Teatro, disagio e scuola, convegno nazionale

Teatro, disagio e scuola, convegno nazionale

Teatro, disagio e scuola, convegno nazionale – Si avvia alla conclusione la IX ed ultima annualità del progetto “Teatro per l’ascolto … emozioni sommerse” promosso dal Teatro Bertolt Brecht di Formia e finanziato dalla legge 328/2000 dei piani di zona distretto Formia – Gaeta.

Nove comuni coinvolti (Formia, Gaeta, Itri, Minturno,  Spigno, Castelforte, SS. Cosma e Damiano, Ponza, Ventotene), innumerevoli scuole (I.C. Giosuè  Carducci e I.C. Principe Amedeo di Gaeta, I.C. Dante Alighieri Formia – Ventotene, I.C. Vitruvio Pollione, I.C. Pasquale Mattei, primo e secondo circolo didattico di Formia, circoli Minturno 1 e  Minturno 2, I.C. Castelforte, I.C. Rossi- Fusco di SS. Cosma e Damiano, I.C. Pisacane di Ponza, I.C. Itri), 60 insegnanti,  9 mesi di attività con visite in museo e biblioteche, un convegno nazionale, 20 operatori tra registi, attori, musicisti, scenografi, artisti visivi, assistenti a contatto diretto con i ragazzi per i laboratori, decine di spettacoli finalei realizzati, 50.000€ di finanziamento regionale annuale messi regolarmente a bando, completa gratuità per gli utenti: solo alcuni dati dell’itinerario.

Otto sono gli anni di attività ,circa più di 10.000 soggetti coinvolti : un numero impressionante che ha segnato una generazione e offerto opportunità di crescita per scoprire insieme nuove strade per comunicare e migliorare la propria socialità.

L’’ultima fase della IX annualità parte con l’imperdibile convegno nazionale “Teatro, disagio e scuola” in programma il 7 maggio 2014, alle ore 17.30, presso la “Sala Boffa”, ex Archivio Storico in Via Lavanga 140. Interverranno Giovanni Savino, presidente della Cooperativa sociale ONLUS “Il Tappeto di Iqbal”, regista, autore e coordinatore dei lavoratori di teatro civile nel difficile e povero quartiere Barra di Napoli, Zakaria Mohamed Ali, film-maker e giornalista, rifugiato politico in Italia dal 2008 e Marco Mastantuono: psicologo, docente di drammatizzazione presso l’Associazione Culturale Collettivo Teatrale Bertolt Brecht.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi