A Librarci, l’umanità e il talento di Totò Cascio e Catena Fiorello

Nel cortile del Palazzo del Turismo di Acireale, un pubblico numeroso e attento si è riversato alla presentazione di “Librarci: incontrando chi scrive”, seconda edizione. Un assolato pomeriggio siciliano all’insegna della cultura e delle emozioni, in un contenitore di grande qualità, ideato, curato e mediato dal dott. Salvo Noè. La manifestazione letteraria con lo scopo di fare riscoprire il piacere per la lettura e il racconto, anche quest’anno ha vantato due ospiti d’eccezione. Catena Fiorello Galeano ha presentato il libro “I cannoli di Marites” (edito da Giunti) e Totò Cascio “La gloria e la prova” (edito da Baldini+Castoldi).

Presso la Fondazione Carnevale di Acireale, la verve istrionica della scrittrice, autrice e conduttrice televisiva, e l’indimenticabile protagonista di Nuovo cinema Paradiso hanno dato vita a un’edizione che ha fatto emozionare, riflettere e sorridere. Un confronto importante per rilanciare la lettura e l’editoria, perché l’incontro con un libro è un incontro d’amore che apre le porte alla conoscenza e al sapere. Verso nuovi orizzonti.

«Sfogliare un libro è un gesto di vitalità per ridare vita ai nostri sensi» conclude il dott. Noè, rinnovando l’appuntamento con “Librarci: incontrando chi scrive” per il prossimo anno.

#librarci