Torma l’incubo del terremoto nel Centro Italia avvolto sotto metri di neve

Torma l’incubo del terremoto nel Centro Italia avvolto sotto metri di neve

Torma l’incubo del terremoto nel Centro Italia avvolto sotto metri di neve –  Questa mattina tre forti scosse di magnitudo superiore a 5 in poco meno di un’ora hanno colpito le zone tra L’Aquila e Rieti, ancora una volta vicino ad Amatrice.

La prima scossa, di magnitudo 5,3, è stata registrata dalla rete sismica nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulocanologia (Ingv) alle 10:25,  la seconda, la più forte con una magnitudo di 5,5, è avvenuta alle 11:14, entrambe localizzate nell’area di Mnterale. La terza, di magnitudo 5,3, è avvenuta alle 11:25 dieci chilometri a Sud, nella zona di Capitignano.

Tutte e tre le scosse sono state avvertite a Roma dove molte scuole sono state evacuate; chiusa in via precauzionale anche la metropolitana.

Temporaneamente chiusa a tutto il traffico veicolare la A24 tra Valle del Salto e Teramo est per verifiche tecniche sulle strutture dell’autostrada.

I centralini del pronto intervento impazziscono, nelle zone terremotate, nei comuni di Amatrice e Accumoli già sepolti dalla neve, si segnalano crolli. Ad Amatrice crolla definitivamente quel poco che restava del campanile della chiesa di Sant’Agostino.

I vigili del fuoco intervengono ovunque, a Castiglione Messer Raimondo in provincia di Teramo da sotto le macerie di un agriturismo, tirano fuori un bambino e la sua mamma, in condizioni di ipotermia, sono trasportati in ospedale con l’elicottero.

La terra torna a tremare una quarta volta poco dopo l’ora di pranzo, alle 14,33. Poi di nuovo, magnitudo 4.3, primo pomeriggio, alle16,16, con epicentro a due chilometri dal paese nel Reatino. Ha una profondità di 10 chilometri. Come epicentro gli stessi luoghi che in questi giorni sono sotterrati da metri di neve.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi