Attila al Festival Verdi 2018

Attila al Festival Verdi 2018

Attila al Festival Verdi 2018 – Il capolavoro verdiano diretto da Gianluigi Gelmetti

alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma,

nel nuovo allestimento di Andrea De Rosa, con protagonisti Riccardo Zanellato,

Michele Pertusi, Maria José Siri, Vladimir Stoyanov, Francesco Demuro

Teatro Regio di Parma

domenica 30 settembre 2018, ore 17.00 turno A
sabato 6 ottobre 2018, ore 17.00 turno B
sabato 13 ottobre 2018, ore 17.00 turno D
domenica 21 ottobre 2018, ore 20.00 turno C

Attila, quarto titolo del Festival Verdi 2018, debutta al Teatro Regio domenica 30 settembre 2018 alle ore 17.00 (repliche 6, 13, 21 ottobre), nel nuovo allestimento dell’opera firmato da Andrea De Rosa, con i costumi di Alessandro Lai e le luci di Pasquale Mari, realizzato in coproduzione con State Opera Plovdiv – Città Capitale della Cultura Europea 2019. Gianluigi Gelmetti, sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani, dirige l’opera nell’edizione critica a cura di Helen M. Greenwald, con protagonisti Riccardo Zanellato (Attila), Maria José Siri (Odabella), Vladimir Stoyanov (Ezio), Francesco Demuro (Foresto), Paolo Battaglia (Leone) e Saverio Fiore (Uldino). Nella recita del 21 ottobre Attila è interpretato da Michele Pertusi.

“Mi sembra che un profondo senso del sacro, inteso come ordine armonico delle cose, si ritrovi in tutta l’opera di Verdi – racconta Andrea De Rosa nei suoi appunti di regia. La ferocia degli uomini, che fin dal prologo viene messa a tema dell’Attila, è uno degli elementi di maggior disturbo di questo ordine. Ma il rapporto con il sacro, con il senso del mistero, vive soprattutto di sogni, di apparizioni. Il “soffio procelloso” che spegne tutte le torce durante il finale dell’atto secondo fa rabbrividire perché ha la forza e la potenza del segno soprannaturale. Odabella prima e Attila poi sono scossi da visioni di fantasmi così vivide che si confondono con la realtà. Lungi dall’intendere questi eventi come mera ingenuità superstiziosa, mi sembra invece che Verdi ci inviti ad intenderli come potenza ignota e misteriosa, come segni di una natura che  assurge a ruolo di protagonista a tutti gli effetti”.

Dopo il grande successo di Ernani alla Fenice di Venezia, l’impresario Alessandro Lanari commissiona a Verdi un nuovo titolo per il Carnevale del 1846. La scelta cade sul dramma Attila, König der Hunnen di Zacharias Werner e la stesura del libretto è affidata a Temistocle Solera. Terminato il libretto da Francesco Maria Piave, allorché Solera abbandona il lavoro per seguire la moglie all’estero, Attila va in scena alla Fenice il 17 marzo 1846 con un buon successo di pubblico. In occasione del Festival Verdi 2018, torna sul palcoscenico del Teatro Regio di Parma dopo vent’anni dall’ultima messinscena.

L’opera sarà presentata martedì 18 settembre alle ore 17.00 al Ridotto del Teatro Regio, nell’incontro a ingresso libero Prima che si alzi il sipario. Con lo storico della musica Giuseppe Martini, il regista Andrea De Rosa e il Direttore Gianluigi Gelmetti racconteranno al pubblico lo spettacolo in debutto, le suggestioni che lo hanno ispirato e il lavoro dietro le quinte e durante le prove. Al termine, gli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma – il soprano Olesia Mamonenko, il tenore Guoyi Ma e il baitono Son Beomwoo – accompagnati al pianoforte da Roberta Ropa e coordinati da Donatella Saccardi, ne interpreteranno i brani più significativi.

Attila si svela al pubblico Under 30 e alle scuole in occasione della prova antegenerale, mercoledì 26 settembre alle ore 15.30. I biglietti, al prezzo speciale di € 5,00, sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma e online su festivalverdi.it.

La prova generale, dedicata al pubblico delle associazioni, si svolgerà venerdì 28 settembre alle ore 20.00; i biglietti saranno in vendita sabato 22 settembre a partire dalle ore 11.00 presso la Biglietteria del Teatro Regio di Parma, al prezzo di € 10,00 per il pubblico e di € 5,00 per le associazioni che hanno aderito al progetto di Promozione culturale e che hanno già ricevuto conferma alla propria adesione.

