Il XIV Peperoncino Jazz pronto ad invadere lo Ionio Cosentino a Roseto di scena il super trio di Joey Calderazzo

Il XIV Peperoncino Jazz pronto ad invadere lo Ionio Cosentino a Roseto di scena il super trio di Joey Calderazzo

Dopo la magica notte castrovillarese in cui nel suggestivo scenario del Castello Aragonese un’attenta e coinvolta platea ha letteralmente osannato i Doctor 3 (Rea/Pietropaoli/Sferra) e l’applaudita esibizione degli Acoustic Hit con ospite David Howard presso l’Arassusia, esclusivo locale del centro storico di Rogliano, la carovana del XIV Peperoncino Jazz Festival si sposta in questi giorni sulla costa ionica calabrese, con una serie di concerti ad ingresso libero e di grandissimo valore artistico in programma fino al 10 agosto prossimo nelle località più rappresentative dell’Alto Ionio Cosentino.

Le tappe del festival musicale più piccante d’Italia inizieranno con due serate ambientate nel bellissimo borgo medievale di Roseto Capo Spulico, fortemente volute dal Sindaco Rosanna Mazzia, dal consigliere con delega al Turismo Sabrina Franco e da tutta l’amministrazione comunale rosetana.

 

domani (sabato 1 agosto), alle ore 22:30, nella caratteristica Piazza Il Guiscardo, sarà di scena il carismatico pianista Joey Calderazzo, che dopo un periodo giovanile, per così dire, votato alle rock band, ascoltando Oscar Peterson, Chick Corea e Mc Coy Tyner ha iniziato a colorare di jazz il suo futuro musicale.

Tra i migliori talenti del pianismo jazz newyorkese degli anni Ottanta, inizia a collaborare con personaggi del calibro di Jeff Tain Watts, Jerry Bergonzi, Bob Mintzer, John Patitucci, Peter Erskine e Antonio Sanchez, per arrivare, sul finire del decennio, ad inaugurare la sua lunga collaborazione col celeberrimo sassofonista Michael Brecker.

Spettacolarità, classe, tocco sopraffino e grande senso dello swing, unitamente ad un forte lirismo e una grande profondità, caratterizzano il pianismo di Joey Calderazzo, il quale, membro stabile da quasi venti anni del quartetto di Brandford Marsalis (un sodalizio, questo, che ha prodotto un migliaio di concerti nei più importanti festival jazz del mondo), sarà accompagnato da una ritmica affiatatissima, formata dal roccioso contrabbassista Jasper Somsen e dal funambolico batterista di New Orleans Justin Faulkner, giovanissimo ma già da anni al centro dell’attenzione della critica internazionale.

Dopo questa importante serata, che, come da tradizione del PJF, sarà caratterizzata dalla possibilità di degustare i migliori vini calabresi grazie ai Sommelier professionisti dell’AIS Calabria, domenica 2 agosto, sempre in seconda serata, nel centro storico di quella che, senza dubbio, è una delle località turistiche più belle e rinomate dello Ionio Cosentino (questa volta la location scelta è il grazioso cortile del Castrum Roseti) saranno di scena i Luz, eclettico trio composto dal chitarrista Giacomo Ancillotto, dal contrabbassista Igor Legari e dal percussionista Federico Leo. Il trio, che etimologicamente prende il nome da tutto ciò che è luce ed energia, proporrà una musica in cui si mescolano il suono della città che palpita e geme e i silenzi nobili del sud; l’urlo elettrico della contemporaneità e la polvere profumata del passato; la gioia dell’imprevisto e la sfida della scrittura.

E intanto cresce l’attesa per il concerto in programma lunedì 3 agosto, giorno in cui, come ormai da tradizione, la splendida cornice del chiostro di Palazzo S. Bernardino a Rossano ospiterà uno dei concerti più importanti del PJF: i Trace Elements, formazione in cui militano Paolo Di Sabatino (pianista che ha suonato, tra gli altri, con Massimo Urbani e Paolo Fresu), Christian Galvez (bassista che ha già collaborato con artisti del calibro di Billy Cobham e Stanley Clarke) e il portentoso batterista Serge “Jojo” Mayer.

 

Il festival organizzato dall’Associazione culturale Picanto e diretto artisticamente da Sergio Gimigliano proseguirà, poi, fino al 10 agosto sempre sulla costa ionica, facendo tappa a Cassano, Corigliano, Montegiordano, Rocca Imperiale, Villapiana e San Giorgio Albanese, con l’esibizione di artisti del calibro di Fil Mama, Eric Marienthal, Gianfranco Menzella & Inner Four, Ludovica Manzo e Roy Panebianco Trio featuring Luca Aquino.

 

Informazioni per il pubblico:

ASSOCIAZIONE CULTURALE PICANTO

Mobile: 345/9514139

E-mail: peperoncinojazzfestival15@gmail.com

Web: www.peperoncinojazzfestival.com

Facebook: Peperoncino Jazz Festival – 10° Peperoncino Jazz Festival

 

PREVENDITA BIGLIETTI:

In Prima Fila

Via Alimena 4/b, Cosenza

Tel: 0984/795699

E-mail: info@inprimafila.net

Web: www.inprimafila.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi