Topi di auto in fuga, bloccati dopo rocambolesco inseguimento con schianto finale

Topi di auto in fuga, bloccati dopo rocambolesco inseguimento con schianto finale

Carabinieri intercettano “topi d’auto” in fuga, bloccati dopo rocambolesco inseguimento con schianto finale.

 

Roma – Due “topi d’auto” nomadi di 34 e 38 anni, entrambi pregiudicati e provenienti dall’insediamento di via della Monachina, sono stati arrestati questa notte dai Carabinieri della Stazione Roma San Pietro al termine di un rocambolesco inseguimento lungo le vie a ridosso delle mura Vaticane. I due nomadi, sono stati notati da un passante aggirarsi tra le auto in sosta in atteggiamento sospetto: la segnalazione fatta al “112” ha permesso alla pattuglia dei Carabinieri di individuarli proprio mentre stavano forzando la serratura  di un furgone, parcheggiato in viale Vaticano, dopo averne infranto il finestrino. Alla vista dei militari, i ladruncoli sono immediatamente saltati su un altro furgone, di proprietà di alcuni loro familiari, e sono partiti a tutto gas, ingaggiando un inseguimento con la “gazzella”, conclusosi in via Innocenzo XIII dove il pilota-nomade, dopo aver perso il controllo del mezzo, si è schiantato su un’auto parcheggiata a lato della strada. All’interno del furgone, che è stato sequestrato, i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno rinvenuto numerosi attrezzi per lo scasso. I “topi d’auto”, usciti malconci dall’impatto, sono stati dapprima trasportati all’ospedale “San Carlo”, dove sono stati medicati e dimessi con alcuni giorni di prognosi, poi trattenuti in caserma dove attenderanno di essere sottoposti al rito direttissimo. Dovranno rispondere di tentato furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.

 

Ponte Mammolo – Abusivismo commerciale alla stazione della metro. Sanzionato un venditore ambulante non autorizzato.

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Tiburtino III, insieme agli agenti del V Gruppo di Polizia Roma Capitale, hanno passato al setaccio la stazione della metropolitana di Ponte Mammolo, sorprendendo un 40enne marocchino, già conosciuto alle forze dell’ordine, mentre stava allestendo un banco con capi di vestiario e prodotti per la casa, del valore di 1.200 euro, e con una sessantina di paia di occhiali da sole, per un valore pari a 250 euro. Tutta la merce è stata sequestrata e l’ambulante abusivo è stato contravvenzionato.

 

Quarticciolo – Tenta di fare  il pieno all’auto svuotando il serbatoio di un furgone in sosta. In manette un cittadino romeno sorpreso ed arrestato da un carabiniere libero dal servizio.

 

Roma – Un maresciallo dei Carabinieri della Stazione Roma Tiburtino III, libero dal servizio, unitamente ai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino romeno di 23 anni sorpreso in via delle Acacie, in zona Quarticciolo, a rubare gasolio da un veicolo in sosta. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, questa notte, a bordo della sua Bmw 530 si è accostato a un furgone parcheggiato e dopo aver inserito un tubo in gomma ha tentato di fare il pieno di gasolio, svuotando il serbatoio del grosso autocarro. Sfortunatamente per lui un maresciallo dei Carabinieri, libero dal servizio, in transito, ha notato la scena ed è immediatamente intervenuto chiedendo rinforzi al  112. Il “vampiro di gasolio” è stato così bloccato ed arrestato ed è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo e dovrà rispondere di tentato furto aggravato.

 

Romeno arrestato dai carabinieri per falsa dichiarazione ad un pubblico ufficiale sull’identità personale.

 

 Civitavecchia (Rm) – Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, hanno arrestato B.I., 43enne romeno, poiché colpito da un ordine di carcerazione per il reato di falsa attestazione o dichiarazione ad un Pubblico Ufficiale sull’identità personale. In particolare i Militari della Stazione Carabinieri di Ladispoli, nel pomeriggio di ieri, durante il servizio di pattuglia, notavano che un giovane, alla loro vista, si allontanava repentinamente, tentando di far perdere le proprie tracce. A quel punto i Carabinieri, dopo un breve inseguimento, riuscivano a bloccare l’individuo  e accertavano che a carico dello stesso pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla locale Autorità Giudiziaria poiché responsabile del reato di falsa attestazione o dichiarazione ad un Pubblico Ufficiale sull’identità personale commesso a Civitavecchia in data 21/11/2004. L’arrestato è stato associato al carcere di Borgata Aurelia, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria civitavecchiese.

 

Roma – Lotta allo spaccio di stupefacenti: carabinieri arrestano 2 pusher sorpresi a cedere marijuana a giovanissimi acquirenti.

 

Prosegue il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri di Roma. Dopo gli otto pusher arrestati  qualche giorno fa altri due spacciatori sono finiti nella rete dei militari dell’Arma. Si tratta di un 24enne della Guinea e di un 26 enne del Sengal, entrambi già conosciuti alle Froze dell’Ordine, che sono stai sorpresi a vendere marijuana ad alcuni giovanissimi acquirenti in piazza dei Giureconsulti, tra Boccea e la Circonvallazione Cornelia. Alla vista dei militari i due hanno tentato la fuga, ma i Carabinieri della Stazione Madonna del Riposo sono comunque riusciti a bloccare e ad arrestare i due. Nelle loro tasche i militari hanno trovato dosi di “erba” pronte per smerciate e denaro contante, probabile provento dell’attività di spaccio. I  due pusher sono ora a Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre per i clienti è scattata la segnalazione alla Prefettura di Roma quali assuntori.

 

Giovane pusher arrestato dai carabinieri di Acilia

 

E’ successo verso la mezzanotte di ieri in piazza Eschilo. I Carabinieri della Stazione di Acilia, già da alcuni giorni, stavano monitorando gli spostamenti di un 18enne, B.A., incensurato, il quale tutte le notti era solito intrattenersi per molte ore sulle panchine del giardinetto del piazzale dove si incontrava con altri suoi coetanei. Ieri sera i militari hanno deciso di vederci chiaro ed hanno organizzato un servizio di osservazione in abiti civili a pochi metri dalla zona. Intorno alla mezzanotte, i militari dell’Arma hanno notato il giovane che, dopo aver confabulato con un suo coetaneo, si è allontanato insieme a lui verso un angolo più buio del giardinetto per consegnargli un pacchettino, ricevendo in cambio una banconota. I Carabinieri hanno deciso di intervenire, perquisendo entrambi i ragazzi. Per B.A. sono scattate la manette ai polsi poiché trovato in possesso di alcune dosi di marijuana già confezionate e pronte per essere vendute. Il suo “cliente”, invece, è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di droghe. Il pusher sarà giudicato questa mattina con rito direttissimo nelle aule del Tribunale di Roma: dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Trionfale – Sorpresi mentre tentano di rubare un’auto in sosta, 4 cittadini romeni arrestati dai carabinieri.

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia  Roma Trionfale hanno arrestato quattro cittadini romeni, rispettivamente di 25, 31, 33 e 36 anni, tutti nella Capitale senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso. I quattro stranieri, in viale Pinturicchio, nel quartiere Trionfale, si sono avvicinati ad un’auto in sosta e dopo aver forzato lo sportello hanno tentato di rubarla. Sfortunatamente per loro una pattuglia dei Carabinieri li ha notati ed è intervenuta. Arrestati, i quattro cittadini romeni sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo, rinvenuti e sequestrati anche gli arnesi utilizzati per forzare lo sportello dell’auto.

 

Colleferro – Mandato di arresto internazionale per reati finanziari. Cittadino romeno arrestato dai carabinieri. In Patria, si era appropriato indebitamente di beni per l’equivalente in “ron” di 25 euro.

 

Nella serata di ieri, un cittadino romeno di 30 anni, operaio edile già conosciuto alle forze dell’ordine e senza fissa dimora, è stato arrestato dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro in esecuzione di un mandato di arresto internazionale spiccato nei suoi confronti dal Tribunale di Falticeni (Romania) il 2 dicembre dello scorso anno. L’uomo, che in Patria lavorava come agente di vendita, è stato accusato di essersi appropriato indebitamente, mediante l’emissione di fatture false, di beni per un totale di 70 Ron ( moneta romena), somma equivalente a circa 25 euro. Per questo motivo il 30enne deve scontare la pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione. I Carabinieri lo hanno sorpreso, durante un servizio di controllo del territorio, in compagnia di un amico: dalla consultazione del nominativo in Banca Dati, è emerso il provvedimento a suo carico, motivo per cui il cittadino romeno è stato associato in stato di arresto al carcere di Velletri, dove attenderà che vengano concluse le formalità per l’estradizione.

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi