Sesta giornata di Asiatica, incontri con il cinema asiatico ai nastri di partenza

Sesta giornata di Asiatica, incontri con il cinema asiatico ai nastri di partenza

Sesta giornata di Asiatica, incontri con il cinema asiatico ai nastri di partenza – Sesta giornata di proiezioni e incontri, domani – giovedì 16 ottobre – nell’ambito della XIV edizione di Asiatica, Incontri con il cinema asiatico, il Festival diretto dal regista Italo Spinelli,  che si tiene a ingresso libero fino ad esaurimento posti fino a domenica 20 ottobre alla Pelanda – Centro di Produzione Culturale della zona di Testaccio a Roma.

In sala 1 alle ore 16:00 – con replica alle ore 20:00 – proiezione di corti di video danza del festival internazionale Jumping Frames, quindi a seguire, incontro con gli autori dei corti, introdotti dal direttore di Asiatica, Italo Spinelli. Nato nel 2004 grazie alla City Contemporary Dance Company di Hong Kong, Jumping Frames è un festival unico nel suo genere in Asia, il solo a proporre al pubblico lavori commissionati, opere inedite e selezioni internazionali sulla video danza di Asia e Cina. La selezione di corti offre uno sguardo su questa arte ibrida: un linguaggio a sé, che esplora corpi e coreografie. Alle ore 18:00, il regista mogolo Khoroldorj Choijoovanchig presenta al pubblico romano il suo ultimo lungometraggio, in concorso ad Asiatica, Yellow colt, la storia di Badam, che si intreccia con un bambino di otto anni e la preparazione al tradizionale festival Nadaam di corsa di cavalli. Alle 20:15, l’iraniano Payman Maadi, già sceneggiatore e attore con Asghar Farhadi, sarà presente alla proiezione di Snow on Pines, suo debutto come regista, che mostra una crisi coniugale con le prospettive di vita che si aprono dopo la separazione. Film rivelazione della nuova onda della cinematografia ‘impegnata’ iraniana. Alle ore 22:15 l’atteso Possessions – Sapi, del regista filippino Brillante Mendoza, un violento horror, una critica feroce al mondo dei mass media che mette in scena una ‘guerra’ tra due emittenti televisive per uno scoop su un possibile caso di possessione demoniaca.

In sala 2 alle ore 16:00, il documentario Silenced voices, della regista norvegese Beate Arnestad, che racconta la minaccia e l’attacco alla libertà di stampa attraverso le parole e i volti di giornalisti dello Sri Lanka in esilio, messi a tacere per aver rivelato crimini di guerra, corruzioni e massacri di civili. Alle 17:15, Gaza Calling, della regista palestinese Nahed Awwad: una famiglia con un figlio a Ramallah, che, per le autorità israeliane, ha commesso lo stesso crimine di tutti suoi parenti: essere residenti a Gaza, quindi infiltrati nel loro stesso territorio. Alle 18:30, il documentario My stolen revolution della regista iraniana Nahid Persson Sarvestani, che vive in asilo politico in Svezia e che qui racconta la propria storia personale, la fuga dall’Iran in seguito alla rivoluzione del 1979, tra amici sopravvissuti, inseguita dai sensi di colpa per i compagni imprigionati e il fratello Rostam, condannato a morte e ucciso dal regime. Alle ore 20:00 le proiezioni dei cortometraggi di animazione giapponese degli anni Venti, accompagnate da musica dal vivo. La selezione è in collaborazione con la Cineteca Nazionale, l’Archivio Storico dell’Istituto Luce e il National Film Centre of Tokyo. Alle ore 20:30 il documentario indiano Celluloid man, del regista Shivendra Singh Dungarpur, che omaggia, P.K. Nair, fondatore dell’Archivio cinematografico nazionale indiano.

 

A partire dalle ore 22:00, all’esterno de La Pelanda, concerto per immagini, sonorizzazioni e performance sonore live di giovani musicisti, allievi del Master SONIC ARTS dell’Università di Roma Tor Vergata. Quindi continua in una sala attigua de La Pelanda, InsideOut Videoarte – “Audiovisioni d’oriente” (www.insideoutplatform.org), sezione speciale della piattaforma di scambio culturale tra Italia e Cina nata dalla collaborazione di C.A.R.M.A.- Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate e ITACI Art&Cult, propone ad Asiatica FilmMediale una selezione sviluppatasi come occasione d’incontro e confronto tra artisti intermediali italiani e cinesi, per uno sguardo differenziato sulla storia e l’attualità del fenomeno Cina. Gli artisti in mostra sono: Piero Chiariello, Igor Imhoff, Zhou Yi, Mario Raoli, Rebecca Ruige Xu, Lino Strangis, Miao Xiaochun, Zhou Xiaohu e Tian Xiaolei.

 

Asiatica
Incontri con il cinema asiatico

XIV edizione
ROMA Testaccio, 12 / 20 ottobre 2013
c/o La Pelanda – Centro di Produzione Culturale
(Piazza Orazio Giustiniani, 4)

 

ASIATICA Film Mediale

www.asiaticafilmmediale.it

Pagina Fb:Asiatica Film Mediale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi