Sorpreso mentre tenta il furto in villa, ladro si lancia dal muro di cinta alto tre metri

Sorpreso mentre tenta il furto in villa, ladro si lancia dal muro di cinta alto tre metri

Sorpreso mentre tenta il furto in villa, ladro si lancia dal muro di cinta alto tre metri- Casilina – Sorpreso dai carabinieri mentre tenta il furto in villa, ladro si lancia dal muro di cinta alto 3 metri. 39enne cittadino francese prima finisce in ospedale e poi in manette.

 

Roma – Questa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino francese di 39 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato furto in abitazione. L’uomo, in via Martino di Tiro, nel quartiere Casilino, ha tentato di introdursi all’interno di una villetta, ma una pattuglia dei Carabinieri lo ha notato ed è subito intervenuta. A questo punto il ladro vistosi scoperto nel tentativo di sfuggire alla cattura, si è lanciato dal muro di cinta dell’abitazione, alto circa tre metri rovinando cosi a terra. Soccorso ed arrestato dai Carabinieri, il 39enne è stato medicato presso l’ospedale “Santo Spirito”, a causa delle lesioni riportate ne avrà per 15 giorni. L’uomo, è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

 

 

Arrestati dai carabinieri due rapinatori di banche in azione al centro Italia.

Castelnuovo di Porto (Rm) – Nella trascorsa notte, grazie alla collaborazione tra più reparti, i Carabinieri hanno arrestato due rapinatori resisi responsabili di molteplici rapine nel centro Italia. Tutto ha avuto inizio il 4 giugno 2012, allorquando i due hanno perpetrato una rapina ai danni del “Monte dei Paschi di Siena” di Villafranca in Lunigiana (MS), facendosi consegnare da un’impiegata, minacciata con un coltello, la somma di euro 22.000, subito dopo dandosi alla fuga. I fotogrammi del sistema di videosorveglianza della banca hanno tuttavia ripreso le effigie dei due, nelle quali, diramate a tutti i Comandi territoriali del Paese, i Carabinieri del Nucleo Operativo di Bracciano e della Stazione di Castelnuovo di Porto (RM) hanno riconosciuto, senza ombra di dubbio, noti soggetti residenti/domiciliati in quest’ultimo Comune. L’attività si è così conclusa con l’emissione di un fermo di polizia giudiziaria, disposta dalla Procura di Massa Carrara e con il conseguente arresto dei responsabili che, in serata, sono stati rintracciati e tradotti ai carceri capitolini di “Rebibbia” e “Regina Coeli”.

 

Sicurezza – Operazione dei carabinieri nelle ultime 24 ore. Il bilancio: 1000 persone controllate, 23 arresti, 14 denunce

 

Roma – Più di mille persone controllate, 23 arresti, 14 denunce a piede libero, decine di posti di blocco, è il bilancio di una straordinaria operazione di controllo messa in atto dai Carabinieri del Gruppo di Roma, coadiuvati dai Carabinieri della CIO dell’8° Reggimento “Lazio”, nelle ultime 24 ore per garantire sicurezza ai cittadini romani e ai tanti turisti che affollano la Capitale. Controlli dei carabinieri sono stati svolti nei luoghi della Movida (Testaccio, Trastevere, San Lorenzo, Pigneto, Magliana, Ponte Milvio, Aventino, Piazza Navona, Campo de Fiori), dove con la bella stagione è accresciuto l’afflusso dei frequentatori, vigilando per evitare che liti sorte per futili motivi, amplificate dall’abuso dell’alcol, sfociassero in risse e per contrastare lo spaccio di stupefacenti; controlli dei Carabinieri del Gruppo di Roma sono stati svolti a bordo dei mezzi pubblici, nei luoghi turistici e lungo le vie dello shopping per prevenire i borseggi; lungo le principali arterie sono stati svolti posti di blocco per controllare lo stato psicofisico dei conducenti dei veicoli con alcol test ed etilometro prevenendo incidenti stradali; sono stati predisposti controlli antiprostituzione con la Polizia Locale di Roma Capitale lungo la via Salaria, viale Marconi, via Cristoforo Colombo, via Palmiro Togliatti contravvenzionando, in violazione dell’ordinanza sindacale, 32 clienti e 32 giovani prostitute; controlli mirati sono stati svolti per verificare il rispetto delle prescrizioni nei contri di 51 detenuti ai domiciliari; controlli ogni forma di degrado sono stati inoltre svolti dai Carabinieri presso l’area di Termini.

 

San Cesareo (Rm) – Sventato furto in villa dai carabinieri. Arrestati due romeni.

 

E’ sempre alta l’attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Palestrina che hanno intensificato i servizi notturni per prevenire i furti in abitazione, soprattutto nelle zone periferiche. La scorsa notte, i militari  della  Stazione di San Cesareo hanno infatti sventato un furto  in una villetta di via della Favetta. Due giovani romeni, B .M. 32enne di Palestrina e R.S.T. 27enne di Cave, entrambi manovali, erano riusciti, dopo aver forzato il lucchetto di una catena di un cancello,  ad oltrepassare il recinto della proprietà privata dove, mediante l’uso di un cacciavite, stavano scardinando la porta di ingresso dell’abitazione indipendente disabitata. In quel momento, i Carabinieri, impegnati in un servizio di controllo del territorio, hanno visto degli strani fasci di luce provenienti dal giardino, notando subito che il cancello di ingresso era aperto ed il lucchetto forzato. In rinforzo ai militari è intervenuta la pattuglia del Nucleo Radiomobile, permettendo di  circondare la villa per impedire ai ladri ogni via di fuga. I due romeni, alla vista dei Carabinieri, hanno tentato di fuggire ma sono stati immediatamente bloccati dopo un breve inseguimento a piedi. I due, arrestati con l’accusa di tentato furto, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, saranno processati con il rito per direttissima presso il Tribunale di Tivoli.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi