Tradizione Vs Innovazione  Qual è la via per risolvere i problemi della società del nuovo millennio?

Tradizione Vs Innovazione Qual è la via per risolvere i problemi della società del nuovo millennio?

Dibattito Pubblico
Tradizione Vs Innovazione
Qual è la via per risolvere i problemi della società del nuovo millennio?

L’appuntamento è fissato per Lunedì 6 giugno alle ore 9.00 – 13.30 al Teatro Antoniano, via Guido Guinizelli, 3 a Bologna

A fronte di dinamiche globali sempre più complesse, il Terzo Settore a livello locale, nazionale ed europeo condivide il medesimo orizzonte di forte necessità di cambiamento: cresce la consapevolezza comune di essere nel momento in cui non ci si può fermare, si deve andare avanti insieme unendo le forze.
Il dibattito sullo sviluppo del Terzo Settore e delle sue modalità di rispondere ai bisogni delle cittadinanze, infatti, è in pieno fermento. In questo quadro, oltre agli approcci più tradizionalmente umanistici come quello sociologico, pedagogico e psicologico, intervengono e convergono gli interessi e le competenze di nuovi ambiti disciplinari come quello economico-finanziario, commerciale, informativo, tecnologico e non da ultimo politico.
Nell’ultimo biennio quindi, anche grazie alle campagne 2010 – Anno europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale e 2011 – Anno europeo del Volontariato, la riflessione sta assumendo nuove prospettive e strumenti di analisi, investimento, collaborazione, sperimentazione, valutazione, programmazione dell’intervento sociale contattando e coinvolgendo una vasta e differenziata comunità di esperti a livello nazionale e internazionale.
I termini di discussione attorno al cambiamento sociale si muovono ora tra due poli, quello della tradizione e quello dell’innovazione che cercano un punto di equilibrio e integrazione per trovare nuove soluzioni a bisogni sociali complessi e differenziati, per creare insieme nuove strade percorribili per lo sviluppo e il benessere della comunità.

VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Bologna, in collaborazione con Antoniano Bologna ed Euclid Network e con il patrocinio di Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, CSVnet – Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato, Coordinamento Regionale dei Centri di Servizio per il Volontariato dell’Emilia Romagna, Forum Regionale del Terzo Settore, Forum Provinciale del Terzo Settore, organizza quest’incontro al Teatro Antoniano di Bologna.
La giornata si sveste del formato frontale di “convegno” per assumere una nuova modalità di comunicazione aperta e partecipata. Si è costruito, infatti, un programma dinamico e circolare attorno a tre provocazioni principali:
IMPRESA SOCIALE – L’imprenditore sociale è una contraddizione in termini per chi opera nel Terzo Settore o la soluzione per la sua rinascita?
INNOVAZIONE SOCIALE – L’innovazione sociale comporta assumere rischi e mettere in conto perdite. Si può innovare nel sociale mettendo a rischio i beneficiari?
INVESTIMENTI SOCIALI – I costi del sociale sono una spesa di cui la comunità dovrà sempre prendersi carico. La logica dell’investimento può diventare una nuova prospettiva per lo sviluppo del sociale?
Per ogni sessione un facilitatore animerà il confronto diretto tra le opinioni di due esperti che avranno un tempo massimo di 10 minuti ciascuno per argomentarle portando casi, aggiornamenti e novità dal panorama nazionale e internazionale. Dopo il faccia a faccia tra i due punti di vista sul tema proposto, sarà il momento del pubblico che, sollecitato dal mediatore, potrà per 30 minuti per argomento intervenire, commentare e contribuire al confronto partendo da sé, dal proprio ruolo, dalla propria esperienza e competenza.
Per saperne di più consulta il programma dell’evento all’indirizzo

http://www.volabo.it/webware2/userfiles/files/programma_def.pdf

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi