Angela Balsamo, inaugurata la mostra personale della pittrice

L’altro pomeriggio, presso la SANPAOLO INVEST e BANCA FIDEURAM di Via Cicerone a Roma, si è svolta la mostra personale della pittrice “Naif” Angela Balsamo, conosciuta per la sua originale tecnica di dipinto su vetro al rovescio. La mostra sarà visibile al pubblico fino al prossimo 4 aprile.

L’ospite di eccezione è stato il Prof. Vittorio Sgarbi, in abito blu scuro e cravatta bordeaux, applaudito dai presenti, nonché lungamente fotografato dai flash dei fotografi intervenuti e ripreso dalle telecamere degli operatori. Il critico d’arte ben conosceva l’artista Angela Balsamo e ne ha apprezzato le doti artistiche esprimendosi positivamente, nei suoi innumerevoli dipinti, circa 40, disposti ai lati di due grandi corridoi e nella capiente sala dove si è svolto il vernissage. Le opere dipinte, intelligentemente su cristallo al rovescio evocano emozioni dettate dall’anima e lasciano lo spettatore sbalordito per gli scorci pittorici di tipo fiabesco ed i loro particolari effetti cromatici. La pittrice, accompagnata dal giovanissimo figlio Michele Sergianni, musicista e compositore, ha iniziato questa nuova tecnica pittorica da autodidatta nel 1978, allorquando una società tedesca le chiese di dipingere su vetro paesaggi formato “cartolina” e questa tecnica innovativa è diventata il cardine della sua arte “Naif”, nota per la sua provenienza dai maestri slavi e caratterizzata da paesaggi innevati. La pittrice, conosciuta per le sue mostre in Italia e in Europa, ha ricevuto nel 2016 il conferimento di merito dal Prof. Vittorio Sgarbi al Palazzo Ferrajoli di Roma, riconoscimento internazionale “Palma D’Oro” a Montecarlo nel 2016, premio Sandro Botticelli 2016 ad Arte Firenze, e 2019 premio Leonardo da Vinci Palazzo Bastogi ad Arte Firenze, Charlie Chaplin d’Oro al Festival internazionale del Cinema di Cannes nel 1987 ed altri ancora nella sua lunga e prestigiosa carriera artistica.

Angela-Balsamo-ed-il-figlio-Michele-Sergianni-con-Vittorio-Sgarbi.-Foto-di-Mario-Giannini-

L’evento è stato organizzato da Sara Iannone, di lunga esperienza nel campo, che spiccava con la sua nuova pettinatura bionda che faceva da cornice al suo viso e dal direttore artistico dell’esposizione Claudio Alicandri che ha curato anche la grafica.

Nadia-Bengala-parla-con-Vittorio-Sgarbi-Foto-di-Mario-Giannini

Hanno presenziato all’evento l’ex Miss Italia ed attrice Nadia Bengala con pellicciotto di visone e minigonna di pelle nera, in compagnia dell’attrice Lucia Stara. Erano presenti anche la giornalista Elisa Sciuto, il p.r. e addetto stampa Francesco Caruso Litrico che ha fatto accomodare gli ospiti, il press-agent Fabrizio Perrone e Riccardo Modesti, patron di Miss Intimo.

Riccardo-Modesti-Vittorio-Sgarbi-ed-Angela-Balsamo-Foto-di-Mario-Giannini

Hanno partecipato all’happening anche il Marchese Giuseppe Ferrajoli, nel cui palazzo si svolgerà il 27 di marzo prossimo, sempre a cura di Sara Iannone, la 7^ ed. del premio “Anita Ekberg”  il simpatico comico/imitatore Francesco BondoliChiara ZamboniIvana Scala e moltissimi altri.

Il ricco buffet, molto curato, era costituito per la parte drink da cocktail alcolici a base di prosecco ed analcolici alla frutta, acqua profumata da foglie di menta, ed alcunii arricchiti a sorpresa da chicchi di melograno. I camerieri andavano e venivano con dei vassoi pieni di tartellette rotonde di pancarré ai gusti di salmone e gamberetti e delicati e raffinati spiedini di formaggio caprino guarnito da una mora, il tutto coperto da campane di vetro.

Riccardo-Modesti-Vittorio-Sgarbi-ed-Angela-Balsamo-Foto-di-Mario-Giannini

Il fotografo ufficiale dell’evento è stato Mario Giannini e le riprese video sono state curate da Paolo Franceschini, entrambi di Roma.

Sara-Iannone-vicino-unopera-di-Angela-Balsamo-foto-di-Mario-Giannini

La kermesse è riuscita perfettamente a riscontrare la soddisfazione dell’artista Angela Balsamo che ha molto apprezzato la partecipazione dei suoi ospiti, arricchendoli delle sue note artistiche ed è risultata un bellissimo momento pieno di emozioni e di atmosfere nonostante le ristrettezze dell’attuale emergenza dovuta al Covid-19.