Al Conservatorio Santa Cecilia la Giornata Internazionale della Musica con le pitture dantesche di Corrado Veneziano

ROMA. Nella Giornata internazionale della Musica, il 21 giugno, le opere pittoriche di Corrado Veneziano dialogano con strumentisti, maestri e musicisti del Conservatorio Santa Cecilia. Arte figurativa e musica hanno sempre intessuto tra loro un rapporto profondo e denso, ma in questo caso – nella reinterpretazione di Veneziano – tale connessione è forse ancora più esplicita: un Dante dipinto nella forza ritmica del Codice Morse e, quasi una partitura, negli algoritmi dei codici a barre editoriali.In parallelo, il contraltare di Liszt con la sua Après une lecture du Dante, eseguita al pianoforte da Giorgio Bolognesi, e poi – nel centro del Chiostro di Santa Cecilia – gli strumentisti del Finger Ensemble diretti dal Maestro Ugo Gennarini in una proposta per soli fiati articolata e coinvolgente.
La Giornata Internazionale della Musica sarà aperta alle 19 dal Direttore del Conservatorio Roberto Giuliani, accompagnato dal critico d’arte Francesca Barbi Marinetti, che cura la mostra con Niccolò Lucarelli e Raffaella Salato. Il concerto sarà fruibile gratuitamente.
L’esposizione di Veneziano è l’unica personale di un artista vivente nel ricco programma patrocinato e sostenuto dal Ministero della Cultura e del Comitato Dante700. La mostra – visitabile a Roma in forma integrale fino al 3 luglio – è composta da 33 opere di medie e grandi dimensioni nelle quali, indugiando talora sul figurativo, Venezianoevoca autori classici (da Orcagna a Botticelli) e moderni, riprendendo anche poeti e narratori contemporanei, come Borges, Eliot, Pound.
Il progetto pittorico è arricchito da tre abiti dedicati a figure femminili della Commedia (Beatrice, Pia de’ Tolomei, Francesca da Rimini), ideati e realizzati dalla costumista Regina Schrecker. Il Catalogo è edito da Il Sextante di Mariapia Ciaghi che, con Niccolò Lucarelli, ha coordinato i rapporti internazionali della mostra e le sue anteprime a Los Angeles, Siviglia, Asunciòn, Parigi, Cracovia, Bucarest, Breslavia, Algeri, San Pietroburgo, Lanzhou.
Coordinata dalla D.d’Arte, ISBN Dante e altre visioni è patrocinata dal Conservatorio Santa Cecilia e dall’ICAS Intergruppo parlamentare Cultura, Arte, Sport, ed è visitabile gratuitamente fino al 3 luglio da lunedì al sabato, in orario 9-19. Per maggiori informazioni su possibili contingentamenti dell’accesso, scrivere a p_ricci4@virgilio.it o telefonare al 347 7429039.