Anime fiere, il libro di Chiara Zappa con la prefazione di Andrea Riccardi

Anime fiere, il libro di Chiara Zappa con la prefazione di Andrea Riccardi – Perseguitati, discriminati, vittime. Sui media e nel discorso pubblico, i popoli minoritari del Medio Oriente vengono spesso associati a categorie che sono diventate quasi delle etichette. Ma in questo sguardo manca qualcosa di molto importante. Perché le numerose e sfaccettate minoranze che abitano la zona mediorientale sono, prima di tutto, resistenti, «anime fiere». Comunità eccezionali e preziose, che nel corso dei secoli hanno saputo conservare intatta la propria identità. Qualche volta nel nascondimento, altre combattendo a viso aperto, non solo hanno difeso fedi e usanze considerate a volte perfino blasfeme dal potere di turno, ma hanno rivendicato il proprio insostituibile contributo alla prosperità delle rispettive società. E continuano a farlo.

Nell’introduzione, scrive l’autrice, la giornalista Chiara Zappa: «Incontrando molte di queste comunità nel corso dei miei viaggi, ho avuto numerose occasioni per lasciarmi ammaliare dal loro spirito, ma anche per rendermi conto del fastidio con cui esse guardano alla definizione di “minoranze” che viene loro appiccicata. In effetti, se dal punto di vista numerico il termine è nella maggior parte dei casi inoppugnabile, ho dovuto concordare sul fatto che ridurre al loro peso demografico popoli portatori di culture e sistemi sociali unici, oltre che attori strategici della storia recente delle proprie terre, costituisce un grave errore di valutazione. “L’idea di ‘minoranza’ ci sminuisce, nega il nostro ruolo di cittadini a pieno titolo”, mi hanno ripetuto tanti dei testimoni che ho conosciuto e intervistato. Non minoranze perseguitate, dunque, ma popoli resistenti. Anime fiere».

Il volume si apre con la prefazione di Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, che vede in questo testo «una geopolitica delle minoranze in Medio Oriente, attraverso la conoscenza diretta delle situazioni e l’incontro con chi vive sul terreno. È un viaggio affascinante e informato tra uomini e donne, eredi di una storia antica di resistenza all’omologazione alla maggioranza musulmana sunnita, ma anche alle prese con nuovi problemi politici e nazionali». Pagine che vedono accanto alla grande politica anche l’intreccio di storie apparentemente minori, ma proprio per questo particolarmente adatte alla comprensione della «vocazione a resistere», propria di ogni minoranza. Ribadisce Riccardi: «È un mondo in larga parte ignoto. Vorrei aggiungere che è un mondo da salvare, che sta vivendo una crisi profonda. Su di esso dovrebbe riflettere di più la comunità internazionale e non solo limitarsi a lanciare allarmi. Dovrebbero riflettere le Chiese, in modo ecumenico, di fronte alla scomparsa (in alcune regioni, quasi totale) dei loro fedeli. È anche un problema di “ecologia di pace”, perché la presenza di tante e diverse comunità minoritarie salverà le maggioranze islamiche dalle pulsioni totalitarie, oggi incarnate dai movimenti fondamentalisti». Dai copti agli aleviti, dai curdi ai maroniti, yazidi e altri, sono questi popoli indomiti, più di tutti, a tenere alta oggi la bandiera di chi è convinto che la convivenza tra diversi sia l’unico futuro possibile per un Medio Oriente paurosamente avviato verso dinamiche di disgregazione. È per questo che le loro storie, arricchite da suggestive leggende e peripezie epiche, ma troppo spesso segnate dal sangue, ci riguardano tutti.

L’Autrice

Chiara Zappa, giornalista, lavora al mensile Mondo e Missione. Collabora a diverse testate, tra cui il quotidiano Avvenire. Ha realizzato reportage da una ventina di Paesi extraeuropei, con un’attenzione privilegiata ai diritti umani, in particolare a quelli delle minoranze. Da vari anni si occupa soprattutto di Medio Oriente. Per Edizioni Terra Santa è autrice di Mosaico Turchia. Viaggio in un Paese che cambia (2014).

Anime fiere
Resistenza e riscatto delle minoranze in Medio Oriente

Edizioni Terra Santa, Milano 2018

PAGINE 240

16,00 €