Al termine degli spettacoli serali al Teatro Regio di Parma, il Gran Caffè del Teatro sarà aperto al pubblico per una cena dopo teatro. È consigliata la prenotazione. Per informazioni tel. 0521 283857 e info@grancaffedelteatro.it.

Il Festival Verdi è realizzato grazie al contributo di Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Reggio Parma Festival, Regione Emilia-Romagna, Parma2020 la cultura batte il tempo. Major partner Fondazione Cariparma. Main partner Chiesi, Crédit Agricole Cariparma. Media partner Mediaset. Main sponsor Iren, Barilla. Sponsor Opem, Dallara, Unione Parmense degli Industriali. Advisor AGFM.  Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. Con il contributo di Complesso Monumentale della Pilotta, Comune di Busseto, Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, Opera Europa, Fondazione Monte Parma, Camera di Commercio di Parma, Ascom. Partner artistici Coro del Teatro Regio di Parma, Fondazione Arturo Toscanini, Fondazione Teatro Comunale di Bologna, Orchestra giovanile della Via Emilia, Società dei Concerti di Parma, Lenz Fondazione. Sostenitori Dulevo, Mutti, Parmalat, Sicim, Smeg, Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, Cantine Ceci, Agugiaro & Figna, La Giovane. Sostenitori tecnici IgpDecaux, MacroCoop, Grafiche Step, Milosped, Andromeda’s, De Simoni, Kantar Media. Tour operator partner Parma Incoming.

La promozione internazionale del Festival Verdi è realizzata dal Teatro Regio di Parma in collaborazione con Enit, Istituti italiani di cultura, Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Emilia-Romagna APT Servizi, Assessorato al Turismo e Commercio del Comune di Parma, con il tour operator partner Parma Incoming e prevede un roadshow con tappe in 22 città di 3 continenti, nelle maggiori fiere turistiche e nelle capitali di Europa, USA, Cina, Giappone.

L’immagine esclusiva del Festival è il ritratto di Giuseppe Verdi realizzato a matita da Renato Guttuso negli anni ’60, donato al Teatro Regio di Parma dall’Archivio storico Bocchi e concesso da Fabio Carapezza Guttuso ©Renato Guttuso by SIAE 2018.

 Teatro Regio di Parma

domenica 30 settembre 2018, ore 17.00 turno A

sabato 6 ottobre 2018, ore 17.00 turno B

sabato 13 ottobre 2018, ore 17.00 turno D

domenica 21 ottobre 2018, ore 20.00 turno C

Durata complessiva 2 ore e 20 minuti circa, compreso un intervallo

ATTILA

Dramma lirico in un prologo e tre atti, libretto di Temistocle Solera completato da Francesco Maria Piave,

dalla trilogia Attila, König der Hunnen di Zacharias Werner

 

Musica GIUSEPPE VERDI

Edizione critica a cura di Helen M. Greenwald

The University of Chicago Press, Chicago e Casa Ricordi, Milano

Maestro concertatore e direttore GIANLUIGI GELMETTI Regia e scene ANDREA DE ROSA Costumi ALESSANDRO LAI Luci PASQUALE MARIFILARMONICA ARTURO TOSCANINICORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA Maestro del coro MARTINO FAGGIANI Nuovo allestimento del Teatro Regio di ParmaIn coproduzione con State Opera Plovdiv – Città Capitale della Cultura europea 2019 Spettacolo con sopratitoli in italiano e in inglese PRIMA CHE SI ALZI IL SIPARIO Ridotto del Teatro Regio di Parma martedì 18 settembre 2018, ore 17.00 ingresso libero A cura di GIUSEPPE MARTINI con GIANLUIGI GELMETTI, ANDREA DE ROSA
Personaggi Interpreti
Attila RICCARDO ZANELLATO
MICHELE PERTUSI (21)
Odabella MARIA JOSÉ SIRI
Ezio VLADIMIR STOYANOV
Foresto FRANCESCO DEMURO
Leone PAOLO BATTAGLIA
Uldino SEVERIO FIORE
Maestro concertatore e direttore GIANLUIGI GELMETTI

Regia e scene ANDREA DE ROSA

Costumi ALESSANDRO LAI
Luci PASQUALE MARI

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI
CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA
Maestro del coro MARTINO FAGGIANI

Nuovo allestimento del Teatro Regio di Parma
In coproduzione con State Opera Plovdiv – Città Capitale della Cultura europea 2019

Spettacolo con sopratitoli in italiano e in inglese

PRIMA CHE SI ALZI IL SIPARIO
Ridotto del Teatro Regio di Parma
martedì 18 settembre 2018, ore 17.00 ingresso libero
A cura di GIUSEPPE MARTINI
con GIANLUIGI GELMETTI, ANDREA DE ROSA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi