Adunata del Centenario: è tempo di mostre

Adunata del Centenario: è tempo di mostre – Prima, durante e dopo l’Adunata del Centenario, in programma dal 10 al 12 maggio a Milano, una serie di esposizioni raccontano la storia, lo spirito, l’identità culturale e i valori degli Alpini, gettando uno sguardo ai tempi della guerra ma non solo. Tra le new entry, il 7 maggio al Leica Store del capoluogo lombardo si inaugura “Noi Alpini”, mostra fotografica che immortala da dentro la naja, attraverso l’obiettivo di Enzo Isaia. L’8 maggio apre invece i battenti allo spazio N3 di piazza Città di Lombardia “Le fosse di Kirov”. Il 9 maggio tocca infine a: “Richiamati. Bancari al fronte della Grande Guerra” alle Gallerie d’Italia e “Noi ci siamo sempre. Gli Alpini nelle calamità”, “La strada degli Alpini” e alla “Mostra Ifms-International Federation of Mountain Soldiers”, tutte alla Cittadella degli Alpini allestita al Parco Sempione.

Mentre proseguono a Milano le esposizioni “Il Generale Nobile e il Capitano Nobile al Polo Nord” (fino al 25 maggio) e la neo-inaugurata  “Alpini, uno stile di vita” (fino al 12 maggio), rispettivamente al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci e alla Sala Viscontea del Castello Sforzesco, il programma culturale della 92aAdunata Nazionale degli Alpini, in programma dal 10 al 12 maggio e dedicata ai 100 anni dalla fondazione dell’Associazione Nazionale Alpini, si arricchisce di nuove mostre.

NOI ALPINI – Leica Store, via G. Mengoni 4 Milano. 7-13 maggio

Cinquantacinque anni fa un sottotenente di complemento, Enzo Isaia, da pochi mesi fotografo dilettante, ebbe la brillante intuizione di raccontare con la sua Leica M2 il servizio militare che stava prestando nel corpo degli Alpini.Con occhio personalissimo Isaia racconta la naja delle penne nere: il primo ingresso in caserma, gli addestramenti, i campi invernali ed estivi, i commilitoni, le marce nella neve e i muli, fino al congedo e alle Adunate dell’Ana. Ne è nato un libro edito da Mursia Editore (prefazione e didascalie di Giulio Bedeschi), di cui la mostra espone le 25 immagini più significative. Una testimonianza storica unica nella sua completezza, che consente di (ri)scoprire quel servizio di leva ormai abolito.

LE FOSSE DI KIROV – Spazio Mostre N3, piazza Città di Lombardia. 8-17 maggio

Un racconto emozionale attraverso i semplici effetti personali dei soldati, tra cui matite con le quali i militari scrivevano a casa, medagliette votive e rosari, nonché i loro equipaggiamenti, come scarponi ancora fasciati con stoffa per tentare di isolare la chiodatura dalla neve e dal ghiaccio. Oggetti dalle storie forti, recuperati durante le campagne di scavo 2017 e 2018 a Kirov, in Russia.

RICHIAMATI. BANCARI AL FRONTE DELLA GRANDE GUERRA – Sala Ulisse delle Gallerie d’Italia, piazza della Scala, 6 Milano. 9 maggio-9 giugno, orari 9.30-19.30 (il giovedì prolungato fino alle 22.30, lunedì chiuso)

Una piccola mostra di documenti e cimeli per lo più inediti dell’Archivio Storico Intesa Sanpaolo: fascicoli del personale, lo spartito della “Canzone del Grappa” autografato, agende, ruolini e quadernetti che ricostruiscono l’organigramma di un plotone alpino… Un omaggio ai tanti dipendenti chiamati alle Armi (molti caduti), soprattutto nel corpo degli Alpini. In mostra anche le carte della donazione Bazzi-Galli, relative in particolare a Giulio Bazzi, cofondatore dell’Ana, fondatore della Sezione di Milano, quindi del Gruppo Alpini di Cassano.

NOI CI SIAMO SEMPRE. GLI ALPINI NELLE CALAMITA’ – Cittadella degli Alpini, Parco Sempione. 9-12 maggio.

Attraverso un percorso fotografico, il Museo Nazionale Storico degli Alpini racconta gli interventi di soccorso alla popolazione da parte delle Penne Nere, dal primissimo in Val di Stura nel 1883 fino alla recente e tristemente nota tragedia di Rigopiano.

LA STRADA DEGLI ALPINI – Cittadella degli Alpini, Parco Sempione. 9-12 maggio.

Le fotografie fornite dal Museo Nazionale Storico degli Alpini documentano l’impresa del Distaccamento Alpini della Verruca che, tra gennaio 1940 e giugno 1942, costruì a Trento la strada di accesso al complesso in onore del Corpo, previsto (e poi realizzato) sul Doss Trent, accanto al Mausoleo di Cesare Battisti.

MOSTRA IFMS (International Federation of Mountain Soldiers) – Cittadella degli Alpini, Parco Sempione. 9-12 maggio.

Un percorso, a cura della Commissione Ifms Bergamo, attraverso la storia e l’attività della Federazione che riunisce le associazioni nazionali di soldati, in armi, congedati, di riserva o a riposo, con specifico addestramento montanaro. Nata dopo la II Guerra Mondiale dalla sempre più consolidata amicizia tra l’Associazione Nazionale Alpini e la X Divisione Montana statunitense, nel tempo si allarga e accoglie un’associazione per Paese.