Torre Vanga e Cappella Vantini, proseguono le iniziative con nuove visite guidate alla scoperta dei Tesori dal passato

Torre Vanga e Cappella Vantini, proseguono le iniziative con nuove visite guidate alla scoperta dei Tesori dal passato

Dopo il successo del primo mese di apertura, si rinnova fino al 1° febbraio l’appuntamento ad ingresso libero alla scoperta dei piccoli e grandi capolavori acquisiti dall’amministrazione provinciale e restituiti alla collettività nell’ambito della doppia iniziativa espositiva “Tesori dal passato”, organizzata a Trento dalla Soprintendenza per i Beni culturali con il museo del Castello del Buonconsiglio e il Comune di Trento.

 

Cinquemila presenze hanno già premiato la proposta di due mostre intime e preziose, a pochi passi l’una dall’altra nel cuore della città, in cui scoprire alcuni piccoli e grandi capolavori d’arte e storia sottratti al rischio di dispersione e assicurati alle collezioni provinciali.

Fino a domenica 1° febbraio, il doppio appuntamento espositivo con i “Tesori dal passato”, inaugurato lo scorso 21 novembre nelle sedi di Torre Vanga, dedicata alle “Acquisizioni per l’Ottocento”, e Cappella Vantini, perfetta cornice del percorso “Ritorno a casa. Opere ritrovate della collezione Thun”, consentirà di apprezzare gli eleganti arredi, i manufatti esotici, le testimonianze di vita e le commissioni più colte ed eleganti che, unitamente ai ritratti di famiglia, impreziosivano i salotti delle dimore trentine dell’Ottocento, in un inscindibile intreccio di cultura, gusto, comfort, celebrazione del proprio rango e della identità familiare.
Riprendono inoltre le visite guidate, ad ingresso libero, in programma ogni venerdì con partenza alle ore 16.00 dagli ambienti di Torre Vanga a cura della Soprintendenza e del Castello del Buonconsiglio. Ai partecipanti sarà offerta la suggestiva esperienza di accedere ai salotti dove prendevano vita conversazioni intellettuali, riflessioni politiche, intrattenimenti musicali e passioni artistiche, in un incontro “a tu per tu” con i personaggi di casa Thun – il conte Matteo e la madre Violante, la prima amatissima sposa Raimondina, morta di parto a 22 anni, e la seconda moglie Carolina, ritratti dai maestri dell’avanguardia veneta e lombarda – e gli altri protagonisti della vita signorile del tempo.

Visite guidate gratuite a cura di Emanuela Rollandini (venerdì 9 gennaio), Katia Malatesta (venerdì 16 gennaio), Luciana Giacomelli (venerdì 23 gennaio) e Salvatore Ferrari (venerdì 30 gennaio).
Partenza ad ore 16 dalla sede di Torre Vanga (piazza della Portèla 1) con proseguimento presso la Cappella Vantini di Palazzo Thun (via delle Orne 1).
Ingresso libero
Informazioni e prenotazione (facoltativa): Comune di Trento, 0461/884287

Sono inoltre previsti due incontri di formazione e aggiornamento per docenti sulla storia e sull’arte trentina dell’Ottocento a cura dei Servizi educativi del Museo: attraverso le vicende dei protagonisti della famiglia Thun, le loro passioni politiche e gli interessi culturali, viene indagata l’età della Restaurazione in Trentino, intessuta di relazioni con il mondo artistico, letterario e musicale di matrice italiana.

martedì 20 gennaio>ore 16.30 Sala Marangonerie
Trento nell’Ottocento>Maria Garbari
Matteo Thun e le arti>Emanuela Rollandini

martedì 27 gennaio>ore 16.00 Cappella Vantini
Ritorno a casa. Opere ritrovate della collezione Thun
visita guidata>Salvatore Ferrari

Info e prenotazioni: Servizi educativi del museo 0461 492811_lun>ven 9>13_education@buonsiglio.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi