Tunisia, sergente spara a commilitoni

Tunisia, sergente spara a commilitoni

Un militare spara contro i commilitoni. E’ accaduto nella caserma delle forze di sicurezza Bouchoucha nella zona del Bardo a Tunisi. L’uomo, un sergente sospeso dal servizio, secondo una ricostruzione effettuata da Radio Mosaique, sarebbe riuscito a entrare nella caserma, avrebbe disarmato il primo soldato che ha incontrato e avrebbe fatto fuoco contro un colonnello e ad altri militari presenti. Secondo l’inviato nella capitale tunisina della tv satellitare Al-Jazeera, i morti sarebbero otto compreso l’attentatore e quindici i feriti.

Il portavoce del Ministero della Difesa Belhassen Oneslati ha affermato: “Non si è trattato di un attacco terroristico”. La dichiarazione è stata fatta dopo che il portavoce del dicastero degli Interni aveva parlato di una possibile azione compiuta da dei “terroristi”. Poco prima, infatti, Mohamed Ali Aroui aveva asserito che “violenti” scontri che si erano verificati nella caserma erano tra “terroristi” e forze di sicurezza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi