbo, ha consentito di fare luce su una vasta organizzazione che gestiva lo spaccio di cocaina nella provincia di Viterbo, finanziata anche con i proventi illeciti di numerosi furti in abitazioni ed esercizi commerciali messi a segno nel Lazio ed in Toscana.

 

 

Rapina ai danni di supermercato. I carabinieri di Casalpalocco arrestano due cittadini francesi

 

Casalpalocco: è successo ieri pomeriggio verso le 15.30, a Roma in via di Castelporziano. I Carabinieri della Stazione di Roma Casal Palocco hanno tratto in arresto due trentenni di nazionalità francese, L.K. e  M.A. I due, sorpresi mentre tentavano di aprire una cassa allo scopo di asportarne il contenuto, hanno ingaggiato una colluttazione con il personale dell’esercizio commerciale “Risparmio Casa”, per poi darsi alla fuga attraverso i giardini delle vicine abitazioni. I militari, in transito in prossimità dell’esercizio, notata la scena, sono intervenuti riuscendo a bloccare i due e a trarli in arresto.