Io volerò, lo spettacolo concertato per raccontare ancora una volta l’universo interiore femminile

Io volerò, lo spettacolo concertato per raccontare ancora una volta l’universo interiore femminile

“Io Volerò” è il nuovo progetto teatrale scritto e diretto da Fabio Mureddu, promosso da Roma Capitale e Zètema Progetto cultura e prodotto dall’associazione culturale “Il mercante dei sogni”. La pièce ha debuttato il 27 dicembre alle 21 nel Casino Nobile di Villa Torlonia e sarà replicato fino al 9 gennaio. L’ingresso è gratuito su prenotazione al numero 060608 tutti i giorni ore 9.00-21.00.

 

 

Lo spettacolo fa parte della rassegna “Commedie nell’Arte”. L’autore Fabio Mureddu, ancora una volta, racconta una storia che è frutto di un lavoro di ricerca. In questo caso parte dal mito della Befana ma lo rielabora in maniera originale.

 

 

Come sua abitudine Mureddu analizza, con la forma di un monologo interiore, l’universo femminile. Lo scopo non è quello di parodizzare o attualizzare una storia tipica della tradizione popolare italiana, ma di approfondire un animo femminile in una sorta di gioco di identificazione in un personaggio, che può essere tanto reale che immaginario, raccontando, con la consueta amara ironia, il tema della solitudine e della noia.

 

 

Si tratta, dunque, di uno spettacolo di Natale, dove la storia e la musica si intrecciano, in perfetto equilibrio, e accompagnano il racconto della protagonista: Grazia. È una donna che descrive la sua vita, la lunga attesa del “suo” momento, quello che le era stato predestinato.  Ma che succede se, nonostante la lunga attesa, “il momento” non viene colto, non lo si riconosce? Una storia narrata sotto forma di diario dell’anno 1, inteso non come anno temporale, ma come simbolo della rinascita.

 

 

“Io volerò” è uno spettacolo/concerto, un perfetto equilibrio tra parole e musica, messo in scena dall’attrice Giordana Morandini. Le musiche, tratte dal repertorio popolare italiano, sono eseguite dal vivo da Alessandro Contadini (chitarra classica e violino), Tommaso Cuneo (chitarra acustica), voce di Giacomo Genova. Nel repertorio c’è anche l’inedito “Tu mi vedi così”, scritto da Fabio Mureddu con le musiche di Tommaso Cuneo.

 

 

Ho voluto raccontare una storia di Natale – dichiara il regista Fabio Mureddu – che però non insistesse sui soliti clichè. Innanzitutto ho voluto mettere in scena una storia che pochi conoscono, nonostante la protagonista sia amata dai più piccini. Ho voluto inoltre dare una formula nuova alla rappresentazione. Mi stuzzicava l’idea di realizzare quello che mi piace definire “spettacolo concertante”, una rappresentazione che è una perfetta via di mezzo tra un concerto e uno spettacolo teatrale, dove parole e musiche si intrecciano e fanno da scenografia all’intero spettacolo. Inoltre tenevo a rappresentare il tema sacro in maniera estremamente umana. “Io volerò” è un racconto di vita interiore, un pretesto per raccontare la storia di questa donna, che è astratta a livello temporale, ma che potrebbe essere assolutamente contemporanea”.

 

 

Date delle repliche: 2, 4, 5, 6, 7, 8 e 9 gennaio sempre alle 21.00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi