Teatro per l’ascolto … Emozioni sommerse, al via gli spettacoli finali

Teatro per l’ascolto … Emozioni sommerse, al via gli spettacoli finali

Un bel viaggio nel mondo delle favole tra orchi, principi e principesse durato circa 9 mesi, tanti i personaggi fantastici conosciuti, le arti e i mestieri messi in campo per raggiungere la meta, una squadra appassionata e professionale che ha messo in gioco ogni competenza. Dopo aver attraversato ogni favola e ogni epoca, siamo giunti al traguardo.

Con le storie dei fratelli Grimm, filo conduttore di quest’anno di laboratori, si può sintetizzare al meglio la grande favola del progetto “Teatro per l’ascolto … emozioni sommerse” promosso dal Teatro Bertolt Brecht di Formia e finanziato dalla legge 328/2000 dei piani di zona distretto Formia – Gaeta.  Nove comuni coinvolti (Formia, Gaeta, Itri, Minturno, Spigno, Castelforte, SS. Cosma e Damiano, Ponza, Ventotene) e numerose scuole (I.C. Giosuè Carducci di Gaeta, I.C. Dante Alighieri Formia – Ventotene, I.C. Vitruvio Pollione, I.C. Pasquale Mattei, primo e secondo circolo didattico di Formia, circoli Minturno 1 e Minturno 2, I.C. Castelforte, I.C. Rossi- Fusco di SS. Cosma e Damiano, I.C. Pisacane di Ponza, I.C. Itri) isole comprese.

 

Dal 12 al 16 Maggio presso il Teatro Remigio Paone di Formia con il patrocinio dell’Ipab SS. Annunziata 1000 ragazzi andranno in scena, approderanno sul palco per mostrare a tutti il proprio bottino. Il risultato di un viaggio entusiasmante e formativo che li vede coinvolti tutti in prima persona insieme a scuole, insegnanti, famiglie e operatori, nessuno escluso.
“Il progetto dedicato ai minori deve continuare ci batteremo affinchè nel distretto continuino ad esserci questi finanziamenti. E’ stata una grande esperienza arrivata alla IX annualità. Tutto il territorio è stato coinvolto in maniera capillare, anche zone che raramente le attività culturali toccano”, afferma il direttore artistico Maurizio Stammati e continua: “E’ un’esperienza vera e diretta sul teatro che appassiona e appassionerà per l’educazione di un nuovo pubblico e di una nuova generazione”.

L’immaginazione di ogni ragazzo è stata ascoltata, ogni esperienza è stata preziosa, ogni disagio, ogni distanza è stata ridotta a zero. Questo è il “Teatro per l’ascolto … emozioni sommerse”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi