Il Virtuosismo degli ottoni, il concerto in progamma al Teatro Quirino di Roma

Il Virtuosismo degli ottoni, il concerto in progamma al Teatro Quirino di Roma

Lunedì 23 maggio, alle ore 19.30 presso lo storico Teatro Quirino di Roma, si svolgerà il concerto “Il Virtuosismo degli Ottoni” con il M° Giuliano Sommerhalder, docente del corso di perfezionamento di Tromba presso l’Aimart e l’Italian Brass Band. Il Maestro Sommerhalder, tra le altre cose, ha recentemente vinto il Concorso per Prima Tromba presso la Rotterdam Philharmonic Orchestra.

 

Il concerto è inserito nel progetto di solidarietà denominato “Una Primavera per il Sudafrica” ed è volto a sostenere la Cape Traditional Singers and Brass Band di Mitchell’s Plain. Mitchell’s Plain è un sobborgo di Cape Town in cui la popolazione vive in uno stato di forte indigenza e i bambini spesso vengono reclutati da bande criminali. La Cape Traditional Singers and Brass Band è un’alternativa a tutto questo, dove si impara a cantare o a suonare uno strumento e a capire valori come il rispetto e l’onestà in un luogo chiamato Club-House.

 

 

 

PROGRAMMA SOMMERHALDER 23 MAGGIO

 

– Philip Sparke, Concerto:

 

Compositore fra i più apprezzati nel mondo delle Brass Band per il suo approccio virtuosistico e melodico con tendenza all’uso di elementi del folklore britannico.

Il Concerto per Cornetta inizia con un motivo allegro e spensierato dello strumento solista che viene poi ripreso dall’insieme che gli risponde in un gioioso dialogo.

Una cadenza virtuosistica porta a termine il primo movimento e, con una transizione nel registro grave dello strumento porta al secondo movimento. Su uno sfondo a carattere impressionistico si staglia una struggente melodia malinconica ed emozionale eseguita dal timbro caldo del flicorno e che viene poi ripresa dalla cornetta solista che in alcuni minuti di grande cantabilità e tenerezza sfoggia tutta l’espressività di questo strumento che troppo spesso viene confuso con la tromba ma se ne distingue in realtà per le più sviluppate potenzialità espressive e virtuosistiche. Queste ultime trovano spazio nell’ultimo movimento, una serie di brillanti ghirlande che vengono passate da uno strumento all’altro per poi ripassare al solista, già pronto a proporre il prossimo motivo da lanciare al resto del gruppo.

 

– Harry James, Concerto for Trumpet

 

Harry James, il famosissimo trombettista Swing che ha fatto la storia al lato di grandi icone quali Benny Goodman e Glenn Miller, ha composto questo breve brano di elevato virtuosismo che rappresenta uno dei pochissimi se non l’unico brano per tromba solista scritto in questo genere. Caratteristico lo stile “gommoso” della tromba che in questo brano imita gli effetti più conosciuti dal sassofono o dal clarinetto swing.

 

– Rafael Méndez, Jota No. 2

 

Altra icona della tromba degli anni ’40 e ’50, il grande trombettista messicano Rafael Méndez è tutt’ora considerato uno dei re del virtuosismo sulla tromba. La sua tecnica impeccabile e la velocità impressionante con cui eseguiva le sue composizioni sono ancor oggi oggetto di profonda ammirazione da parte dei trombettisti. Ha composto molti brani nello stile delle danze spagnole, fra cui questa strepitosa Jota (Jota No. 2) in cui la tromba viene chiamata a fulminanti passaggi in staccato.

 

 

AIMART

 

Corso Vittorio Emanuele II, 209 – 00186 – ROMA (RM)

Tel. +39 0668805439

www.aimart.it

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi