Il Settore Moda e le Associazioni

Il Settore Moda e le Associazioni

La beneficienza e la solidarietà sono diventate nel tempo una delle principali priorità per i brand della moda italiana ed internazionale. Brand che hanno dato vita a collezioni o realizzato oggetti appositamente per veicolare un messaggio, dall’inglese Stella McCartney all’italiana Missoni ognuno a suo modo punta alla sensibilizzazione che può spaziare dalla tutela ambientale ed animale fino alla protezione dei bambini e dei disagiati.

 

In Italia sono molte le associazione di beneficenza e tra le tante merita di essere citata Casa Fata. Quest’ultima è un’associazione milanese che ha come obiettivo quello di creare e gestire centri di accoglienza per bambini ed adolescenti maltrattati dalle famiglie di origine. Serenità e tranquillità sono le parole che meglio descrivono questi ambienti che in collaborazione con altri enti, aziende private o semplici volontari realizzano progetti volti a sostenere famiglie in difficoltà e soprattutto a supportare i bambini durante la loro crescita, che come ben si sa è un momento fondamentale della loro vita. Casa Fata è un’associazione che ha come scopo principale quello di ricreare un’ambiente sereno all’interno della famiglia alla quale viene data tantissima importanza.

 

Ed è proprio questo il tema e i valori che stanno molto a cuore a Zalando Italia, colosso dell’e-commerce a livello mondiale, il quale grazie alle Funky Mamas, ha deciso di contribuire a sostegno dell’associazione di beneficenza Casa Fata offrendo loro in dono tantissime scarpe da bambino di ogni misura possibile. Un piccolo gesto da un grande colosso che per un giorno è riuscito a donare un sorriso a molti bambini. Un piccolo gesto ed un sorriso, sono questi gli elementi che secondo Zalando Italia e le Fanky Mamas, che hanno collaborato al progetto di Casa Fata, sono in grado di modificare e rendere migliore la giornata di un bambino, anche se si tratta di un solo secondo.

Ovviamente Zalando Italia, non è l’unica azienda che negli anni ha contribuito sostenendo associazioni di beneficenza e di volontariato, ma se ne possono citare molte altre. È il caso di Dolce&Gabbana che già da anni ha dato vita a diverse collaborazioni con varie associazioni no profit ed enti privati come accadde nel 2011 quando la maison realizzò un’asta benefica in collaborazione con il sito di e-commerce Ebay.

 

Oppure più recentemente nel 2012 quando in collaborazione con UNICEF, la maison ha creato degli abiti da far indossare ad una bambola da collezione che poi sarebbe stata venduta per sostenere i bambini disagiati. Parlando sempre di grandi brand della moda internazionale possiamo ricordare la Geox, ma anche Gucci che sempre in collaborazione con UNICEF ha lanciato nel periodo 2013-2014 una campagna dal nome “Gucci per Unicef”. Una partnership con raccolta di fondi volta a sostenere programmi educativi per le scuole africane.

 

Impossibile non citarlo, nonostante non esista una fondazione a suo nome, è Giorgio Armani. Da sempre attivo con campagne contro l’Hiv e recentemente con Green Cross International per sostenere il programma Acqua For Life. Un programma volto a promuovere l’accesso all’acqua potabile attraverso la vendita dei profumi Acqua di Giò e Acqua di Gioia che nel 2012 hanno fatto registrare vendite da record, permettendo di garantire la manutenzione degli impianti di raccolta ed aiutare paesi come il Ghana e la Bolivia.

 

Queste collaborazioni permettono di avere grande visibilità a livello nazionale ed internazionale, ma soprattutto aiutano le associazioni di beneficenza a sensibilizzare un gran numero di persone dai più grandi ai più giovani coinvolgendoli attivamente. Inoltre queste collaborazioni sono necessarie alle associazioni che da sole non riuscirebbero a raccogliere fondi e sostenere programmi volti al miglioramento della qualità di vita di molte persone svantaggiate.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi