Taranto fa l’amore a senso unico. Esperienze artistiche nei primi anni dell’Italsider 1960-1975

Taranto fa l’amore a senso unico. Esperienze artistiche nei primi anni dell’Italsider 1960-1975

Taranto fa l’amore a senso unico. Esperienze artistiche nei primi anni dell’Italsider 1960-1975

Il 12-07-2013 al Caffè Letterario “CIBO PER LA MENTE” aTaranto, via Duomo alle ore 21
“TARANTO FA L’AMORE A SENSO UNICO. Esperienze artistiche nei primi anni dell’Italsider (1960-1975)”

INCONTRO CON GIANLUCA MARINELLI

Conversano con l’Autore ANGELO CANNATA, Operatore culturale Associazione LE SCIAJE di Taranto e ANDREA FIORE, storico dell’arte e curatore (corrispondente di “Alfabeta 2” e “Segno”).

Il testo descrive la politica culturale dell’Italsider negli anni che vanno dall’insediamento all’avvio del raddoppio in quella straordinaria operazione che Raffaele Carrieri definì in un suo articolo “l’acciaio tra gli ulivi” divenuto poi lo slogan, il tratto unificante di tutta quella fase.

Taranto e la sua fabbrica: un rapporto oscillante tra l’amore e l’odio, tra l’orgoglio di essere la città più moderna del Mezzogiorno e la disperazione delle conseguenze che questa modernità ha comportato sulla sua popolazione.
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi