Vermeer. L’illusione della realtà, il primo appuntamento di Oltre la mostra all’Ara Pacis di Roma

Vermeer. L’illusione della realtà, il primo appuntamento di Oltre la mostra all’Ara Pacis di Roma

Vermeer. L’illusione della realtà, il primo appuntamento di Oltre la mostra all’Ara Pacis di Roma – “VERMEER. L’ILLUSIONE DELLA REALTÀè il primo appuntamento di OLTRE LA MOSTRA per “Racconti di Storia dell’Arte”, con la “storia dell’arte” al centro di una nuova iniziativa di divulgazione culturale dedicata a studiosi, appassionati e curiosi di arte.

 

 

La lezione, che si svolgerà domenica 18 novembre alle ore 11.00 presso l’Auditorium dell’Ara Pacis e inaugura il ciclo dei quattro appuntamenti domenicali di Oltre la Mostra (25 novembre, 2 e 16 dicembre), sarà tenuta da Fabiana Mendia, che ha ideato e sviluppato il progetto per Arte In Diretta: con “L’illusione della realtà”, la storica dell’arte e giornalista intende proporre un’inedita chiave di lettura alla fruizione della pittura del Vermeer, massimo esponente della pittura olandese del XVII secolo, cui è dedicata la rassegna attualmente esposta alle Scuderie del Quirinale,“VERMEER. IL SECOLO D’ORO DELL’ARTE OLANDESE”.

 

 

Il“racconto”della Mendia sarà accompagnato dalla lettura di alcuni brani critici e letterari, interpretati da Antonio Merone, tra cui A. Malraux, M. Kozloff, R. Diodato, Vaudoyer, V. Stoichita.

Seguirà la proiezione del filmato “L’arte sentimentale della visione, non dell’invenzione”.

 

 

L’arte del maestro di Delft (1632-1675) solo apparentemente si inserisce nel filone dei pittori olandesi come Pieter De Hooch, Gerard Ter Boch, Gabriel Metsu, Gerard Dou, Caspar Nietscher, Jan Steen, esponenti di una pittura di soggetto laico (condizionata dalla fede calvinista del popolo), che ritrae liete compagnie, baruffe in osterie, persone impegnate in serene occupazioni, che sottintendono talvolta significati allegorici e moraleggianti.

Johannes  Vermeer non si limita a fissare sulla tela un gesto, un episodio di vita domestica, una scena tipica, ma più che descrivere il reale cerca di fissare la sua essenza pittorica, ricerca l’armonia che regola i rapporti umani, blocca una frazione sospesa di tempo, che comunica un senso di attesa e invita a spingersi oltre l’apparenza del reale.

La luce di Vermeer non è affatto artificiale: è precisa, normale come in natura, così come la potrebbe descrivere un fisico scrupoloso.

 

 

 

I PROSSIMI “RACCONTI” DI OLTRE LA MOSTRA:

Domenica  25 novembre 
“Io sono un astratto con qualche ricordo”

Incontro di approfondimento sulla mostra “PAUL KLEE E IL VIAGGIO IN ITALIA”, Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea, Roma (9 ottobre 2012 – 27 gennaio 2013)

 

Domenica   2 dicembre
Le ragioni dell’antico

Incontro di approfondimento sulla mostra “ANTONIO  CANOVA. IL SEGNO DELLA GLORIA”, Museo di Roma in Palazzo Braschi, Roma (5 dicembre 2012 – 7 aprile 2013)

 

Domenica  16 dicembre
Il mondo dei vizi e delle virtù, delle stagioni, degli uomini e delle utopie

incontro di approfondimento sulla mostra “BRUEGEL. MERAVIGLIE DELL’ARTE FIAMMINGA” , Chiostro del Bramante, Roma (18 dicembre 2012 – 2 giugno 2013)

RACCONTI DI STORIA DELL’ARTE è promosso da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e Zètema Progetto Cultura, in collaborazione con il Dipartimento di Storia, Culture e Religioni dell’Università “La Sapienza” di Roma e Arte In Diretta.

 

INFO

Auditorium dell’ Ara Pacis

Via di Ripetta, 190

 

Orario

Ore 11.00 

 

Ingresso

Libero fino ad esaurimento posti

 

Informazioni

060608 (tutti i giorni ore 9.00-21.00)

www.arapacis.it www.museiincomuneroma.it

www.arteindiretta.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi