Valvasone, 42° stagione concertistica, Duomo del Ss. Corpo di Cristo. Al via il secondo concerto

Valvasone, 42° stagione concertistica, Duomo del Ss. Corpo di Cristo. Al via il secondo concerto

Il 4° concerto della 42° stagione proposta dall’Associazione per i Concerti di Musica Antica con il titolo generale: Delle musiche che si fanno sopra gli organi con voci & stromenti, si svolgerà domenica 24 maggio con inizio alle ore 17,00 a Valvasone, nel duomo del Ss. Corpo di Cristo,

L’ingresso è libero ma ogni contributo è ben accetto.

Il quarto appuntamento vedrà ancora protagoniste le voci, ma questa volta alternate a quella dell’organo, infatti il concerto è intitolato In alternatim. Le musiche di M.A. Cavazzoni, G. Cavazzoni, A. Gabrieli, C. Merulo saranno eseguite dall’organista Jean Jaquenod e dall’Officium Consort, per l’appunto alternandosi, il coro intonando le arie gregoriane che poi saranno variate dall’organo CONTROLLARE!!!

Due parole sugli esecutori. L’Officium Consort è un coro della provincia di Pordenone costituitosi nel 2001. Nato da un progetto formativo all’interno dell’U.S.C.I. Pordenone, tenuto dal compianto maestro Piergiorgio Righele e diretto successivamente dai maestri Giorgio Mazzucato, Danilo Zeni, Davide De Lucia e attualmente da Alessandro Drigo e Patrizia Avon, ha volto la propria attenzione in particolare al repertorio gregoriano, alla prepolifonia ed ai mottetti rinascimentali. Ha conseguito premi in diversi importanti concorsi corali. Con l’etichetta milanese La Bottega Discantica ha pubblicato tre CD. Attualmente ha esteso il repertorio alla musica del ‘900 ed alle composizioni contemporanee.

Jean Jaquenod, organista francese della vecchia generazione, ha detto di lui La Tribune de Genève nel 1993 che «è nato in una canna d’organo». Gli organi di Souvigny, di San Petronio a Bologna e l’incontro nel 1967 con Jürgen Ahrend – grande organaro tedesco – hanno segnato il suo percorso di musicista. Dal 1965 al 1978 è stato organista della chiesa di Taizè, poi al Grand Temple di Lione. Attualmente è organista titolare della Chiesa abbaziale e della Chiesa parrocchiale di Payerne (Svizzera). Inoltre è organista titolare onorario dell’Organo del Transetto nord della Cattedrale di Lione.

Jean Jaquenod ha avuto un ruolo molto importante nella realizzazione di un organo rinascimentale a Venezia. La storia dell’organaria veneziana ha portato ad una progressiva distruzione degli organi rinascimentali al punto che l’ultimo superstite, nella chiesa di san Salvador a Venezia, era in condizioni tali che non era più funzionante e che si trovava in precarie condizioni di stabilità strutturale; constatato che non ci sarebbero stati fondi sufficienti per un suo eventuale restauro, Jean Jaquenod propose di finanziare la sua ricostruzione. Il vecchio strumento venne smontato e rimosso a opera dell’organaro Francesco Zanin che ha restaurato, ricordiamo, l’organo di Valvasone riportandolo alla configurazione originaria nel 1999. La costruzione fu affidata al famoso organaro tedesco Jürgen Ahrend. Della vecchia cassa venne deciso di conservare solo la trabeazione superiore, originale e risalente al XVI secolo, mentre la parte inferiore venne ricostruita prendendo come modello proprio le misure e le proporzioni della cassa dell’organo del duomo di Valvasone! I lavori terminarono all’inizio del 2009 e l’organo venne inaugurato con un concerto di Lorenzo Ghielmi – ospite anch’esso delle stagioni valvasonesi – il 18 aprile dello stesso anno.

Un concerto quindi da non perdere per i nomi degli esecutori e la loro storia.

Ricordiamo la visita guidata ai beni artistici e culturali di Valvasone tra le ore 15 e le ore 16.40. Ritrovo dei partecipanti alle ore 15 in piazza Duomo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi