Sequestati quarantadue chili di marijuana in provincia di Lecce

Sequestati quarantadue chili di marijuana in provincia di Lecce

La sostanza stupefacente era occultata tra gli arbusti della macchia mediterranea della costa leccese in prossimità della spiaggia

 

Sono stati rinvenuti tra la vegetazione retrodunale della costa leccese i 42 chili di marijuana, per un valore di circa 300 mila euro, posti sotto sequestro dalla Forestale.

 

Nell’ambito di un servizio di controllo sul territorio della Riserva Naturale Statale “Le Cesine” nel comune di Vernole (LE), il personale del Posto Fisso del Corpo forestale dello Stato di San Cataldo (LE) ha rinvenuto tra la rigogliosa vegetazione retrodunale un involucro contenente un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti.
Complessivamente sono stati trovati e posti sotto sequestro dai Forestali 42 chili di marijuana suddivisi in 7 panetti per un valore al dettaglio di circa 300.000 euro. La droga, proveniente probabilmente dall’Albania, era stata nascosta all’interno della Riserva Naturale durante la notte.

 

Il ritrovamento della Forestale conferma il continuo traffico internazionale di stupefacenti tra l’Albania e le coste pugliesi effettuato attraverso potenti imbarcazioni.
Nel luglio scorso gli agenti del Posto Fisso di San Cataldo (LE) avevano posto sotto sequestro un gommone abbandonato sulla costa probabilmente utilizzato per il narcotraffico tra Albania e Italia. Il gommone sarà a breve acquisito dal Corpo forestale dello Stato e verrà utilizzato per incrementare e rendere più efficace l’attività di vigilanza nella porzione di mare antistante la Riserva Naturale Statale “Le Cesine”.

 

Tali operazioni si inseriscono in un ampio progetto di controllo del territorio avviato dall’Ufficio Territoriale per la Biodiversità del Corpo forestale dello Stato di Martina Franca (TA), che prevede l’intensificazione della vigilanza sulle aree naturali protette attraverso una “mobilità sostenibile” in armonia con gli ambienti tutelati e condotta con l’ausilio di pattuglie ippomontate e ciclomontate.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi