Asta Dipinti e Sculture del XIX e XX secolo

Asta Dipinti e Sculture del XIX e XX secolo

21 novembre 2019

Esposizione 15, 16, 17 novembre 2019

Venezia, il paesaggio, i Macchiaioli e la Russia sono i nuclei tematici protagonisti della prossima asta di Dipinti e Sculture del XIX e XX secolo.

Si parte con la rappresentazione della Serenissima, calamita per i collezioniti internazionali, con le opere dei Ciardi (Emma Ciardi – lotti 76, 89, 138 | Guglielmo Ciardi –  lotto 189 | Beppe Ciardi – lotti 211, 218, 220, 221), Italico Brass con “Venezia, Canal Grande” (lotto 250 – stima € 4.000-5.000), dello straniero Antoine Bouvard con “Canal Grande, Venezia” (lotto 170 – stima € 2.000-2.600) e, soprattutto, di Pietro Fragiacomo con “Marina” 1910-1915 (lotto 255 – stima € 40.000-50.000).

Della “rivoluzione con la macchia” sono proposti Vincenzo Cabianca con “Donne a Montemurlo” (lotto 247 – stima € 6.000-7.000), una delle prime dirompenti opere del “veronese senza compromessi”, Telemaco Signorini con “Paesaggio con casa” (lotto 248 – stima € 7.000-8.000) e un Giuseppe De Nittis che si pone come trait d’union fra la ricerca di effetti chiaroscurali e la tradizione paesaggistica italiana con “Impressione del Vesuvio” (lotto 252 – stima € 8.000-10.000),

Angelo Morbelli, con un delicato dipinto di scuola naturalistica lombarda (lotto 249) ed uno pienamente divisionista, “Alba in montagna” (lotto 253 – stima € 18.000-20.000).

Nella sezione dedicata alle sculture, spiccano i bronzi d’arte: dal realismo francese Honoré Daumier con “Gli Emigranti/Les Emigrants” (lotto 209 – stima € 5.000-6.000) e Eugenio Maccagnani con il bronzo di ispirazione orientalista, “Arabo sopra un cammello” (lotto 208 – stima € 3.000-4.000), completati da diverse firme da scoprire come Giovanni Battista Amendola (lotto 42), Bassano Danielli (lotto 177), Pietro Riboldi (lotto 43), Francesco Pasanisi (lotto 25) e Michele Vedani (lotto 49).

I pittori russi, infine, conferiscono un ulteriore respiro internazionale, a partire da Alexander Jacovleff con “Studio per scimmia”, una sanguigna su carta del 1915 eseguita a Roma (lotto 239 – stima € 4.000-5.000), Alessio Issupoff con “La raccolta delle olive” (lotto 241 – stima € 2.000-3.000) realizzato nel suo periodo romano e Efrosiniya Fedoseevna Ermilova-Platova con “Nudo” 1939 (lotto 242 – stima € 1.800-2.000).

Catalogo online: https://www.ponteonline.com/it/auctions/lot-list/466 

Didascalie:

ALEXANDER JACOVLEFF

(San Pietroburgo 1887-Parigi 1938)

“Studio per scimmia” 1915 disegno a sanguigna su carta (cm 88,5×60)

Firmato, datato e locato Roma in basso a destra In cornice

Stima € 4.000-5.000 

www.ponteonline.com